lunedì 19 maggio 2014

Stroncatura con tonno, cipolla rossa di Tropea IGP e pepe rosa

Di solito da queste pagine vi parliamo di prodotti che conosciamo bene, che compriamo  abitualmente o che abbiamo scoperto. A volte le aziende ce li inviano per farceli provare, e ne scriviamo solo se incontrano il nostro gusto, altre  - come per i pomodori di Pachino o i salumi del progetto ISIT - sono i Consorzi di tutela DOP/IGP a chiederci di promuovere l'eccellenza italiana. Specie in quest'ultimo caso, difficilmente ci sottraiamo, perché crediamo fermamente che i cibi italiani di qualità debbano essere valorizzati il più possibile. 
Quando dal Tonno Callipo ci hanno proposto una collaborazione però,  la cosa mi ha un po' spiazzata. In azienda, non potevano certo sapere che l'unico tonno messo in tavola a casa mia da oltre 25 anni è esclusivamente il Callipo che noi troviamo eccellente. ^_^  
"Io lo conosco bene" ho risposto..."Se vi fa piacere, inviatelo prima a Paola, che di sicuro a Roma non l'ha mai visto. Aspetterò il suo placet prima di parlarne su Ammodomio, e solo se anche lei lo riterrà opportuno"
E infatti il kit dei nuovi prodotti è arrivato all'Interno Otto... Tutti i vasetti sono stati aperti, assaggiati, attentamente valutati e giudicati eccellenti! :P
Non so ancora se effettivamente avvieremo una collaborazione con con il Tonno Callipo, ma un post dedicato glielo dovevo,  soprattutto per ringraziare questa azienda calabrese della bontà di un prodotto di qualità superiore che da tanto tempo consumo abitualmente.
L'episodio più divertente a conferma che pure la nuova produzione di tonno abbinato ad altri ingredienti è ottima?
Il piatto che vedete in foto l'ho preparato per Simona un giorno che aveva fretta di uscire... Tornata a casa mi ha detto: 
- Non mi hai fatto ancora assaggiare nulla di quei barattolini che ti hanno inviato...-
- La Stroncatura con tonno e cipolla rossa di Tropea IGP l'hai mangiata oggi - le ho risposto... 
- Non l'hai fatto tu il sughetto??? Era buonissimo!- :P
Dunque, se non avete sottomano il prodotto già pronto e volete un piatto di pasta gustoso e veloce, vi lascio la mia ricetta che prevede l'unica aggiunta del pepe rosa

Stroncatura con tonno, cipolla rossa di Tropea IGP e pepe rosa

Tonno

Ingredienti:
350 gr di Stroncatura (*)
200 gr circa di tonno sott'olio di ottima qualità
1 cipolla rossa di Tropea
1 filetto di acciuga sott'olio
4 cucchiai di olio extravergine
1-2 cucchiaini di capperi dissalati
origano q.b.
bacche di pepe rosa

Affettate a velo una cipolla rossa di Tropea e mettetela in una casseruola a stufare a fuoco dolce e a tegame coperto, insieme al filetto di acciuga e all'olio. Quando sarà appassita e diventata quasi trasparente, aggiungete pochissima acqua, il tonno sgocciolato e i capperi , lasciando insaporire e cuocere ancora per pochi minuti.
 Cuocete la Stroncatura in abbondante acqua salata; conditela subito con il sughetto di tonno e cipolla. Impiattate, profumate con l'origano, qualche bacca di pepe rosa e servite subito.


STRONCATURA


(*)La Stroncatura è un tipo di pasta calabrese molto particolare che mi ha inviato il caro Nuccio. Non la conoscevo, ma devo dire che abbinata ai condimenti di pesce è la morte sua.

Buon lunedì a tutti,

Ornella


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2014© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved








9 commenti:

  1. Gnam Gnam stamattina...very eccellent e tutto Calabro quasi. Ottima, la devo provare anche io così. By by.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nuccio, grazie a te! Stroncatura, tonno e cipolla, tutto calabro è eccellente!

      Elimina
  2. Io ho avuto la fortuna di assaggiare questo tonno e condivido e' un tonno di qualita' superiore anche se nel lazio non lo trovo comunque mi consolo perche' riesco a trovare lo stesso tonni di eccellente qualita',la stroncatura invece non l'ho mai assaggiata....sono curiosissima!!! Buona settimana :))

    RispondiElimina
  3. Sono contenta, Isabella! ^_^ La Stroncatura ha un'origine povera:era la pasta fatta con i rimasugli dell'impasto che andavano in terra...
    Oggi è una vera chicca.

    RispondiElimina
  4. woow, questo piatto sa proprio di mare e tradizione :)
    un bacione,Mirtill@

    RispondiElimina
  5. Qua il tonno Callipo non l'ho mai visto , ma la tua ricetta mi attira tanto .
    Sembra a me , dalla foto , o la stroncatura è pasta integrale ?
    Bel piatto , proprio invitante

    RispondiElimina
  6. Sì Ruli è integrale. Da Gazzetta Gastronomica :" La Stroncatura, tipica della valle di Gioia Tauro, veniva prodotta in casa utilizzando le “scopature” di magazzino, cioè recuperando da terra spighe e chicchi di grano, scarti e crusca, avanzati dalla molitura del grano.
    E’ una pasta che mangiavano chi la pasta bianca non se la poteva permettere ed era anche nutrimento per cavalli, maiali e galline. Oggi viene prodotta solo qui e la si usa spesso, per tradizione. Ha un colore scuro, una pasta abbastanza morbida e un sapore d’integrale, leggermente acidulo, davvero interessante.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ornella . Qui , quella pasta me la posso scordare . Peccato
      perché certe cose - quasi di nicchia - sono sempre molto molto
      interessanti . E poi sai che queste storie-tradizioni mi piacciono
      da matti...

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...