giovedì 26 agosto 2010

Pummidori skattarisciàti

A scanso di equivoci ve lo dico subito....
Questa non è un'altra ricetta teteska ti Cermania, non temete: è un piatto che parla pugliese, anzi più precisamente salentino!!!!!! :)))))
Quanti di voi sono già stati in vacanza in Puglia quest'anno? Pare tantissimi, graziaddio!
Spero abbiate scoperto una Regione che non è solo sinonimo di orecchiette e cime di rapa; pizzica e taranta; tarallucci e vino; trulli e sagre paesane; Lino Banfi, Niky, e Caparezza! 
Mi auguro che abbiate visitato centri storici, musei, pinacoteche,  castelli, masserie fortificate, ipogei e grotte; che siate stati rapiti dalla affascinante armonia  del Romanico e del Barocco che coesistono insieme da secoli; che abbiate apprezzato la nostra eno-gastronomia di eccelenza in tutte le sue moltepici forme.




Pummidori skattarisciàti




Dite la verità, quante friselle  e pomodori vi siete portati a casa? Avete raccolto i capperi che crescono spontanei lungo i sentieri che portano al mare? E almeno una bottiglia del nostro profumatissimo olio extravergine l'avete comprata? Beh, se non sapete come mettere insieme tutte queste meraviglie della natura, se volete sentirvi ancora in vacanza, se lu sule, lu mare, lu jento dellu Salento, vi hanno colpito al cuore e avete ancora in mente la luce, i colori, i profumi della Puglia, preparatevi un "ricchissimo" piatto di Pummidori skattarisciàti.

Pummidori skattarisciàti
  
LOGO 1


Ingredienti per un piatto:
  • 10-15 pomodori a grappolo (o quelli che vi pare)
  • 5 cucchiai di olio extravergie pugliese
  • 1 manciata di capperi sotto sale
  • 1 manciata di foglie di basilico
  • 1 spicchio di aglio (facoltativo)
  • sale q. b.

Lavate ed asciugate perfettamente i pomodori e non li tagliate, devono rimanere integri: scoppieranno da soli nell'olio caldo (da qui il nome) .
In un pentolino dai bordi alti, mettete a scaldare l'olio fino al punto di fumo, calateci dentro i pomodori e coprite subito con un coperchio. Fate cuocere per circa 10 minuti a fuoco vivo, poi mescolate, abbassate un pochino la fiamma ed aggiungeteci i capperi, opportunamente sciacquati, il basilico e lo spicchio di aglio.  Procedete alla cottura  sempre a pentola coperta, controllando che l'aglio non bruci e rimestando di tanto in tanto. Dopo circa un quarto d'ora aggiustate di sale, fate insaporire per  altri 5 minuti, togliete l'aglio e spegnete il fornello.
 Se volete mangiare i Pomodori skattirisciati con le friselline (o con fette di pane raffermo), mettete le frise in un piatto, senza bagnarle e ricopritele di pomodori ancora caldi. Lasciate intiepidire e gustate!
Oltre ad essere un buon piatto unico della tradizione contadina pugliese, questo può essere un ottimo condimento  per la pasta (spaghetti, orecchiette, friscidde, stracinati) oppure un semplice contorno per piatti di pesce o di carne.

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...