sabato 30 maggio 2009

Ciliegie o ciliege?

Ve la ricordate la matita rossa e blu con la quale la maestra delle elementari segnava gli errori e gli "orrori"sui compiti in classe? Quella con due punte, che la mia giovane maestra temperava diligentemente fino all'ultimo... riducendola ad un "mozzicone" perché a quei tempi non si sprecava nulla?
Quella immagine mi perseguita ogni volta che mi viene un dubbio grammaticale o sintattico, a voi non succede mai?
Certo, il linguaggio virtuale è veloce, spesso sgrammaticato. Una mia amica molto più esperta del web, mi spiegava che in chat non ci si corregge mai, non c'è tempo... tocca all'altro interlocutore comprendere il tuo pensiero...


Questo preambolo, per dirvi che mi ha assalito prepotente il dubbio sul plurale di ciliegia, mi sembrava di aver letto in un 3D di Cucina Italiana, un intervento di Lauretta a tale proposito.
Ricordavo vagamente la regoletta delle parole che terminano in -cia ed in -gia, che se preceduti da vocale al plurale conservano la i, ma le eccezioni? E il romanzo postumo della Fallaci non si intitola forse "Un cappello pieno di ciliege"?

Allora, ho applicato la regola del vocabolario:


Battaglia: ciliegie o ciliege (moderno)
De Felice-Duro: ciliegie
Devoto-Oli: ciliegie o ciliege
Gabrielli: ciliege
Zingarelli: ciliege

Bene, cosi mi sento sempre più ignorante e poco moderna... perciò mentre vi guardate la ricetta, scegliete voi il plurale che vi piace di più!!!
Buon fine settimana a tutti,
Ornella


PANZEROTTINI CON MARMELLATA DI CILIEGIE o CILIEGE ricetta di Mimina

Ingredienti:

500 gr. di farina
300 gr. di zucchero semolato
150 gr. di olio e.v.o.
3 uova
1 cucchiaino colmo di lievito per dolci (circa ¼ di bustina)
Marmellata di ciliegie per farcire
Zucchero a velo da spolverizzare

Lavorare velocemente la farina setacciata insieme al lievito con le uova, l’olio e lo zucchero fino ad ottenere un impasto omogeneo. Lasciare riposare per un po' l'impasto in frigo, poi tirare la sfoglia e confezionare i Panzerottini farciti con la marmellata di ciliegie. Infornare a 240°( forno già caldo) per il tempo necessario (controllare “a occhio”). A cottura ultimata dopo averli lasciati raffreddare, cospargerli di zucchero a velo.
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.
Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved



Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...