lunedì 10 ottobre 2016

Confettura o composta a freddo senza zucchero

Se siete arrivati qui su Ammodomio attirati dal titolo, convinti che magicamente vi possa proporre una confettura dietetica, toglietevi ogni illusione. ^_^
 E' vero che non c'è zucchero, ma il miele proprio dietetico non è. ;)


Epperò  in compenso non dovrete cuocere niente, e neppure sporcare tegami e cucchiai. Insomma è una ricetta furbissima senza "sbatti", ma decisamente sana perchè consente alla frutta di conservare intatte tutte le sue proprietà organolettiche. Infatti questa particolare confettura si prepara a freddo con soli due ingredienti: frutta e miele. 
La trovo comodissima, molto buona e versatile.  Per la colazione o per il tè delle cinque è veramente l'ideale.
Quella che vedete in foto l'ho preparata la settimana scorsa con le ultime pesche che avevo in frigo, ma potete provarla con tutte le varietà di frutta che preferite. L'ho sperimentata diverse volte anche con frutta mista. Buonissima!
 Sono certa che vi sorprenderà


Confettura o composta a freddo senza zucchero



Ingredienti:


250 gr di frutta ( pesche)

250 gr di miele ( ho usato un miele integrale purissimo)


Lavare, asciugare e sbucciare la frutta, quindi pesarla per regolarsi sulla quanttà di miele necessario. Tagliare la frutta a pezzi irregolari oppure, se si preferisce, frullarla per ricavarne la polpa.

A questo punto, in un barattolo di vetro, pulito e asciutto, alternare miele e frutta. Chiudere il barattolo e metterlo in frigo per una settimana. Dopo sette giorni la confettura sarà pronta da gustare.


Naturalmente potrete aromatizzare la confettura come vi pare.
 Se la preparate con le mele, unite un po' di cannella in polvere; se di pere, aggingete un po' di cacao amaro setacciato  e qualche goccia di rum. Da sballo! ;)
Potrete, se lo gradite, mettere anche frutta secca tritata grossolanamente. Insomma, sbizzaritevi con la fantasia.
 Conservata in luogo fresco - in frigo va benissimo-, dura 40 giorni.



 A presto,

Ornella

 Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright 2009-2016© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

2 commenti:

  1. Wooooooooooooooow! Ma che bella invenzione!!!!!!!!
    Grazie per averla condivisa! :-))))))))))

    RispondiElimina
  2. una buona idea! Invece di buttare via la frutta:-)
    Saluti dal Merano, Bianca

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...