sabato 19 marzo 2011

Zeppole

 Non ho mai comprato le Zeppole in pasticceria il giorno di S. Giuseppe...  Le ho sempre fatte in casa con alterne fortune e se proprio volevo andare sul sicuro le preparavo al forno.Le Zeppole fritte però sono proprio un'altra cosa, non c'è niente da fare! 

Zeppoline

Quando, qualche giorno fa, ho trovato qui la ricetta di Annalisa Barbagli, non ho avuto dubbi:quest'anno solo Zeppole fritte! :D
Vabbè, le sue sono perfette, io ci ho provato con tutta la buona volontà...
Ho clamorosamente sbagliato la crema però, non era abbastanza soda e neppure troppo liscia, ma per quella non ho seguito la  sua ricetta, mannaggia a me! :(((
Così come è bene sappiate che la cottura è fondamentale... Perciò se non non avete dimestichezza con la frittura, lasciate correre. Pensate che a me, che me la cavo abbastanza, le prime che ho cotto, sono venute come "pizzelle"... :DDDD
In ogni caso  le piccole Zeppole sono state moooooooolto gradite dal paparino di casa, se l'è sbafate con gusto, tutto soddisfatto. E questo è l'importante, no? :)

Zeppole (di Annalisa Barbagli)

Zeppoline69

Ingredienti:
125 ml di acqua
70 g di farina 00
50 g di burro
2 uova
1/2 cucchiaio di zucchero
 una presa di sale
olio extravergine per friggere

per decorare
crema pasticcera
zucchero a velo
amarene sciroppate


Mettere sul fuoco una piccola casseruola a fondo pesante con 125 ml di acqua, 50 g di burro a pezzetti e una presa di sale. Quando l’acqua comincia a bollire e il burro è completamente fuso, unire in un colpo solo, 70 g di farina 00 setacciata e, contemporaneamente, mescolare con il cucchiaio di legno. Regolare la fiamma a metà e lavorare energicamente e senza interruzione, fino a quando il composto si stacca dalle pareti (circa 7-8 minuti).


A questo punto ritirare la casseruola dal fuoco e aggiungere 1/2 cucchiaio di zucchero e un uovo intero, battendo energicamente la pasta per un paio di minuti prima di unire un altro uovo. Continuare a battere fino a quando l’impasto è perfettamente omogeneo, liscio e leggero. (Con meno fatica si può fare questa operazione con la frusta elettrica montata con i ganci)
Preparare 12 piccoli quadrati di cartaforno. Trasferire l’impasto in un sac à poche con bocchetta spizzata da un cm e “disegnare” su ogni quadratino una piccola ciambella. Mettere sul fuoco una padella con abbondante(almeno 3 cm)olio di arachide (io uso solo extravergine) e, quando è moderatamente caldo (160°), prendere un quadratino di carta da un angolo e tuffarlo capovolto nell’olio: la ciambella si staccherà immediatamente e la carta si può tirare via.


Mettere in padella 3 ciambelline alla volta e, quando sono belle gonfie, rialzare la fiamma e farle colorire dalle due parti. Sgocciolarle e passarle sulla carta da cucina.

Quando sono tutte pronte, spolverare le zeppole con lo zucchero a velo e guarnirle al centro con un ciuffo di crema pasticcera* e 2 amarene sciroppate.


Tantissimi auguri a tutti i Papà, ai Giuseppe ed alle Giuseppina!

Buon fine settimana a tutti,

 Ornella


Piesse: Altre Zeppole con la ricetta di Scaturchio, sia fritte che al forno, le trovate QUI
Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...