lunedì 27 febbraio 2012

Tortino di zucchine e piselli con gamberi, pistacchi e cialda di pecorino (ricetta inconfessabile)

Non sarò mai abbastanza grata alla rete per gli stimoli "creativi" che mi dà...
E se non avessi letto da lei del trend sulle ricette inconfessabili, molto probabilmente  non avrei mai avuto il coraggio di pubblicare la ricetta di oggi; l'avrei tenuta nel cassetto, in attesa di avere a disposizione gli ingredienti giusti, anche se il risultato, oltre che di aspetto gradevolissimo, è incredibilmente buono.
tortino zucchine-2583

Inconfessabile perché? Sicuramente la premessa di una buona alimentazione dovrebbe essere sempre quella  di usare ingredienti di stagione, freschissimi e di prima qualità; in realtà, quando mi piglia "l'estro creativo" :)  devo sperimentare subito, senza badare troppo ai particolari. E poi dico... lo vogliamo ammettere si o no, che non tutti possono  sempre spendere tempo e denaro per dilettarsi in cucina e offrire ai propri commensali solo "chill che cost e chiù"? Insomma, sarà pure il retaggio di un educazione vecchio stampo, ma non mi piace buttar via il cibo, neppure in nome di una sperimentazione  un po' pretenziosa e alquanto ardita. Mica noi foodblogger siamo tutti chef stellati! Io sicuramente no, né mi voglio spacciare per tale... Quindi, se non sono certa che la tecnica  sia quella giusta, se non sono sicura della bontà del risultato finale, non mi do troppa pena e procedo con quello che passa il convento!^_*
Come mi è venuta l'dea di questo piatto? Semplicemente vedendo una splendida foto su FB! :D 
Essì, la foto di una ricetta totalmente diversa nella sostanza - è infatti un paté di piselli con uova di salmone selvaggio - preparata dalle sapienti mani di uno chef di grandissimo talento, anzi, per dirla tutta, uno Chef con la C maiuscola!!!  
 Prima di tutto mi hanno  rapito  le forme e i colori in quella foto e solo in seguito ho pensato a come avrei assemblato i sapori, aggiungendo via via gli ingredienti che avevo sotto mano. 
In conclusione, che dire? Il mio esperimento creativo, a parere dei miei commensali, è riuscito sotto tutti i punti di vista, nonostante gli ingredienti fossero inconfessabili! :DDD 
Allora che faccio, pubblico senza vergogna? Ma sìììììììììì... Se non ora, quando? ;))

Tortino di zucchine e piselli con gamberi, pistacchi e cialda di pecorino

tortino zucchine-2586

Ingredienti (per 2 tortini)

1 zucchina medio/grande (non di stagione)
5 cucchiai colmi di piselli novelli (surgelati)
4 code di gamberi (surgelati e pescati chissà dove)
3-4 cucchiai  di pecorino ( beh, quello buono delle mie parti)
1 manciata di pistacchi (ho usato un tipo qualunque preso al Supermercato e non quelli di Bronte)
1/2 cucchiaino da caffè di uova di lompo rosse (sic!)
1/4 di cipolla bianca
2 foglioline di prezzemolo (di coltivazione biologica homemade :D)
10 Farfalle 
olio extravergine q.b.
vino bianco q.b.
sale e pepe q.b.

Ho messo a cuocere separatamente zucchine e piselli, con un filo d'olio, pochissima cipolla, sale, pepe e poca acqua. A cottura ultimata, (dopo aver tenuto da parte pochi piselli interi per la decorazione finale) li ho mescolati e tritati con mixer, fino a ridurli ad un composto omogeneo non troppo cremoso a cui ho aggiunto un mezzo cucchiaio circa di pistacchi tritati. Col composto ottenuto ho riempito 2 stampini usa e getta, foderati di pellicola e li ho tenuti da parte. Ho quindi proceduto a saltare appena in padella le code di gamberi, sfumandole col vino bianco e contemporaneamente ho cotto la pasta, scolandola  qualche minuto prima della cottura prevista e condendola con un filo d'olio  crudo.
La preparazione della cialda  di pecorino è  stata la cosa più divertente. 
Ho foderato una piccola placca con  un foglio di carta forno unto appena con pochissimo olio; vi ho sparso su il formaggio grattugiato e ho coperto con un altro foglio di carta forno, sempre unto, passandoci sopra la mano di taglio, per rendere lo strato di formaggio il più sottile possibile; quindi ho infornato sotto il grill, in forno già caldissimo, per pochi minuti. Una volta raffreddato il formaggio sarà buonissimo e avrà assunto la forma di una sfoglia croccante bucherellata, da spezzettare a piacere per decorare il piatto finito. Unica avvertenza importante è  quella di non far colorire o bruciacchiare il pecorino, altrimenti il sapore della sfoglia  sarà terribile: amara e immangiabile.
Dopo aver preparato tutto, si può impiattare. A questo proposito vorrei fare qualche considerazione... 

tortino zucchine-2584

Difficile gestire per una cena in casa con più persone l'impiattamento di una preparazione simile... Seppur facilissima, necessita di un minimo di tempo che renderebbe tutto freddo. Quindi le strade a mio parere sono due: o si serve d'estate come piatto freddo (tortino, cialda di pecorino, gamberi crudi freschissimi, semplicemente conditi con olio e limone, omettendo  la pasta); oppure si devono usare piatti che possono andare un attimo in forno ben caldo, con la preparazione già assemblata, aggiungendo solo prima di portare in tavola, le uova di lompo, la sfoglia di pecorino e il prezzemolo crudo.
Superfluo aggiungere che se non si vogliono complicazioni, la crema di zucchine e piselli, tenuta morbida, può essere un ottimo condimento per un buon piatto di pasta, a cui aggiungere sia i gamberi che il caviale, sia i pistacchi a granella che la cialda di pecorino.


Con l'auspicio che la mia ricetta inconfessabile vi abbia incuriosito e non scandalizzato, 
vi auguro buona settimana,

Ornella

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2012© Ammodomio - All Rights Reserved
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...