giovedì 7 aprile 2016

Taralli con il pepe|Ricetta di famiglia

Qualche giorno fa mi sono resa conto di non aver mai pubblicato la ricetta dei Taralli con il pepe.
Me li hanno ricordati i  miei cugini che ancora sognano quelli che preparava la nonna insieme a zia Anita. Tipici della Pasqua tarantina, i taralli al pepe, diversi per consistenza e sapore dagli altri taralli pugliesi, possono essere un ottimo snack per la bella stagione. Perciò, anche se fuori tempo massimo, credo che sia opportuno farvi conoscere questa ricetta di mia nonna.

Taralli al pepe

Sinceramente non so se esistano a Taranto ricette differenti da questa e che soprattutto prevedano l'uso del lievito di birra; posso soltanto dirvi che la combinazione dei pochi e semplici ingredienti, nella proporzione della ricetta della mia famiglia, dà un risultato perfetto. E non lo dico solo perchè ho ritrovato il sapore e il profumo dei ricordi. Vi posso garantire che sono una droga. 
Prima di passare alla ricetta vera e propria devo avvertirvi che non sono affatto semplici da preparare a mano seguendo il procedimento tradizionale che io ricordo di aver visto fare da bambina (secondo il quale si impastava prima con l'olio e solo successivamente si dosava il vino a seconda della consistenza). Infatti per ottenere il risultato desiderato  sarebbe necessario lavorare a lungo, a mano, e con vigore l'impasto su una spianatoia in legno.
Se invece avete un impastatrice o un robot da cucina (fate mezza dose) tutto sarà molto più semplice, a patto che seguiate  l'ordine di inserimento degli ingredienti
Per questa dritta importatissima devo ringraziare mia cugina Alessandra Mirelli che ha sperimentato con me la ricetta della nostra nonna. Grazie Ale, si vede che hai studiato! ;)

Taralli con il pepe


Taralli al pepe

Ingredienti per circa 3-4  teglie:
500 gr di farina 00
140 gr di olio extravergine
70-80 gr circa di vino bianco secco (non è detto che sia sufficiente. Dipenderà dalla capacità di assorbimento della farina; dall'umidità dell'aria;ecc. ecc.)
6 cucchiaini da caffè di pepe nero (o anche più se amate il piccante)
2 cucchiaini da caffè di sale fino

Scaldare l'olio e il vino a circa 45°, quindi nella ciotola dell'impastatrice mescolare il pepe e il sale alla farina.  Cominciare ad impastare con la foglia alla velocità minima aggiungendo prima il vino e poi l'olio a filo con la macchina in movimento, aumentando gradatamente la velocità, fino a rendere l'impasto liscio e omogeneo.
 A questo punto, ribaltarlo sulla spianatoia, allungarlo e richiuderlo a mano per due tre volte, saggiandone la consistenza. Se è troppo sodo, aggiungere poco vino bianco. Lasciar riposare l'impasto per 30 minuti in un canovaccio  ben infarinato, in luogo fresco.
Trascorso il tempo del riposo, prelevare piccoli pezzi di pasta, lavorarli nuovamente, quindi allungarli sulla spianatoia con i palmi delle mani per formare il solito serpentello dello spessore massimo di un dito. Attenzione: la pressione delle mani deve essere sapientemente dosata. Prima maggiore e via via minore, fino ad arrivare ad un tocco delicato quando si sarà quasi raggiunto lo spessore giusto. Tagliare e formare i tarallini avendo l'accortezza di premere bene sulla giuntura.
 Mettere i Taralli su una teglia ricoperta di carta forno, leggermente distanziati tra loro e cuocerli in forno preriscaldato  a 250° per circa 10 minuti e poi abbassare a 230° per circa  altri 15 minuti.
 N. B.:Le modalità di cottura sono indicative. Calore e tempo di cottura dipenderanno dal  tipo di forno. Non devono comunque colorirsi troppo. Il mio consiglio è  quello di assaggiare per regolarsi.

Taralli Col Pepe

Accompagnati da una birra ghiacciata,  da un aperitivo, da un bicchiere di prosecco, o di Primitivo, sono l'ideale per uno spuntino spezza-fame gustosissimo.


Alla prossima,

Ornella

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. Copyright 2009-2016© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

1 commento:

  1. Buoniiii...I taralli ci piacciono moltissimo e li ho fatti spesso, col vino e peperoncino, ma col lievito. I prossimi saranno i tuoi. Grazie!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...