giovedì 16 luglio 2009

La torta del 3 di Paola Lazzari



Credo abbiate capito che a volte prendo a pretesto una ricetta per fare quattro chiacchiere con voi, per sorridere insieme, per ricordare...Questa volta però, la ricetta c'è e ... che ricetta!Paola è una delle persone più deliziose che abbia mai incontrato nel web, la sua gentilezza e disponibilità è direttamente proporzionale alla sua abilità in cucina. Il gusto delle sue preparazioni unito alle decorazioni sempre raffinatissime e mai eccessive, fa la differenza. Non c'è nient' altro da dire se non che, mai come nel caso di Paola, l'abusata frase" la classe non è acqua", calzi proprio a pennello!Questa sublime torta di ricotta mi ha conquistato subito, ho letto per bene la ricetta e non avuto indugi. L'unico dubbio che si è affacciato alla mia mente è stato chiedermi perché mai si affermi che il 3 sia il numero perfetto. Avete una vostra spiegazione? Mi piacerebbe conoscerla... io ho trovato la mia, mentre riducevo a crema la ricotta con lo zucchero, aggiungevo le uova... E' noto che il numero 3 un po' per tutti i popoli sia l'unione del maschile e del femminile. Se non ricordo male per gli antichi rappresentava il Sole e la Terra che insieme generano la Natura. Insomma, il simbolo dell'unione di due Entità che riconducono all'Unità.Be', provate a fare la torta di Paola e poi mi saprete dire, dopo averla assaggiata, se vi ha riconciliato col sole, con la terra, con la natura e non vi ha fatto capire la ragione per la quale il 3 è il numero perfetto!

Torta del tre di Paola Lazzari
Ingredienti:
  • 3 hg di ricotta di pecora
  • 3 hg di zucchero
  • 3 uova
  • 3 hg di farina tipo"00"
  • 3 cucchiai di burro morbido
  • 3 cucchiai di latte
  • 3 cucchiai di succo di limone
  • 3 cucchiaini di lievito
  • Scorza di limone e vaniglia
  • Cioccolato fondente (100 g)


In un mixer lavorare la ricotta con lo zucchero fino ad ottenere una crema liscia, priva di granuli, unire il burro morbido e quindi le uova intere, uno alla volta.Aggiungere gli aromi, il succo di limone, ed il latte. Azionare ancora il mixer per qualche secondo ed infine unire la farina mescolata al lievito, lavorando il tutto brevemente. Versare l'impasto in una teglia (diametro 24cm) imburrata ed infarinata e cospargere la superficie di cioccolato fondente in pezzi, facendoli affondare leggermente. Cuocere in forno a 180°C per circa 45 minuti. Spolverizzare con cacao e zucchero a velo.


P.S. Le foto, insieme alla ricetta, mi sono state gentilmente concesse da Paola Lazzari e sono coperte da copyright.Vi consiglio di ammirare le sue creazioni anche QUI La mia torta è finita nelle nostre 3 bocche voraci nel giro di 3 minuti... neppure 3 secondi di tempo per fotografare! :D


Edit del 1 Giugno 2013
Questa torta è finita sul sito di Repubblica.it grazie a lei, a riprova del fatto che le ricette semplice e buone, senza tanti arzigogoli hanno sempre successo.  Da circa tre anni Paola Lazzari scrive su Ammodomio nel suo spazio Interno Otto dove troverete l'elenco di tutti i suoi post.
Questa ricetta della Torta del tre è edita nella sua raccolta di ricette e storie (acquistabile on line cliccando qui sul titolo)  "DOLCI (E) STORIE DI MAREMMA".


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2013© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...