lunedì 4 giugno 2012

Tortine vintage

Riemergo dopo un lungo periodo piuttosto impegnato, proponendovi delle tortine semplici, ma deliziose che ci riportano lontano nel tempo, quando i dolci, quelli buoni della festa, sapevano di crema, panna e pan di Spagna, colorati e profumati con il vecchio e casalingo alchermes.....





 




Certo che presentare queste tortine oggi, all'indomani del celebrato e strombazzato festival del cake design, dove le torte sono state seppellite da chili di decorazioni in pasta di zucchero, sembra quasi essere una provocazione, ma che vi debbo dire?? I nostri dolci tradizionali, qualunque essi siano, sono un nostro patrimonio e tirarli fuori dal cassetto, dove mode del momento li vogliono confinati, non lo trovo un gesto da reazionaria.
 Vero è che mi piace sempre andare contro corrente, ma, scusate, a voi non piacciono?? Mangiandoli non vi riportano indietro a momenti di festa, condivisi con amici e parenti? E siccome la pasticceria italiana è così vasta,ognuno ha il proprio dolce della festa, farne un elenco sarebbe troppo lungo e faticoso.
Eppure sembra che ora non sia possibile proporre altro che un ciambellone coperto di pasta di zucchero e decorato fino all'inverosimile.....per carità, queste torte hanno certamente un loro ambito che non è da sottovalutare, ma come in  tutte le cose di questo mondo, ci vuole un po' di moderazione. 

In questo senso credo che il cosidetto "cake design", almeno per come ce lo propongono,  non abbia assolto al suo scopo che era quello di dare nuovo impulso alla pasticceria tradizionale. Coprire con chili di pasta di zucchero una quattro quarti , non è certo rinnovare la pasticceria: stendere un velo, per quanto bello e decorato, sopra un qualcosa di vecchio e scontato, non è innovazione.
La pasticceria è qualcosa di complesso, come del resto tutto quello che intendiamo sotto la parola cibo, o meglio food, che fa più tendenza. Tutti i sensi debbono essere coinvolti, ma certamente il gusto deve avere una posizione predominante....

E allora ieri ho preparato questi dolcetti monoporzione, assolutamente vintage, dove la decorazione è il classico e vituperato ciuffo di panna sormontato dalla proverbiale ciliegina!
Ma quanto sono buoni?


TORTINE VINTAGE

per 12 tortine

260 g di farina tipo"00"
150 g di zucchero
125 ml di latte fresco
125 g di burro morbido
2 uova
mezza bustina di lievito (8g circa)
un pizzico di sale
vaniglia- limone


Montare con delle fruste elettriche il burro morbido con  lo zucchero, il sale e gli aromi, in modo da ottenere un composto soffice e ben areato. Unire le uova sbattute a poco, a poco, montando fino a loro completo assorbimento nel composto. Aggiungere quindi la farina mescolata al lievito, lavorando appena per farla assorbire. Infine unire  il latte a temperatura ambiente, mescolando con un cucchiaio.
Distrbuire il composto in una teglia da 12 muffins, rivestita dai pirottini in carta appositi.
Cuocere a 180°C per circa 20 minuti.









Una volta fredde, svuotare l'interno delle tortine, creando un incavo che ospiterà il ripieno. Io ho utilizzato una classica crema pasticciera e una bagna all' Alchermes per ricreare il sapore della "vecchia zuppa inglese", ma nulla vieta di scegliere altri ripieni più confacenti ai nostri gusti o ricordi (crema di ricotta e maraschino, crema al mascarpone e caffè...).

Bagnate quindi le basi e riempito l'incavo con la crema, non resta che decorare con un bel ciuffo di panna montata e perchè no, con una bella ciliegia candita!









In fondo, ma quanti cupcake ricoperti in pasta di zucchero non riportano fedelmente l'immagine di queste tortine, coprendoli di pasta di zucchero e sostituendo la ciliegina con una bella imitazione modellata da sapienti mani?



P.S. Un saluto ed un grazie ad Ilaria per il bellissimo sfondo (vintage) di queste tortine !! :)


A presto,

Paola



Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright 2010-2012© Interno Otto - All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...