sabato 27 giugno 2009

Palmiers

Lo confesso, la pasta sfoglia è un mio tabù, non ho mai provato a farla in casa, anche se tutti mi dicono che non è così complicata e che il sapore non è assolutamente paragonabile a quella surgelata in commercio.



Prima o poi tenterò... per il momento mi sono limitata a fare le Palmiers con la pasta sfoglia già pronta e mi è bastato!

Sembra facilissimo ed invece mi sono accorta a mie spese che si deve fare attenzione... la prima volta le ho bruciate, la seconda mi sono ustionata le dita, quindi se vi volete cimentare in questa preparazione, mettevi calmi...
Se usate la sfoglia già stesa, dovete cospargerla di zucchero semolato-io ho usato lo Zefiro- passarci sopra il matterello con delicatezza e spennellare con poco burro ridotto a pomata. Qui viene il bello...dividete
idealmente la sfoglia in senso verticale, in sei strisce di uguali dimensioni e cominciate a piegare i lembi esterni verso il centro una prima volta- i primi due rettangoli esterni sui secondi- e poi ancora entrambi portandoli a centro. A questo punto, vi troverete con due rettangoli di uguali dimensioni.
Mettete di nuovo un po' di zucchero, passateci sopra con delicatezza il matterello, portate le due strisce l'una sull'altra, avvolgete tutto nella pellicola e mettete in frigo per almeno una mezzora. Trascorso il tempo necessario, con un coltello ben affilato tagliate la pasta a fettine larghe un dito. Disponete le Palmiers sulla teglia rivestita di carta forno, allargandole un poco nella parte superiore ed infornate a 180°. Dopo circa 10 minuti-questo dipende dal forno- con una paletta rigirate le palmiers-non fatelo con le dita, mi raccomando- e portate a cottura dall'altro lato.

Va da sè che con lo stesso sistema si possono fare anche salate aggiungendo parmigiano e speck.
In realtà, è più difficile a dirsi che a farsi...

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.
Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...