sabato 17 novembre 2018

Marmellata di arance di Porzia|Ricetta de La Cucina Italiana

Dopo anni di conoscenza virtuale ho finalmente incontrato di persona la mitica "zia Porzia" che sul forum de La Cucina Italiana condivideva, con garbo e generosità, ricette e consigli.
 Ve li ricordate i suoi Occhi di bue? Sono i migliori in assoluto tra tutte le ricette che circolano nel web.
Be', qualche giorno fa mi ha telefonato dicendomi:" E' mai possibile che pur vivendo nella stessa città non ci si debba mai incontrare? Ce lo vogliamo prendere un caffè insieme?"
E così l'altra mattina ci siamo trovate a chiacchierare davanti ad un buon caffè. Che piacevole mattinata! Il tempo è volato senza quasi toccare l'argomento"cucina"... 
Prima di salutarci Porzia ha preso dalla borsa un barattolo di marmellata di arance che aveva fatto il giorno prima e mi ha raccontato che la ricetta l'aveva trovatata 40 anni fa proprio su un numero de La Cucina Italiana.
Quando l'ho provata non ho potuto fare a meno di chiederle la ricetta. E' davvero la migliore mai assaggiata sia per consistenza che per sapore.
Presa dall'entusiasmo, ho scattato al volo una foto al volo col telefonino mentre facevo colazione e l'ho pubblicata sul mio account Instagram dove condivido quasi in tempo reale alcuni momenti della mia giornata in cucina. Chi di voi mi segue lo sa:scatto foto senza un minimo di criterio, in condizioni di luce anche proibitive, solo per condividere davvero momenti reali.
Vabbè, beccatevi 'sta foto che non è certo nello stile "bloggettaro" e segnatevi la ricetta: vi assicuro che mi ringrazierete.

Marmellata di arance di Porzia



2 Kg di arance non trattate
800 gr di zucchero per ogni kg di polpa
il succo di 2 limoni per ogni kg di polpa
400 gr di acqua per ogni kg di polpa

Privare le arance della parte arancione della buccia, senza dunque traccia di albedo. Tagliarla a striscioline sottilissime e sblollentarle due volte cambiando l'acqua. Scolarle e lasciarle da parte a sgocciolare. Pelare a vivo le arance affettandole a fette sottili; scartare residui di bucce e noccioli, quindi pesare il ricavato. A questo punto in un tegame da fondo spesso  mettere la polpa, lo zucchero, il succo di limone nelle proporzioni indicate per ogni chilo di polpa, aggiungere le scorzette sbollentate e far cuocere a fuoco basso per circa un'ora e mezza. Fare la prova piattino(*) e invasare la marmellata bollente in barattoli di vetro sterilizzati. Chiudere col coperchio e capovolgere i vasetti fino a completo raffreddamento. 
Se la preparate in questi giorni può essere un ottimo regalo di Natale per le amiche golose.

(*) La prova piattino consente di verificare la giusta consistenza della marmellata. Mettere un cucchiaino di marmellata su un piattino, attendere qualche minuto che si raffreddi un poco, quindi inclinare il piattino leggermente e controllare che il composto non scivoli troppo velocemente.

Alla prossima,

Ornella

 Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...