venerdì 4 giugno 2010

Pasta alla Crudaiola

Se si hanno tante cose da fare, compreso cercare di capire come fare una foto che non faccia proprio ribrezzo, che comunichi in qualche modo la bontà di un cibo, non si ha certo il tempo di spignattare...



Quella che vi propongo perciò, è quasi una non-ricetta, tutt'altro che complicata, ottima d'estate, a patto che si adottino dei semplicissimi accorgimenti.
Se non l'avete mai preparata, provatela e fatemi sapere. Ingrediente fondamentale nella Pasta alla Crudaiola è la Ricotta Marzotica, un tipo di formaggio pugliese non sempre reperibile facilmente. E' una ricotta dura di pecora, salata e stagionata per 20-30 giorni, molto saporita, che potrebbe essere sostituita da quella detta Toscanella o dalla Ricotta greca, se proprio non la trovate, potrebbe andar bene anche il Cacioricotta, il meno stagionato possibile.
Preparate il condimento, mettetelo in frigo e andatevene al mare... al ritorno dovrete solo lessare la pasta, finire di condire, mescolare e portare in tavola!


Pasta alla Crudaiola



Ingredienti:
  • 350-400 gr di sedani rigati (De Cecco)
  • 10-15 pomodori ciliegini o perini
  • Ricotta Marzotica q.b.
  • Un mazzetto di basilico
  • olio extravergine d'oliva pugliese q.b.
  • 1 spicchio di aglio
  • sale q.b.
Tagliate i pomodorini a piccolissimi filetti, poneteli in una ciotola capiente che dovrà contenere anche la pasta e salateli appena.
Come raccomanda
Csaba dalla Zorza (novella Donna Letizia della TV), non usate assolutamente coppe in plastica, ma preferite una zuppiera oppure singole ciotole di ceramica o porcellana, per dare un "tono" elegante ad una pasta semplice semplice e povera povera! :DDDDDDDDDD

Aggiungete lo spicchio d'aglio (intero), metà del basilico (spezzettato a mano) un buon giro d'olio e la ricotta marzotica grattugiata al momento (con una grattugia a fori larghi) in quantità pari a 5-6 cucchiai colmi. Non mescolate, ma ponete la ciotola, coperta con pellicola, in frigo almeno per un'ora, ma anche più.
Qualche minuto prima di andare a tavola, lessate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela bene (senza passarla sotto l'acqua fredda, per carità!) e mettetela nella zuppiera con il condimento ben freddo. Sulla pasta calda fate un bel giro d'olio, aggiungete altra ricotta marzotica grattugiata al momento ed il basilico che avrete tenuto da parte.
Solo ora potrete mescolare bene, togliere lo spicchio d'aglio e servire.




Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2011© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...