martedì 23 febbraio 2010

Pasticcini da té (pasta sablèe)

Devo ammettere di avere una predilezione per un certo tipo di persone...
Quelle persone come Lei, che con vera modestia (sembra sempre che non facciano nulla di straordinario), con estrema discrezione (quasi in punta di piedi), ma con indubbia eleganza, propongono i loro esperimenti in cucina. Per me è quasi impossibile resistere, mi comunicano un'incredibile voglia di fare e così mi lancio a testa bassa... Insomma, ci devo provare per forza, anche se non posseggo tutti gli strumenti adatti alla bisogna e mai potrò avvicinarmi a quella perfezione! Eheheheheheh...



Vinta la mia congenita pigrizia pre-primaverile, messi da parte i buoni propositi in fatto di dieta ferrea - niente dolci fino a Pasqua - ecco che in men che non si dica, mi son ritrovata con le mani in pasta, a fare pasticcini e pasticci!!! :D La ricetta originale la trovate qui, la versione Ammodomio invece è questa!

Pasticcini da té (impasto sablée)
  • 600g di farina "00"(circa)
  • 250 g di burro
  • 150g di zucchero Zefiro
  • 125 ml di olio extra vergine d'oliva
  • 2 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • semi di mezza bacca di vaniglia
  • buccia di mezzo limone
  • un pizzico di sale
Per prima cosa ho messo a macerare la buccia di limone ed i semi della vaniglia nella giusta quantità di olio, li ho lasciati per una notte ed ho poi filtrato l'olio. Ho lasciato il burro a temperatura ambiente per ammorbidirlo fino alla consistenza c.d. "a pomata" e l'ho montato bene con le fruste elettriche insieme allo zucchero; ho aggiunto l'olio a filo e le uova, continuando a montare fino ad avere una massa spumosa. Ho mescolato a poco a poco la farina setacciata insieme al lievito, lavorando ancora l'impasto con le fruste. A questo punto è arrivato il bello: avrei dovuto formare i biscottini usando la tasca da pasticcere con la bocchetta a stella.La mia bocchetta però era troppo piccola e l'impasto non passava assolutamente. Allora ho tirato fuori dal fondo di un cassetto una bocchetta piuttosto grande. Non avendo però la sac à poche adatta, l'ho utilizzata ugualmente mettendoci direttamente l'impasto dentro e spingendo col pollice! :DDDDD
Ho infornato infine i pasticcini a 200°, per circa 10 minuti e li ho decorati con ciliegine candite, nocciole, mandorle o cioccolato fuso.
P.S. Nocciole e mandorle le ho aggiunte prima di infornare, le ciliegine dopo, perché me le sono dimenticate! :DDDD
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.


Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...