lunedì 3 febbraio 2014

Ravioli ricotta e spinaci con semola di grano duro

 Che mi piaccia da sempre  mettere le mani in pasta credo si sia capito...  E se mi piace molto fare in casa pasta fresca, quando si tratta di pasta ripiena mi diverto ancora di più. In fondo se non se ne devono preparare che grandi quantità, come per i pranzi delle feste comandate, non occorre mica tanto tempo. In poco più di un'ora si riescono a fare un buon numero di ravioli, sufficienti per 4-6 persone. ^_^ 

RAVIOLI ricotta e spinaci

Nel caso di questi ravioli con ricotta e spinaci ho semplificato ulteriormente  il procedimento per il ripieno, con il duplice scopo di alleggerire la preparazione e diminuire notevolmente i tempi. Suppongo sappiate tutti che per preparare la sfoglia la proporzione canonica è quella di 1 uovo su 100 grammi di farina... Spesso però mi diverto a variarla in relazione al condimento. Anzi a volte faccio un impasto senza uova come questo qui, oppure mescolo al canonico impasto all'uovo la semola di grano duro. Infatti trovo che la semola conferisca all'impasto una giusta consistenza, oltre che un sapore migliore. L'unico vero segreto è quello di  lavorare a lungo e bene la massa, per ottenere una pasta soda, elastica e liscia.  Ma andiamo alla ricetta. 
Ravioli ricotta e spinaci con semola di grano duro


RAVIOLI ricotta e spinaci

Ingredienti per 4-6 persone:

 per l'impasto
  150 gr di farina 0 
 150 gr di semola di grano duro 
 2 uova + un tuorlo 
 un pizzico di sale
 poca acqua q.b. 

 per la farcia 
 300 grammi di spinaci già puliti 
 250 grammi di ricotta 
una generosa manciata di parmigiano grattugiato 
 sale grosso q.b.
una grattatina di noce moscata se piace 

 per condire 
 burro fuso 
 salvia
 parmigiano grattugiato 

Pulire, lavare e mettere ad appassire gli spinaci  a fuoco basso, in una pentola con il coperchio, con meno di un dito di acqua e una piccola presa di sale grosso. Nel frattempo preparare l'impasto, lavorando bene sulla spianatoia gli ingredienti per la sfoglia. Una volta ottenuto un impasto liscio ed elastico, farne una palla e coprirla a campana con una ciotola capovolta, oppure con un canovaccio, lasciandola riposare per almeno 15 minuti.
Lavorare con una forchetta la ricotta, riducendola a crema, unire gli spinaci ben sgocciolati, che nel frattempo  si saranno cotti e freddati, dopo averli tagliuzzati con le forbici. Infine mescolare al ripieno una generosa manciata di parmigiano grattugiato e se piace, una spolverata di noce moscata.
Stendere col matterello l'impasto il più sottile possibile, poco alla volta. Preparare i ravioli, metterli su un vassoio ricoperto da un canovaccio spolverato di semola, facendo a ciascuno un piccolo foro con uno stecchino. In una pirofila preparare il burro a tocchetti. Posizionare la pirofila sul tegame in cui si sta portando a bollore l'aqua pr lessare i ravioli in modo da far fondere il burro lentamente.  Calare i ravioli nell'acqua leggermente salata, scolarli con una schiumarola dopo un paio di minuti dal momento in cui sono tornati a galla; deporli nella pirofila, in cui c'è già il burro fuso, in un unico strato. Condire il tutto con parmigiano grattugiato e servire subito.


RAVIOLI ricotta e spinaci

Semplice, nutriente, buonissimo... ecco pronto in poco tempo un piatto che piace a tutti.

Buon lunedì,

Ornella


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2014© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

12 commenti:

  1. Ottimi , Ornella !
    La prossima volta , al posto della poca acqua , mettici poco vin
    bianco secco . Dà una incredibile consistenza alla pasta ( solo per
    ravioli ! ) . Non si rompono neanche se vuoi !!!!
    Ruli

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ruli, proverò sicuramente! Quando impastai per il ravioli col vino rosso, senza uova però, con il ripieno di cotechino, mi resi conto che sia il sapore che la consistenza sono davvero ottimi. Non avevo pensato al mix vino bianco-uova. Grazie mille, sei sempre preziosa!

      Elimina
  2. Mamma mia ornè che foto invoglianti.... e t'assicuro che li provo presto e ti renderò, come sempre, debita testimonianza. Grazie!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te, Cristina bella!!!!

      Elimina
  3. ciao Ornella...nemmeno io sapevo del vino bianco..proprio oggi Luca Montersino..su accadamia a parlato di un pò di vino...ma lui dice che serve a non far ossidare la pasta.....ma la cucina varia a secondo i propri gusti e di quel che si vuol ottenere....poi con burro sciolto alternando con mestoli di acqua di cottura e spadellando continuamente, si forma una cremina, tutto questo senza mai portare a bollore per non far separare il burro...poi si gettano i ravioli...lui dice che saranno più buoni al gusto...non si sentirà soltanto burro fuso...ma sarà un gusto più delicato...susami se mi sono permessa ..a me fa piacere scambiare nozioni e cercare di migliorarsi..devo provare...grazie Ornella...!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Patty, hai fatto benissimo!!! Non seguo il programma di Motersino quindi mi ha fatto piacere che tu m l'abbia detto.
      Grazie mille!

      Elimina
  4. buoni da quanto tempo non li mangio grazie e buona settimana

    RispondiElimina
  5. Buoni, belli e perfetti ! Bellissima presentazione ! Complimenti !

    RispondiElimina
  6. sono una meraviglia,perfetti,ricchi e panciuti :)

    RispondiElimina
  7. Buoni io non li ho mai fatto,faccio sempre cannelloni o crepes ricotta e spinaci ma un giorno li voglio provare.Felice settimana cara :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao.. Sn capitata sulla tua ricetta e mi piace il mix con la semola!
    Posso chiederti come ottenere una pasta non troppo liscia? Abbiamo assaggiato ravioli in trattoria.. E la pasta sembrava piu granulosa non liscia come i ravioli comprati.
    Dipende dallo stendere la pasta su tavola di legno e mattarello?
    Noi l abbiamo fatta con la macchinetta x velocizzare.
    Cmq proverò la tua ricetta... E l aggiunta di un goccio di vino 😉 grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dcudsmi se rispondo solo ora. L'uso della semola rende certamente la pasta leggermente più ruvido quindi prova.

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...