venerdì 28 febbraio 2014

Donuts|Ciambelle fritte americane

Sebbene non sia un'amante dei dolci fritti, debbo dire che le ciambelle fritte, quelle di pasta lievitata, mi attirano alquanto. Non le compro mai, mi dànno sempre l'idea che siano unte, con quel sapore caratteristico che odio e che da piccola definivo "di pesce"  :D Ma le preparo qualche volta in casa... le adoro!
Questa estate però, costretta dalle necessità, (si fa per dire), sono entrata in un Dunkin' Donuts  del Maine e lì ho ceduto alla miriade di ciambelle che, su delle rastrelliere di acciaio, facevano bella mostra di sé... Mamma mia quanti tipi!!!
Di tutti i gusti e dalle mille glasse, una più buona dell'altra (ne abbiamo prese 6 diverse, giusto per capire di cosa si parlasse  :D :D). Mi colpirono soprattutto quelle preparate con lievito chimico, leggere e delicate, quasi da non sembrare fritte.








 Quale occasione migliore se non il Carnevale per  riproporle ?? Rispetto a quelle in pasta lievitata sono rapidissime a farsi e non ammettono nessuna difficoltà, riescono perfette al primo colpo!
Direi che sono l'ideale per questi ultimi giorni di Carnevale!

DONUTS




 520-550 g di farina tipo "00" debole
2 uova
1 tuorlo
180 g di zucchero
40 g di burro morbido
125 ml di buttermilk*
250 ml di panna acida*
4 cucchiaini di lievito chimico
1 cucchiaino di sale
vaniglia- limone
1 litro di olio per friggere
In una ciotola versare la farina il sale, il lievito chimico e con un cucchiaio mescolare bene. Fare un buco al centro e versarvi tutti gli ingredienti, creando un impasto morbido e leggermente appiccicoso. NON aggiungere altra farina, ma porre la ciotola in frigo, coperta e far riposare l'impasto almeno una mezz'ora. 
Rovesciare l'impasto sul piano di lavoro ben spolverato di farina e senza lavorarlo, stenderlo fino all'altezza di un centimetro e mezzo circa. Con l'apposito tagliapasta o con due anelli di diverso diametro, tagliare delle ciambelle. I buchi interni possono essere fritti direttamente, (verranno delle piccole bomboline) oppure reimpastati. Tenete conto che la pasta deve essere molto morbida, evitate quindi di aggiungere farina, se non quella strettamente necessaria affinchè l'impasto non si attacchi al mattarello o al piano di lavoro.
Friggere le ciambelle in olio profondo, piuttosto caldo, smuovendo la padella per farle ben gonfiare: vedrete che triplicheranno almeno il loro volume.
 Scolarle su carte assorbente e, ancora calde, passarle con una ghiaccia morbida di zucchero a velo e acqua. Volendo la ghiaccia può essere colorata con dei colori da pasticceria. Più semplicemente potete spolverizzarle, una volta fredde, con dello zucchero a velo o passare le ciambelle in zucchero semolato. Si conservano benissimo per un  paio di giorni!





La versione al cacao è ancora più goduriosa (ed infatti sono sparite prima che potessi fare una foto decente ) e per realizzarla basta sostituire 4 cucchiai ben colmi di cacao con lo stesso quantitativo di farina... Se poi li volete arricchire con una glassa rosa...beh, allora siete proprio in stile USA!


 


Un'ultima cosa: non avete in casa buttermilk e panna acida o non sapete dove reperirli facilmente? Potete sostituirli così:



*125 ml Buttermilk = 125ml di latte intero + 2 cucchiaini di succo di limone il tutto ben    miscelato
*250 ml di panna acida = 250 ml di yogurt intero di tipo greco


A presto,
Paola








Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...