giovedì 15 aprile 2010

Carciofini sott'olio (Oremus)


A volte in cucina bisogna raccomandarsi l'anima a Dio...

Essì, perchè come nelle migliori tradizioni della cucina di una volta, i tempi giusti di cottura si possono calcolare solo pregando!!!! :))
Questa cosa mi ha sempre divertito moltissimo, così quando mi sono ritrovata a fare un certo tipo di preparazioni le cui ricette si tramandano di bocca in bocca, ho pregato con devozione ed il risultato non mi ha mai deluso.

I carciofini sott'olio sono una di quelle bontà di cui a casa mia non si può fare a meno. Non ne preparo mai gradi quantità, perchè devono durare soltanto per l'estate, da consumarsi con le friselle, nelle fresche insalate, come piccolo contorno per piatti di carne e di pesce crudi- in carpaccio -. bolliti oppure arrosto.
A me i Carciofini piacciono appena sbollentati, senza alcun aroma che ne copra il sapore, per potersi adattare meglio ad ogni pietanza, ma è possibile aggiungere aglio e prezzemolo o mentuccia. Fondamentale è l'uso di un ottimo olio extra-vergine d'oliva, di barattoli sterilizzati a chiusura ermetica, carciofi piccoli e teneri.

Carciofini sott'olio
Ingredienti:
  • 2 kg di carciofi
  • 1 litro di aceto bianco di vino ( circa)
  • 1 litro di acqua ( circa)
  • 3.4 limoni
  • sale grosso q.b.
  • aglio, prezzemolo o mentuccia (facoltativi)
Pulite bene i Carciofini, spuntandoli e togliendo le foglie dure. Strofinateli accuratamente con mezzo limone e man mano, metteteli in una ciotola piena d'acqua fredda con i limoni tagliati a spicchi.
In una
capiente pentola d'acciaio, portate a lieve bollore la soluzione di acqua ed aceto, aggiungete il sale e calatevi i carciofi, lasciandoli cuocere mescolando di tanto in tanto con un cucchiaio di legno) per il tempo di un "Credo"!
Si avete capito bene, dovete recitare la preghiera (da quando il liquido riprende il bollore) così i carciofi saranno arrivati alla giusta consistenza. :D

Scolateli con il mestolo forato, deponeteli su un canovaccio pulito e lasciateli asciugare. Appena saranno pronti, li metterete nei vasi di vetro, senza premerli troppo, cercando di sistemarli nel modo più opportuno. Riempite di olio i vasi e teneteli in vista per qualche giorno. Il livello dell'olio infatti, tende a scendere e dev'essere di volta in volta,rabboccato sino a coprire i Carciofi.
Chiudete i vasi, conservateli in dispensa al buio per tutta l'estate.

P.S.: Per colpa della luce non proprio adatta, le foto non rendono giustizia al colore dei carciofini, che - credete a me - con questo sistema, vengono belli chiari!


PP.S. Questo voleva essere un post "leggero", con una preparazione semplicissima!
Dai vostri commenti però, mi sono accorta che occorre fare qualche precisazione sui tempi di cottura.
La prima variabile è costituita dalla grandezza dei carciofi che, se troppo grandi, devono essere tagliati a spicchi. In ogni caso la cottura, se pur breve, deve essere giustamente saggiata con la forchetta.
Il tempo che ho indicato approssimativamente da calcolarsi recitando la preghiera, deve tener conto che le nostre nonne pregavano in Latino (spesso maccheronico :D), e che l'atto rituale comprendeva il "Segno di Croce".
Allora, per Sandra (che non la ricorda) e per chi volesse cronometrare - ahahahahahah...- eccovi il testo del Credo:

In nòmine Patris, et Fìlii, et Spìritus Sàncti.
Amen.

Credo in Deum, Patrem omnipotèntem,
Creatòrem coeli et terrae.
Et in Jesum Christum, Filium ejus ùnicum, Dòminum nostrum,
qui concèptus est de Spìritu Sancto,
natus ex Marìa Vìrgine,
passus sub Pòntio Pilàto,
crucifìxus, mòrtuus, et sepùltus:
descèndit ad ìnferos:
tèrtia die resurrèxit a mòrtuis:
ascèndit ad coelos,
sedet ad dèxteram Dei Patris omnipotèntis:
inde ventùrus est judicàre vivos et mòrtuos.
Credo in Spìritum Sanctum,
sanctam Ecclèsiam cathòlicam,
sanctòrum communiònem,
remissiònem peccatòrum,
carnis resurrectiònem,
vitam aetèrnam.
Amen.

In nòmine Patris, et Fìlii, et Spìritus Sàncti.
Amen.




Archivio ricette torna in Home Page

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.

Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...