domenica 12 dicembre 2010

La colazione di Natale... ma anche no!

Dopo qualche giorno di pausa, necessario a sedimentare i consigli ed i suggerimenti di Csaba, tornano le piccole strisce dal mondo pre-natalizio della nostra eroina. Tema di venerdì è stata la colazione di Natale.
Quale momento migliore per riunirsi tutti intorno alla tavola della piccola colazione, se non la magica mattina di Natale? 
Per non sbagliare Csaba pensa di preparare un bel pane semi-dolce della tradizione svedese, che per il suo colore dorato e la sua forma a mazzo di rose, fa subito festa....La ricetta è un classico pane arricchito con burro, poco zucchero e uova: ma l’ingrediente magico è lo zafferano che darà profumo, ma soprattutto colore al pane. Csaba ci dà le dosi di questo pane solo parzialmente partendo dalla farina, 500 g, e dal latte, 220 ml. Scalda il latte, ci sbriciola 15 grammi di lievito di birra, unisce un uovo e poi lo zafferano sciolto in due cucchiai di acqua calda.


DSCF0168



Sbatte tutto con una forchetta all'interno di un caraffone in vetro e versa il miscuglio all’interno della planetaria, dove già sono presenti farina e zucchero.Fa iniziare l’impasto mentre fonde del burro (50 g ), in un tegamino che poi aggiungerà alla pasta già formata dalla macchina. Per lo zafferano indica una quantità di due bustine di polvere, oppure di una manciata di pistilli da tenere in ammollo per più ore.
Ora è chiaro che questa dose di proporzioni stratosferiche sia una svista, ma per chi segue Csaba pedissequamente in tutto ciò che dice e in ciò che fa, potrebbe prendere per buona questa indicazione e trovarsi a staccare un assegno per realizzare questo semplice pane da colazione. Per chi dunque ha veramente voglia di andare sul sicuro per realizzare questo pane, farebbe cosa santa di acquistare il libro di Linda Collister del 2004, “Bread: From Ciabatta to Rye” dove la ricetta è ben spiegata e da dove la stessa Csaba l’ha tratta....
Per chi non ha voglia di acquistare il libro in versione originale o quello in italiano edito, (guarda caso), dalla Luxury Books, può benissimo seguire una appassionata di cucina come noi che nel suo blog ha realizzato in maniera perfetta questo pane. Peccato che Csaba non ci dica tutto questo, ma ci lascia solo alle sue quantomai sommarie spiegazioni e realizzazione.
Non mi dilungo su quanto Csaba ha fatto in seguito, dato che c’è nel web chi lo ha ben realizzato e raccontato, ma vorrei riportare le sue ultime raccomandazioni. Non appena ha sfornato il pane, ella ci dice che possiamo andare a prepararci, svegliare il resto della famiglia ed accomodarci a tavola, per gustare in famiglia questo piccolo bouquet di rose dorate.


DSCF0169


Ora, essendo un pane a doppia lievitatura e calcolando anche il tempo necessario per impastarlo, forgiarlo e cuocerlo, tenendo anche conto che la colazione possa avvenire intorno alle 8.30- 9.00 del mattino, in pratica, al ritorno dalla Messa di mezzanotte, possiamo concederci giusto tre ore di sonno per poi alzarci per preparare il pane e la tavola. Csaba ci augura Merry Christmas e mai come ora, questo augurio sembra essere quasi canzonatorio.


DSCF0172



In sala, Csaba ci accoglie sorridente e riposata come non mai, ai bordi della tavola allestita per la colazione. Il pane da lei preparato, ovviamente non c’è, ma al suo posto c’è un cestino con diversi panini. Questo dipende dal fatto che le preparazioni in cucina sono state realizzate in uno studio in Italia, mentre gli allestimenti in sala sono stati girati in Belgio, in uno show room della nota casa di cui lei ha una rivendita a Milano.


DSCF0173


Sulla tavola corre da un capo all’altro una particolare striscia decorativa, una chemin de table, in pelliccia grigiastra che ricade anche al qua della tavola stessa. Su questa sorta di animale oblungo e piatto, sono disposti dei portacandele a forma di bicchiere, nei toni del marrone, dell’oro e del prugna, nonchè una serie di palline in vetro argentato e degli abeti in cera dorata che al momento della colazione verrano accesi come candele supplementari.


DSCF0170


I plassé sono delimitati dai consueti sottopiatti in rattan su cui sono disposti dei piatti bianchi bordati da una striscia colorata in lilla pallido e riga argento. Sopra i piatti vengono disposte le tazzine da caffè, con il manico disposto a destra, corredate dal loro piattino, su cui è posto il cucchiaino da caffè.


DSCF0175


Prendono poi posto sulla tavola, la zuccheriera, la brocca con il succo di frutta, la teiera (Csaba ha scelto il tè per la colazione, anche se ha disposto le tazzine da caffè...) una caraffa termica sempre rivestita in rattan. Csaba ci dice di predisporre quasi tutto la sera prima, mentre la mattina, quando gli altri dormono, terminare la tavola con le porcellane e le posate. A finire la tavola i bicchieri a calice corto, i tovaglioli in lino bianchi bordati di argento e le posate, coltello e forchetta, poste sul nudo tavolo. Volendo, si può mettere il tovagliolo a destra e porvi sopra il coltello per non graffiare il tavolo.


DSCF0177


Tutto è pronto e Csaba ci assicura che possiamo anche noi sederci e vivere questo magico momento....Merry Christmas!
Le altre puntate di Csaba le trovate qui qui e qui
Paola


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Interno Otto - All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...