lunedì 7 luglio 2014

Cupola di riso con prosciutto di San Daniele DOP e piselli

 "Cuocere un prosciutto così buono è un vero delitto", mi sono detta, pensando alla ricetta da proporre all'ISIT.
Come vi avevo già accennato, siccome ho svezzato la figlia a pappine col San Daniele, sono partita proprio da quel ricordo per elaborare la Cupola di riso con prosciutto di San Daniele e piselli che vi propongo oggi
Che pappa preparavo a Simona quando era piccolina? Mettevo a bagno nel latte, per qualche ora, 2-3 di fettine di prosciutto crudo private del grasso, poi le sgocciolavo e le frullavo con l'omogenizzatore. Infine condivo la pastina adatta ai poppanti con la crema di prosciutto ottenuta, un cucchiaino di olio extravergine e uno di parmigiano. Tutto qui! ^_^


Cupola di riso

Detto ciò, ed esaudita la richiesta delle food blogger neo mamme, passiamo alla ricetta vera e propria, pensata apposta per essere il più semplice e leggera possibile, senza per questo perdere gusto e sapore, anzi per esaltare le caratteristiche del celebre prosciutto di San Daniele DOP. :P

Cupola di riso con prosciutto di San Daniele DOP e piselli


CUPOLA413

Ingredienti per un piccolo stampo da ciambella di cm 20 di diametro- altezza 5 cm  ( per 6-8 persone) :
300 gr di prosciutto di San Daniele DOP affettato sottile,  di cui circa 30-40 gr tagliato a listarelle
350 gr di riso (circa) 
250 gr di piselli già sgranati (ho usato i piselli novelli surgelati)
1 bicchiere di panna fresca
1 spicchio di cipolla bianca
50 gr di mozzarella fior di latte tagliata a dadini piccolissimi
3-4 manciate di parmigiano grattugiato
olio extravergine q. b.
poco burro solo per spennellare lo stampo

Per prima cosa bisogna imburrare lo stampo e foderarlo con una larga striscia di carta forno bagnata e strizzata benissimo, e successivamente con una parte delle fette di prosciutto, messe in bell'ordine una accanto all'altra, appena sovrapposte tra loro. Tutto il prosciutto che avanza, tranne una piccola fetta per le decorazioni finali, va messo a bagno in una ciotola con la panna. Coprire stampo e ciotola con due piatti e porre in frigo. Mettere a cuocere i piselli con un paio di cucchiai di olio extravergine, la cipolla affettata a velo, il prosciutto a listarelle. Dopo aver fatto insaporire il tutto nell'olio caldo, aggiungere l'acqua fino a coprire i piselli, aggiustare di sale e portare a cottura. A questo punto bisogna frullare il prosciutto tenuto a bagno nella panna e metterlo in frigo. Tenere da parte anche la panna utilizzata che servirà per mantecare il riso.  Ora possiamo preocedere alla cottura del riso...
In una casseruola con pochissimo olio extravergine sul fondo, far tostare il riso e sempre mescolandolo portarlo a cottura come un risotto, aggiungendo  man mano con un mestolom semplice acqua bollente salata che sarà  stata messa a bollire in un altro tegame a parte. Appena il riso sarà cotto, mescolarvi subito la crema di prosciutto ben fredda, un po' della panna tenuta da parte, il formaggio grattugito e la mozzarella a dadini, quindi versarlo nello stampo rivestisto di prosciutto che avevamo preparato in precedenza. Sbattere lo stampo sul piano di lavoro per far compattare bene il riso, lasciar intiepidire e rassodare il tutto prima di sformare la cupola su un piatto da portata. Mettere i piselli ben caldi nel foro centrale, decorare con foglie di menta e erba cipollina, e portare in tavola.

CUPOLA26


Naturalmente si può preparare tutto con largo anticipo e cuocere solo il riso all'ultimo momento. C'è da dire comunque che la preparazione può essere consumata fredda - no di frigo -  a temperatura ambiente, senza perdere nulla del suo sapore. Anzi, a dirla tutta, a noi è piaciuta moltissimo proprio così, servito dopo qualche ora dalla cottura a temperatura ambiente.


 Buon inizio settimana,


Ornella


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2014© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved









Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...