venerdì 4 ottobre 2013

Pane integrale al miele con fiocchi e crusca di avena.


Oggi, c'è bisogno di un buon pane per riconciliarmi con il mondo esterno: niente per me è più buono del pane, nulla mi mette più di buon umore del suo profumo e oggi sono felicissima, anche di condividere con voi questo pane.

Non so voi, ma a me i prodotti a base di avena piacciono tutti: dal pane ai biscotti al muesli, persino il tanto vituperato Porridge inglese non mi dispiace. ;)
 
 Questa estate negli USA, ho avuto il piacere di provare dei buonissimi pani con avena integrale che mi hanno conquistata. Forse un po' troppo dolci, per l'abitudine tutta statunitense di infilare lo zucchero in dosi massicce un po' ovunque (anche nella vinaigrette dell'insalata !!), ma dal sapore intenso di avena e profumati di miele.








 

Inutile dire che appena la temperatura è calata, ho subito provato a replicare tra le pareti domestiche questi pani e debbo dire che dopo un paio di tentativi sono riuscita ad ottenere un buon prodotto: un pane soffice e profumato, ricco in fibre e dolce al punto giusto, tanto da accompagnarsi perfettamente sia al dolce che al salato.
Ecco la mia versione del famoso "Oat and honey bread ", perfetto per queste prime giornate di pioggia che annunciano il cambio di stagione.


PANE INTEGRALE CON AVENA E MIELE




 

Per il composto di avena:

125 g di fiocchi di avena integrali
50 g di crusca di avena
50 g di zucchero integrale di canna
60 ml di olio
1 cucchiaino di sale
2 cucchiaini di miele
350 ml di latte intero

Riscaldare fino all'ebollizione il latte e versarlo bollente in una ciotola dove sono stati miscelati tutti gli altri ingredienti. Mescolare bene e lasciar intiepidire il composto che assumerà l'aspetto di una polenta mobida.

Per l'impasto:
 
400 g di farina di grano mista (integrale e tipo "0". Per me, metà e metà)
12 g di lievito di birra fresco (o mezza bustina di quello liofilizzato)
100 ml di acqua tiepida
1 cucchiaino di zucchero
semi di girasole, o uvetta, o cranberries (facoltativi)

In un bicchiere, preferibilmente di plastica, sciogliere il lievito di birra nell'acqua tiepida insieme al cucchiaino di zucchero, mescolando vigorosamente. Coprire e lasciare fermentare qualche minuto: si formerà un'abbondante e densa schiuma.
In una ciotola setacciare la farina e creare un buco al centro. Versarvi il liquido fermentato e incorporare poca farina, in modo da ottenere un panettino morbido. Coprirlo con la farina e lasciarlo lievitare finché non sarà raddoppiato e la farina apparirà screpolata.
 
A questo punto iniziare l'impasto unendo il composto di avena, ormai appena tiepido, alla farina e al panetto preparato. Si può fare l'impasto a mano, con una impastatrice, o anche nella macchina del pane. Lavorare bene l'impasto che alla fine deve essere morbido, ma non troppo appiccicoso.
Potete arricchire il pane con dei semi, o con dell'uvetta, o con gli americanissimi cranberries essiccati, oppure lasciarlo semplice.
Ottenuto l'impasto, fatelo lievitare fino al raddoppio.
 
La dose indicata di farina è indicativa perché dipende molto dalla qualità e tipo della farina stessa ed anche dal tipo di fiocchi di avena utilizzati. Quindi non vi preoccupate se sarà necessario aggiungerne uno o due cucchiai in più.
 
Senza sgonfiarlo troppo e con delicatezza, rovesciare l'impasto sul tavolo da lavoro appena infarinato e con le mani dargli la forma di un rettangolo, con il lato più corto pari alla lunghezza dello stampo da plum cake. Arrotololare su stesso l'impasto, formando un rotolo e posizionarlo all'interno del tegame. Coprire con pellicola e far lievitare fino a che il pane non ha formato una bella cupoletta al di sopra del bordo del tegame. Se si vuole, spennellare con dell'albume d'uovo e cospargere di fiocchi d'avena.
 
Cuocere in forno a 220°C per 25 minuti circa. All'uscita dal forno si può spennellare il pane con un po' di burro fuso, per rendere morbida  e lucida la crosta.
Sformare il pane e lasciarlo freddare su una gratella. Si mantiene per 4-5 giorni in una bustina di cellophane.
 
   



 
 

A presto,
 
Paola






Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...