venerdì 18 aprile 2014

Ciambelle granulate

Quest'anno mi sono lasciata contagiare anch'io dalla smania delle Ciambelle...
Sulla mia tavola di Pasqua, insieme a taralli tradizionali e scarcelle come questi QUI e QUI, ci saranno le Ciambelle granulate di Paola. Oltre ad essere bellissime da vedere sono di un buono incredibile. Morbide, profumatissime, dolci al punto giusto, si conservano benissimo in una busta di cellophane per alimenti per giorni e giorni, se ci riuscite...  ;)
Ci credete se vi dico che solo a scrivere la ricetta mi è venuta voglia di gustarmene  una? 
Beh, bando alle ciance... oggi abbiamo tutti da fare di meglio che perderci in chiacchiere.
Dal  libro di Paola e ovviamente con il suo consenso, eccovi la ricetta perfetta delle Ciambelle granulate di Porto Santo Stefano.

Ciambelle granulate

Ciambelle granulate

INGREDIENTI NECESSARI
500 g di farina tipo"00"
125 g di burro morbido
200 g di zucchero
150 ml di latte tiepido
2 uova intere
7 g di carbonato d'ammonio
vaniglia ed essenza di anice (o un cucchiaio di liquore d'anice)
un pizzico di sale

Lavorare il latte tiepido, il burro morbido e lo zucchero in una ciotola, unire le uova quindi il sale e gli aromi o liquore, ed infine la farina mescolata all'ammoniaca. Impastare il necessario per far amalgamare la farina, quindi lasciare l'impasto nella ciotola a riposare per almeno un'ora al fresco (in frigo d'estate). L'impasto è molto morbido, ma non aggiungere farina. Dopo il riposo, rovesciare sul tavolo di lavoro infarinato e tranciare dei pezzi di impasto. Con delicatezza, e sempre con il tavolo spolverizzato di farina, fare i cannelli e dare la forma a ciambellina. Porre su teglie con carta forno e cuocere a 220°C per 10 min. circa. Devono appena colorire, ma rimanere sostanzialmente bianche. Quando saranno fredde, passarle, solo nella parte superiore, nell'alchermes, attendere qualche secondo che il liquore sia assorbito e quindi passarle nello zucchero. E' bene attendere qualche secondo che il liquore asciughi altrimenti anche lo zucchero diventerà rosa. Far asciugare una mezz'ora all'aria in modo che lo zucchero aderisca alla ciambella senza distaccarsi.
Si conservano molto bene in bustine di cellophane, anzi sono più buone dopo qualche giorno. Sono perfette per la colazione o la merenda dei bimbi a cui di solito piacciono molto, anche per il bel colore rosa.  Si può anche stendere l'impasto ad una altezza di circa 6-7 mm e con un tagliapasta ricavare dei cuoricini. Procedere poi come per le ciambelline.

Piesse:La ricetta dell'Archermes prossimamente su questi schermi. ;)


Ciambelle granulate


Non sappiamo se riusciremo a pubblicare qualche altra cosetta prima di domenica (Paola, se si dà una smossa :D, dovrebbe pubblicare una Colomba rapidissima al cioccolato fondente). 
Intanto vi facciamo i migliori auguri per una serena Pasqua,

Ornella, Paola e Simona


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2014© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved


4 commenti:

  1. Si ma io di queste ne mangio mille! non posso farla sono un attentato alla mia linea! brava!!!! buona pasqua

    RispondiElimina
  2. Wowwww, bellissime queste ciambelle. Voglio provare a farle. Buona pasqua a tutti.

    RispondiElimina
  3. belle, bravissima,auguri di Buona Pasqua

    RispondiElimina
  4. molto stylose!!
    Ti faccio tantissimi auguri di Buona Pasqua :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...