giovedì 2 settembre 2010

Settembre

Eheheheheheh... Stefania, è arrivato il tuo momento! 
Sei tu la vincitrice del Paginone di Settembre!!!!!!!!
Crediamo che il suo blog lo conosciate tutti, che la  dolcezza, la  disponibilità siano ingredienti fondamentali della sua personalità. Il suo post  a nostro parere, è uno di quelli da incorniciare, sia per l'atmosfera che è riscita a ricreare che per la ricetta, davvero particolare.



Siamo certe della bontà di questa confettura, anche perché lo stesso abbinamento l'abbiamo provato  l'anno scorso. Il procedimento invece è divero, molto molto interessante e certamente da sperimentare. 
Il sapore dei ricordi di Stefania ha aggiunto quel tocco magico che ce l'ha fatta scegliere ad occhi chiusi.  
sì, checché ne vogliate pensare voi,  per noi il cibo è un modo per comunicare emozioni e Stefania ci è riuscita benissimo!
Grazie infinite a lei ed a tutti voi per la partecipazione, vi aspettiamo numerosi per il paginone di Ottobre...
 Un saluto affettuoso,
,Ornella e Simona

CONFETTURA DI ALBICOCCHE E MANDORLE di Araba Felice

600g di albicocche, pesate con il nocciolo
500g di zucchero
50g di mandorle
il succo di un grosso limone
150ml di acqua
2 cm circa di zenzero fresco


Pulire le albicocche, denocciolarle e tagliarle in pezzetti. Irrorare con il succo di limone e far riposare mezz'ora.
In una pentola capiente versare lo zucchero e l'acqua. Su fuoco basso far sciogliere lentamente lo zucchero, mescolando. Appena sciolto, alzare un po' la fiamma e portare il composto a bollore.
Versarvi quindi le albicocche a pezzetti e lo zenzero in fettine molto sottili.
Far bollire dolcemente, sempre controllando e mescolando di tanto in tanto, per un'ora  e mezzo circa, o finchè la frutta sarà disfatta nello sciroppo.
Il fuoco troppo alto farebbe bruciare la marmellata, quindi attenzione.
Fare poi la prova piattino, dato che raffreddando addensa ulterioriormente.
A fine cottura unire le mandorle, metà tritate grossolanamente e metà intere, e bollire altri 5 minuti.
Invasare la marmellata ancora calda nei vasi puliti e sterilizzati, chiuderli e farli raffreddare capovolti.
Conservarli in dispensa.
I vasetti una volta aperti vanno conservati in frigo, e consumati nel giro di un mese circa.






NOTE:
- questa marmellata è ancora più buona se la fate riposare qualche giorno prima di gustarla, dato che le mandorle infonderanno il tutto del loro aroma.


-per sterilizzare i vasetti vuoti, basta metterli in forno a 120 gradi per un'oretta.


- se volete sterilizzare i vasetti dopo averli riempiti, si può usare il classico metodo della pentola di acqua bollente per mezz'ora. I vasetti vanno però avvolti in stracci, in modo che non si rompano, e fatti raffreddare nella stessa acqua.


Copyright © Ornella Ammodomio - All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...