mercoledì 5 dicembre 2018

Scones classici per il tè di Natale

Il rito del tè nel nostro Paese non è molto sentito: forse anni fa, andava di moda fra le signore che non avevano obblighi lavorativi, invitare le amiche, soprattutto, ma più in generale, conoscenti, per un tè pomeridiano. Ora possiamo proprio dire che il piccolo ricevimento delle 17.00 non lo fa più nessuno, al limite si ritarda di un paio di ore e si passa direttamente all'aperitivo o peggio all'impronunciabile apericena.
Eppure in Gran Bretagna, ma non solo, si celebra ancora il rito del tè, sia in casa che nei locali, ed è forse una delle maggiori attrazioni culinarie che il Regno Unito ci riserva. 
Cosa si offre dunque oltre al tè, perché questo sia veramente degno di essere chiamato un afternoon tea?
Certamente si offrono dei piccoli sandwiches salati, dei mignons dolci, sia secchi che farciti con creme e/o cioccolato e poi gli immancabili Scones, appena sfornati accompagnati da confettura di fragole e clotted cream

+

Nella tipica alzatina a tre piani che caratterizza  con la sua presenza il tavolo dell'afternoon tea, hanno il posto d'onore, quello centrale: in basso i sandwiches e sopra i mignons dolci. Possono essere già farciti, oppure ancora interi con a fianco le ciotoline di clotted cream e i piccoli vasetti in vetro pieni di confettura. Si inizia con il salato, si procede con gli Scones e poi si finisce con il dolce...

Si capisce subito quindi, dalla loro posizione, che gli Scones sono una via di mezzo tra il dolce e il salato: non a caso spesso si trovano anche proposti in versione salata, con accompagnamento di formaggio fresco o panna acida e salmone.
Proporre la ricetta qui in Italia, dove abbiamo detto il tè pomeridiano è solo un vecchio ricordo di poche signore, sembra essere fuori luogo: ma dato che ci avviciniamo al periodo natalizio, potrebbe esserci l'occasione di ospitare in casa parenti e amici, durante un pomeriggio  e allora perché non offrire loro un bel tè stile inglese? Se poi la piacevole compagnia si dilunga fin verso sera, possiamo trasformare il nostro afternoon tea in un high tea, aggiungendo oltre ai già citati sandwiches, Scones e pasticcini, anche un piatto caldo, una pie di carne per rimanere in stile inglese, ma anche una quiche salata con verdure e una torta, magari natalizia e ovviamente un bel bicchiere di Prosecco gelato.

Questa ricetta dell 'Australian Woomen's Weekly da me leggermente modificata, dà uno Scone tradizionale, classico, neutro...può quindi essere usato con accompagnamenti dolci, spolverizzando la superficie con poco zucchero a velo prima di servire, oppure salato. Sono velocissimi da preparare e da cuocere e molto versatili. La forma classica inglese è rotonda e ammette un pochino più di tempo per realizzarli, dovendo re impastare i ritagli. Se volete essere più sbrigativi potete farli triangolari (partendo da un impasto a forma rotonda) come in America, oppure quadrati (partendo da un impasto a forma rettangolare), come in Australia. In ogni caso lo spessore dell'impasto deve essere molto alto da 2,5 cm  a 3 cm. Ma andiamo alla ricetta...



SCONES



375 g di farina tipo "00" debole
1 cucchiaio di zucchero

30 g di burro freddo

250 ml di latte

70/80 ml di yogurt o skyr 
15 g di lievito in polvere chimico
un pizzico di sale


Per finire:


 zucchero a velo
confettura di fragole


clotted cream ( sostituibile con del mascarpone)


In una ciotola mescolare la farina, lo zucchero, il lievito in polvere ed il sale.Unire il burro freddo a pezzetti e con le mani strofinare burro e farina in modo da ottenere un leggero sbriciolato. Unire lo yogurt o lo skyr e il latte, mescolando con un cucchiaio in modo da ottenere un impasto molto morbido e leggermente appiccicoso. Rovesciarlo sul piano di lavoro ben infarinato e senza lavorarlo troppo, giusto quel poco per amalgamare il tutto, dare una forma rettangolare con spessore di circa 3 cm all'impasto. Non occorre il mattarello, basta qualche piccolo colpo con la mano.









 A questo punto si formano gli Scones: se si fanno tradizionali rotondi, prendere un coppapasta di 5 cm di diametro e tagliare gli Scones cercando di premere verticalmente senza roteare il coppapasta (almeno finché non si arriva al piano di lavoro). Si avranno dei ritagli che dovranno essere re impastati per ottenere altri Scones. Tenete presente che gli Scones ottenuti dai ritagli cresceranno in forno un pochino di meno, proprio perché la pasta è troppo lavorata. Se volete dare forma triangolare, date all'impasto una forma rotonda di circa 20-21 cm di diametro e tagliatela in spicchi. Se volete potete anche fare gli Scones quadrati, dando forma  quadrata all'impasto sempre di 20 cm di lato e poi ritagliandola in 16 pezzi.
Io li ho fatti rotondi e ne ho ottenuti 12. Posizionarli su una teglia già pre riscaldata, pennellarli di latte e cuocere a 220°C per circa 20 minuti.

Servili appena tiepidi, farciti con confettura di fragole e clotted cream (sostituibile con mascarpone od anche formaggio fresco spalmabile o burro fresco). Possono essere preparati in anticipo e intiepiditi un attimo in forno o nel MO.



Importante per Scones perfetti, un impasto molto morbido e poco lavorato....


A presto,



Paola


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.


2 commenti:

  1. Che buoni gli scones! In une delle tante scorribande il quel di Londra rinunciai alla pausa "birra" proprio in onore di una bella tazza di tè fumante ed un delizioso scone!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...