lunedì 24 febbraio 2014

Spaghetti alla gricia

Pensavate forse di esservi liberati di me?  Nell'ultimo periodo ho avuto un po' da fare...
Essì perché, se siete interessati a sapere come si vive a Bari (ma anche a Milano, a Torino, a Firenze, a Bologna, a Roma, a Napoli)  ora mi trovate anche qui. ^_^
Vabbè, ma che c'entra la Gricia?  Niente! :D  
Dunque, vi spiego... Simona recentemente è stata a Roma per più volte di seguito e m'ha fatto 'na capa tanta co' 'sta benedetta Gricia! :D 
- E che sarà mai? - le ho detto un po' scocciata una mattina - la conosco bene, l'ho mangiata  un sac e mezz di volte... E' l'elogio della semplicità! Che ci vuole?  Va bene, te la faccio! -
GRICIA

E invece m'è toccato studiare... Si sa che più una ricetta è semplice, più le insidie sono dietro l'angolo.  Per non parlare dell'ora di fila che ho dovuto fare dal salumiere di sabato mattina per comprare il Guaciale, il quale, per chi non lo sapesse, è l'ingrediente indispensabile. No, tassativamente alla pancetta! Meno male che le differenze sostanziali tra pancetta e guanciale le avevo imparate bene quando ho collaborato al progetto dell' ISIT (Istituto Salumi Italiani Tutelati). ^_^ 
Sull'uso del guanciale, come pure sull'assenza della cipolla, non transige assolutamente neanche lei, che adoperando la padella antiaderente e un goccio d'olio, ne fa una versione per così dire un po' più "moderna", seppur tradizionalissima. ;) 
Col pecorino sono stata più fortunata. A Bari il Romano è di casa - anzi è  sinonimo di pecorino - anche  se, seguendo pedissequamente alcune fonti accreditate, avrei dovuto procurarmi  un pecorino di Amatrice, più delicato e meno salato del classico Romano. Abbiate pazienza, ma quello a Bari non l'ho proprio trovato. :(
Insomma, m'è venuta l'ansia da prestazione per 'sto piatto, tanto che prima di pubblicare questo post ho fatto vedere la foto a Claudio Gargioli, chef di  Armando al Pantheon - mica cotiche :D -  e pure a Angelo Di Natale, romano de Roma, fondatore e animatore di un  panzastistico gruppo su Fb! :D
Vabbè, armata di  vecchia padella in ferro, impugnando un coltellino nuovo nuovo ben affilato, mi sono messa all'opera...
Ehi  Romani, dico a voi... Spero che stavolta non abbiate nulla da obiettare visto che ho preparato una Gricia canonica e  non una versione eretica come invece ho fatto per la Cacio e Pepe. ;) L'unica concessione che mi sono permessa è stata segare qualunque altro grasso che non venisse dal guanciale... Quindi ho omesso sia lo strutto che l'olio. Siamo o no alla vigilia della prova costume? ;) Qua ormai sono sbocciate le Fresie:siamo in primavera!

Spaghetti alla Gricia


GRICIA

500 gr di spaghetti (ho usato n.12 De Cecco)
200-250 gr di guanciale
pecorino romano q.b.
pepe nero macinato al momento
acqua di cottura della pasta

Tagliare il guanciale a listarelle e metterlo in padella  a "sudare" a fuoco basso mentre bolle l'acqua per la pasta, da NON salare. Quando il guanciale avrà perso parte del suo grasso assumendo un colore tra il rosa e il "giallino", toglierlo dalla padella con un mestolo forato e tenerlo al caldo in carta d'alluminio. Non deve scurirsi, sennò sarà duro e immangiabile.


GUANCIALE


 Scolare gli spaghetti con una pinza e metterli direttamente nella padella dove si è cotto il guanciale, a fuoco spento, aggiungere pecorino e poca acqua di cottura, mescolando velocemente,  infine la metà del guanciale tenuto da parte. Impiattare subito, mettendo in ciascun piatto il guanciale rimasto, altro pecorino e una geerosa spolverata di pepe nero.


Buon lunedì,

Ornella


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2014© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

10 commenti:

  1. E' il primo piatto preferito da mio marito,buonissima! Provero' la tua ricetta io fin ora seguivo un altro procedimento.Buon inizio settimana e grazie della ricetta ;))

    RispondiElimina
  2. eccerto che a quest'ora fa venire una fame!

    RispondiElimina
  3. perfettissimi per quest'ora !!!! Le ricette più semplici hanno necessità di regole ferree! Baci

    RispondiElimina
  4. Mio marito va spesso a Roma e me la conta sempre, ora lo sistemo!! In bocca al lupo per Groupon.
    Pasquina

    RispondiElimina
  5. Da Romana,ti dico che ti è venuta una meraviglia!!! brava perche' la Gricia non è affatto un piatto semplice e poi è buonissima!!!

    RispondiElimina
  6. giustissimo più sono semplici più hanno trucchi e segreti,a te però sembra che ti siano venuti bene,complimenti quindi

    RispondiElimina
  7. Bella Orne'!
    'Sta griScia parla da sola...e quindi: APPROVATA!!!
    :))))

    RispondiElimina
  8. Piatto delizioso ed interessante! Viva i spaghetti alla gricia!!

    RispondiElimina
  9. Quindi si deve andare alla ricerca del guanciale e del pecorino e mettersi all'opera!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...