giovedì 7 febbraio 2013

Frappe un po' diverse, ma buonissime.....

Vi ricordate il post delle Castagnole ???  Questo è il suo gemello solo che, al posto delle castagnole, ci sono le frappe, (o crostoli,  galani, sfrappole, crogetti, cioffe, lattughe.....), l' altro dolcetto che caratterizza il tempo di Carnevale, immancabile sulle tavole delle festicciole dei bimbi, ma amato anche dai più grandi.
Perché sono differenti, cosa c'è di tanto diverso?
Ci sono un po' di cosine, che rendono uniche queste frappe, ma  soprattutto irresistibili : leggerissime, tanto da capire a stento che sono un prodotto fritto e con un sapore nuovo e delicato che rinnova il gusto un po' catalogato dei dolci fritti che sono buoni sì, ma in fondo tutti uguali.
 Ecco, queste sono diverse e vi garantisco che spariranno come neve al sole....

Ma vediamo meglio le caratteristiche di queste frappe:
la mancanza di zucchero nell'impasto, le rende  molto leggere, non scuriscono troppo in cottura e assorbono meno olio. La presenza dell' alcool fa gonfiare le frappe durante la frittura, facendo sì che rimangano asciutte e secche, senza produrre umidità, cosa che avviene con l'utilizzo di un lievito chimico. L'utilizzo, anche se minimo, dello strutto, dà  leggerezza all'impasto che una volta fritto si presenta friabile e delicato....Infine, il tocco finale con miele, zucchero, cannella ....

Passiamo subito alla ricetta che mi è stata data da una mia conoscente, dono a sua volta di sua suocera.  L'ho appena modificata nelle proporzioni degli ingredienti, giusto perché, al solito, le suocere non sono molto precise nel dare le dosi,  lasciandoti poi nei pasticci se segui alla lettera le loro indicazioni moooolto approssimative. ;)))
 Ho poi aggiunto degli aromi ed il sale che mancavano, o che forse sono stati dimenticati e delle piccole modifiche sul condimento...
Seguite le dosi date ed otterrete un impasto perfetto, nè troppo molle, nè troppo duro.


FRAPPE MIELE, ZUCCHERO E CANNELLA


Per l'impasto:
500 g di farina
250 g di uova  (5 medie)
35 g di strutto semi fuso
25-30 g di alcool BUONGUSTO 90°
scorza di limone
un pizzico di sale
vaniglia

Per friggere:

1l di olio

Impastare tutti gli ingredienti come una comune pasta all'uovo, a mano, o con una impastatrice. Formato l'impasto, lavorarlo sul piano di lavoro, per renderlo liscio setoso e soffice. Non dovrebbe attaccarsi al piano di lavoro, ma se così fosse, spolverizzarlo con poca farina. Far riposare la pasta almeno una mezz'ora, avvolta in pellicola traparente.
Spianarla con l'ausilio della macchinetta per la pasta, o a mano, in una sfoglia sottile. Ritagliare le frappe, quindi friggerle nell'olio non troppo caldo, cercando di non scurirle troppo.

Scolarle su carta assorbente e farle freddare. Quando le vorrete servire, condirle a strati con il miele lo zucchero e la cannella. Senza condimento si mantengono per due o tre giorni in un vassoio coperto da cellophane; una volta condite gustarle nelle dodici ore seguenti.


Per  condire:

300-400 g di miele delicato
zucchero a velo
cannella
scorze di limone

Da un limone ricavare delle scorzette, utilizzando un pelapatate. Nel microonde, o a bagnomaria, riscaldare il miele (38°-40°C Max) unirvi le scorzette e un paio di cucchiai di acqua. Fate leggermente intiepidire il miele che nel frattempo si aromatizzerà di limone.
 Consiglio un miele delicato (acacia, già fluido, oppure un millefiori) e comunque preferibilmente italiano vergine integrale.
Ponete delle frappe su un vassoio in un unico strato, condirle generosamente, prima  con il miele aromatizzato, facendolo colare a filo, poi spolverizzandole abbondantemente con lo zucchero e la cannella. Ripetere l'operazione fino a creare una bella piramide di frappe.

Non preoccupatevi della generosa quantità di miele...il risultato non sarà assolutamente stucchevole e piacerà anche a chi, come me, non sopporta il gusto del miele!
Provare per credere!


A presto,
Paola



Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.


22 commenti:

  1. wow! mi piacciono prendo nota...
    ciao

    RispondiElimina
  2. Mi sa che saranno deliziose......provo!!!
    A presto!
    Claudia - Gli eventi di Claudia -

    RispondiElimina
  3. Mi sa che sono proprio buone!!! un bacio

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia!!! Sei davvero una pasticciera provetta, Paola carissima! Chapeau!!! :-)

    RispondiElimina
  5. wow...posso sostituire l'alcool con del buon rum? vorrei portarle all'asilo, nessun problema, non sono alcoliche, vero? :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, l'alcool è insostituibile, il rum contiene una percentuale d'acqua...Comunque non sono alcooliche, cuocendole l'alcool evapora!!

      Elimina
    2. ok, allora alla ricerca dell'alcool. grazie

      Elimina
  6. Dico solo che sto impastando... o si può resistere!!!! :)

    RispondiElimina
  7. No, non si può resistere, stanno tirando pure me verso la cucina dove avevo decretato lo sciopero da frittura... Ma come si fa! Adesso vedo se ho tutto e al massimo domani le rifaccio gluten free!
    Grazie, e' una ricetta splendida!

    RispondiElimina
  8. Paola, te le copiamo, ne siamo rimasti colpiti, sono belle croccanti come piacciono a noi, l'unica cosa che cambierò con il burro è la dose di strutto perchè io non lo digerisco.
    Un bacione da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Copiatele...Se proprio lo strutto non lo vuoi mettere (ma ti garantisco che non si sente minimamente )sostituiscilo due-tre cucchiai di olio extra vergine.Non saranno la stessa cosa ma....

      Elimina
  9. Noi le chiamiamo fiocchetti...anche se non sono a forma di fiocco ;) con la cannella credo che siano deliziose. un bacio, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La cannella è proprio quello che ci vuole...Un bacio anche a te!

      Elimina
  10. Paola...mi sono appena mangiata mezzo chilo di frappe fatte con un'altra tua ricetta ed adesso mi tenti con queste? vabbè, per fortuna c'è poco zucchero....^__^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ilaria, queste sono tutta un'altra cosa....
      Zucchero non ce n'è, infatti, giusto un po' di miele :))

      Elimina
  11. Grazie a tutte per la fiducia, ma sono realmente un'altra cosa rispetto alle classiche frappe anche se all'aspetto sono uguali....Tra l'altro non stuccano come i soliti dolci fritti. Che vi devo dire? qualche volta le suocere qualcosa di buono lo faranno pure no??

    RispondiElimina
  12. Copio anche io, non ho dubbi sulla loro bontà. Mi piace molto l'idea della cannella e della scorza di limone come condimento.

    RispondiElimina
  13. Meravigliose, non la finisco mai di sperimentare ricette di frappe e questa non mi sfugge di certo!

    RispondiElimina
  14. La quantita' di uova e' trattabile?? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lucia, vuoi una ricetta con un solo uovo? Vengono molto croccanti...
      Dai oggi te la pubblico! :D

      Elimina
  15. Ma che belle queste frappe! sembrano davvero leggerissime!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...