mercoledì 6 marzo 2013

Biscotti da latte

Anche se glieli avevo visti fare mille volte da quando ero bambina, la  ricetta dei suoi Biscotti da latte me la svelò e me la fece annotare con cura, solo qualche giorno prima che mi sposassi... 
Fu il suo modo per essere certa che ogni volta, impastando quei biscotti, avrei pensato a lei, che non l'avrei dimenticata e che, ogni tanto, almeno una telefonata gliel'avrei fatta. E infatti, pur essendo trascorsi tanti anni, quel leggero profumo di vaniglia, quel sapore di semplicità, quella rustica bontà, immancabilmente mi riporta all'infanzia, a rivedere le mie piccole mani pasticciare sul tavolo di cucina insieme a lei, a Pompea, la mia tata. 



Semplici biscotti da latte dunque, nulla di complicato né di straordinario, ma che portano con sé il ricordo di un'infanzia serena, di colazioni e merende golose, della voce appena roca di Pompea  che si scioglieva in una risata argentina quando, assaggiando un suo biscotto, correvo ad abbracciarla e a dirle che le volevo tanto bene. ^_^
A proposito, vado a telefonarle, non la sento da un po'... Ecco, la chiamo, così le racconto che ho impastato i suoi biscotti da latte con l'impastatrice piuttosto che a mano... Già me la sento la sua risata... :D

Biscotti da latte




500 gr di farina 00
200 gr di zucchero+quello che serve per lo spolvero
3 uova medie 2 o 3 uova (dipende dalla grandezza)
125 gr di burro  a pomata oppure 100 gr di olio extravergine
125 ml di latte (mezzo bicchiere scarso)
1/2 bustina di ammoniaca per dolci
1 bacca di vaniglia

 Aprire la bacca di vaniglia e strofinarla sul panetto di burro, incorporandovi i semini e lasciarlo a temperatura ambiente.
Nella planetaria con la foglia, montare le uova con lo zucchero fino a farle diventare spumose e chiare. Setacciare la farina e aggiungerla alle uova già montate con lo zucchero, a poco a poco, alternandola a tocchetti di burro, lavorando il composto a velocità bassa. In ultimo, sciogliere l'ammoniaca nel latte tiepido, unirla all'impasto e azionare la macchina ancora per pochi minuti. Si dovrà ottenere una pasta liscia, soda e omogenea. 
A questo punto farne una palla, metterla in una ciotola infarinata, coprirla con pellicola a contatto (o con un canovaccio) e lasciarla riposare in forno spento per 24 ore.



Il giorno successivo rovesciare l'impasto sulla spianatoia infarinata, tenerlo coperto a campana mentre si formano i biscotti prelevandone dei tocchi da lavorare man mano. Rotolare i pezzi di impasto sulla spianatoia, allungandoli e formando dei cordoncini  di circa un pollice di diametro o poco più; schiacciarli  delicatamente col palmo della mano; tagliarli a losanghe o a rettangoli. Premere leggermente ogni losanga con i rebbi di una forchetta; passare i biscotti, a faccia in giù, in un piattino con zucchero semolato e adagiarli a pancia in sù sopra una teglia coperta da carta forno, distanziandoli tra loro. Infornare a 180° in forno ventilato, già caldo, per circa 15-20 minuti, con lo sportello sfessurato dal manico di un cucchiaio di legno messo a contrasto.




Ideali per la prima colazione si conservano benissimo per diversi giorni in una scatola di latta.


Con questo post partecipo al Contest "Il sapore dei ricordi" della cara Francesca.





Buonissima giornata a  tutti,

Ornella


 Edit: Qualcuno che li ha provati dice che l'impasto risulta troppo molle. Io non so che dire, li ho sempre fatti  con queste proporzioni. Magari, diminuite il latte e mettete un uovo in meno. Di più nin zò. ^_^

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2013© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

37 commenti:

  1. ma sono bellissimi!! Sai che stavo cercando una ricettina di biscotti da latte? Mi piacciono proprio!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Luna!!!! Sono adattissimi ai bambini anche molto piccoli...

      Elimina
  2. Questo contest sono proprio contenta di averlo organizzato, perchè devo dire che mi state regalando un lato di voi tutte bellissimo. Sulla ricetta ti dico sinceramente che la proverò mi sembrano fantastici e sul tuo racconto, brava, sei riuscita ad emozionarmi, brava davvero. Il tuo blog??? uno dei più belli in assoluto. In bocca al lupo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te, Francy!!!! Ti voglio bene!!! ;)

      Elimina
  3. Ornella, ma che buoni che devono essere...quasi quasi mi cimento anch'io!! un bacio e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Olga, sono rustici e croccanti, assorbono il latte senza ammollarsi troppo. Insomma, una cosetta non troppo raffinata, ma buona! ;)
      Grazie <3

      Elimina
  4. ahhh mi mancano i biscotti di Mia madre, questi ci somigliano tanto......

    RispondiElimina
  5. Anche a casa mia si fanno, molto simili, qualche variazione negli ingredienti, ma con olio al posto del burro... Bellissimi i tuoi!!!

    RispondiElimina
  6. Belli, genuini e dal sapore antico. Adoro le ricette così!

    RispondiElimina
  7. Una ricetta da tenere ben stretta!! Buonissimi per la colazione!! Ciao

    RispondiElimina
  8. Ciao io sono Ana di Fooduel.com. Si tratta di un sito in cui gli utenti votare le ricette
    1-10.

    C'è una classifica delle migliori ricette e un profilo con le vostre ricette ritenute. Ogni ricetta ha un link al blog che fa la ricetta. In questo modo si ottiene il traffico al tuo blog

    E 'facile, veloce e divertente. Le ricette migliori foto saranno qui.

    Vi invito a partecipare, aggiungi il tuo blog e caricare una ricetta con una bella foto.

    Ci piacerebbe che partecipare con qualche ricetta come this.Look Amazing!

    saluti

    http://www.Fooduel.com

    RispondiElimina
  9. Ciao ornella! che buoni...viva la semplicità ^_^ se vuoi passa da me ;))

    RispondiElimina
  10. di tutte le ricette che hai condiviso finora, questa e' quella di cui ti ringrazio maggiormente.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mery sono buonissimi...

      Elimina
  11. E' bellissimo il legame che si crea tra odori, sapori e ricordi..rendono la preparazione ancora più buona!
    Questi biscotti devono essere deliziosi, spesso le cose semplici sono le migliori!
    Un bacio
    la zia Consu
    ps: se ti va passa a trovarmi, sarai sempre la benvenuta! Nel frattempo mi aggiungo al tuo blog per non perderti di vista!

    RispondiElimina
  12. Ho appena preparato questo impasto seguendo la tua ricetta.. ma ho un dubbio sulla quantità di latte perchè mi pare eccessivo e infatti l'impasto è davvero troppo morbido e appiccicoso. La dose del latte è 125ml?? Grazie mille.. spero di rimediare in cottura ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non credo sia eccessiva , è più o meno pari a mezzo bicchiere. Ma hai lavorato bene l'impasto?

      Elimina
    2. Si Ornella lavorato nel kitchenaid ;-) Ma anche dopo il riposo di 24h ho avuto enorme difficoltà nella gestione dell'impasto. No problem, prossima volta provo a dimezzare la quantità di latte. Grazie !!!

      Elimina
    3. Ma sai che è strano? Stavolta che ho misurato con la cup da 125 ml... L'impasto è molle, ma no appiccicoso. Potevi spolverare di faria.. Ma come sono venuti? Ti sono piaciuti?
      Prova anche questo impasto qui, è quello chepredilige mio marito.
      http://ammodomio.blogspot.it/2013/03/scarcelle-e-taralli.html
      Se vai di Impastatrice, monta uova e zucchero e poi aggiungi alternativamente farina setacciata col lievito e burro fuso...

      Elimina
    4. Ornella io al posto del burro ho utilizzato l'olio (da brava pugliese) ;-) i biscotti hanno un buon sapore e la consistenza da "inzuppo" che tanto mi piace visto che li mangio a colazione. Ad ogni modo entro tre giorni riproverò la ricetta dimezzando la quantità di latte e ti aggiornerò. Grazie per la disponibilità! ah... il blog è stupendo!

      Elimina
    5. Ciao, seguo sempre il tuo blog e apprezzo moltissimo le ricette (in particolare la sezione delle ricette base... bellissima!!) comunque volevo dire che anch'io come chiccaminnie ho ottenuto un impasto molle (sembrava una pastella molto densa più che una frolla morbida...) Ho dovuto aggiungere farina, circa 200g! Ho seguito alla lettera le istruzioni, solo non ho usato l'impastatrice. Ho pensato che forse le uova erano più grandi ma anche se lo fossero state la differenza di farina non può essere giustificata!. Comunque i biscotti sono venuti buoni ma le proporzioni erano tutte alterate... ho cercato anche in rete (tipo biscotti della nonna o biscotti con ammoniaca) e mi sembra che effettivamente la parte liquida (tra uova e latte) sia tanta per quella farina... non so, tu che ne pensi?

      Elimina
    6. Mi state facendo venire i dubbi... Sicuramente ho sciolto l'ammoniaca in mezzo bicchiere di latte. Misurato in cup è 125 ml.
      Che ti devo dire? Appena li rifaccio, ricontrollo.

      Elimina
  13. Quanta ammoniaca devo mettere in grammi?

    RispondiElimina
  14. Mezza bustina ho scritto. Le mie sono da 20 grammi, quindi ci vano 10 grammi.

    RispondiElimina
  15. posso usare lievito per dolci al posto dell' ammoniaca? grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che sì! :) Mettici una bustina di lievito per dolci.

      Elimina
  16. grazie Ornella e scusa se ho adoperato "anonimo" ma non so quale striscia cliccare per evidenziarmi.pc e astrofisica,per me
    è lo stesso. il mio nome è Adele Giampietro e ti seguo anche su fb.grazie (io sono quella della domanda sopra ,se posso usare il lievito al posto dell' ammoniaca.)grazie ancora.

    RispondiElimina
  17. Cara Ornella,
    grazie per la ricetta. Li cercavo da tanto, questi biscotti. Ho visto che a Matera li fanno con la semola rimacinata e li ho provati con questa farina, sono buonissimi e per questo ho pubblicato la ricetta sul mio blog, ma c'è il link a questo sito per l'originale e il ringraziamento esplicito... anche a Pompea. Ho visto che hai modificato le dosi, ma non mi preoccuperei per la mollezza: intanto si rassoda un po' nel riposo, e poi può dipendere dall'umidità della farina, in ogni caso il richio è solo una maggiore difficoltà nel sagomare i biscotti, per il resto sono uguali. Grazie grazie ancora! Se mi vuoi leggere, tonispastries.blogspot.com

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te, Antonella!!! Mi hai tolto un peso... meno male! :) Cioé di fronte a commenti che ti dicono che le dosi sono tutte sballate, a me che non sono certo un pasticcera, i dubbi vengono eccome.
      Vengo a leggere la tua! :)

      Elimina
  18. Ciao, mio marito adora i biscotti da latte caserecci quindi LI FACCIO DI SICURO QUESTI!! Toglimi un dubbio: 1/2 bustina di ammoniaca a quanto corrisponderebbe?
    Complimenti anche per le foto, ottimo occhio per la composizione e i dettagli, ti seguo anche su Flickr. Brava!!
    Carmela

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmela, le mie sono da 20 gr, quindi 10 grammi.
      Grazie!!

      Elimina
  19. ciao si puo' usare anche la vanillina al posto della vaniglia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con la sincerità che mi distingue, ti debbo confessare che la vanillina l'ho usata per anni. Velenosa non è, dato che è in vendita comunemente, ma è sempre un prodotto chimico. Per questo genere di biscotti che hanno la caratteristica di essere piuttosto naturali, preferisco i semini della bacca oppure un buon estratto., ma di quelli buoni buoni. Poi è chiaro che ciascuno a casa sua fa come meglio ritiene opportuno. Chi ti vede? ;)

      Elimina
  20. ok grazie! alla prossima!! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...