martedì 11 settembre 2012

Buono come il pane

Come ogni buon appassionato di cucina, d'estate mi dedico alle sperimentazioni...
Non che mi ritenga un'esperta, per carità, anzi tutt'altro, ma mettere le mani in pasta per tentare produzioni nuove, mi diverte da matti. Non ho timore di affermare che la panificazione non è un campo dove mi spreco tantissimo perché da noi al sud non c'è grande necessità di farsi il pane o la focaccia in casa: se ne trovano di ottimi a lievitazione naturale e a buonissimo prezzo, dell'uno e dell'altra. Il piacere però di mettersi alla prova, lo stupore di creare una squisitezza con pochi ingredienti quali acqua e farina, di far lievitare un impasto con un nulla di lievito, così come quello di inondare casa e vicinato col profumo di pane e focaccia appena sfornati, è impagabile! ^_^
Certo ci vogliono competenza e passione, molta pazienza, un po' di intuizione e tanta tanta pratica. 
In questi anni di frequentazione della food-blogosfera, ho imparato che esistono almeno 4 categorie di appassionati della panificazione casalinga:

- quelli che ne parlano

- quelli che guardano e fotografano

- quelli che impastano

- quelli che mangiano  la loro produzione

 Non sono poi tantissimi, secondo me, quelli che appartengono a tutte le categorie contemporaneamente e soprattutto mangiano sul serio un buon pane... Essi, perché il pane, oltre che bello, fotogenico, con gli alveoli enormi, fatto seguendo tutti gli ultimi dettami della scienza e della tecnica, deve essere soprattutto buono da mangiare. Sennò di che parliamo? :D Non si dice forse " buono come il pane" per intendere la bontà per antonomasia?
 A conferma del fatto che in tanti ne discutono, ma non tutti impastano, come non ricordare il caso emblematico e per certi versi esilarante di una persona che inondava il web con i suoi trattatelli e le dispense sul lievito madre e che ad un certo punto ha scoperto, grazie a un panificatore vero, che non ci aveva capito 'na mazza?  Patapùff nell'acqua lorda, si direbbe a Bari per sottolineare la figura di... niente!  :))))))))))))))))))))) Però bisogna ammettere che  ebbe l'onestà intellettuale di rendere nota la cosa e di mortificarsi per i suoi errori. Chapeau! Quindi, attenti a divulgare scoperte eclatanti, a strombazzare procedimenti rivoluzionari,  specie se non siete stra-sicuri che chiunque possa ottenere un buon risultato pari al vostro. Che poi, diciamoci la verità, ormai in cucina è estremamente difficile inventarsi qualcosa di nuovo... Recuperare invece tecniche antiche, metterle a punto usando la tecnologia moderna e le nuove conoscenze, o riciclare ingredienti di scarto, non solo si può, ma è auspicabile.


Pane con il liquido di governo delle mozzarelle di bufala


Tra i miei riferimenti sicuri in fatto di lievitati in genere, ci sono  sempre stati loro... 
Chi non li conosce o non ha mai visitato i loro blog e i loro corsi? Non ho mai, e dico MAI, fallito un impasto seguendo le loro dritte, anche se fatto "ammodomio"! :)))))))  
- Bella forza - direte voi - Adriano e Paoletta so' maestri... 
Epperò, tra la marea di gente che chiacchiera di panificazione ne ho scoperti alcuni validissimi che sfornano pani da urlo in continuazione... 'na meraviglia!!! 
Tra questi un amico, nel senso più profondo del termine, una persona cioè di cui mi fido, che ama sperimentare e raccontare con suggerimenti e dettagli i suoi successi. Li racconta prima agli amici di cui si fida a sua volta, magari in privato o in qualche gruppo di Fb non accessibile a tutti,  e poi a cose fatte, quando il risultato lo soddisfa pienamente, condivide erga omnes, pubblicando foto e ricette sul suo blog. 
Lo conoscete, vero?  E' uno di quelli che oltre a parlarne, il pane lo impasta a MANO, lo inforna nel suo forno a legna, lo fotografa e lo mangia. Ecco, lui è proprio così come il suo pane...  schietto, sincero, genuino, in una sola parola: buono!

Beh, scusate... mò s'è fatta 'na certa... Domani vi racconterò dei miei esperimenti, mooooooooolto moltooooooooooooooooooooooo... empirici, fatti da me  il 22 Agosto scorso con il liquido di governo delle mozzarelle di Bufala, seguendo le dritte e i suggerimenti del signor Nuccio Gatto titolare del Blog di Max. E' dall'anno scorso che  m'ha fatto 'na capa tanta con i suoi esperimenti di panificazione col liquido di governo delle bufale... e non solo a me, of course! ;)

 Allora a domani,

 Ornella

piesse: perdonate la foto... forse non tutti sanno che mi hanno rubato la mia piccola digitale con le foto non ancora scaricate. Le foto del pane impastato col liquido di governo delle mozzarelle di bufala erano tra queste.:( Ne avevo scaricate giusto un paio. Purtroppo, sono cose che accadono... Comunque spero si veda che il mio pane è venuto benissimo!!! ;)




Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2012© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

22 commenti:

  1. diciamo che io faccio parte della terza e quarta categoria... e anche della quinta, se mi posso permettere di aggiungerla, che è di quelli che apprezzano ;)

    davvero bello il tuo pane! complimenti!

    RispondiElimina
  2. Ornella mi piace assai questo tuo racconto/apprezzamento e LUI sa quanto anche io lo consideri un amico e una persona di cui fidarsi totalmente oltre che un gran burlone su fb! Brava Ornella hai, con questo post, raccontato un UOMO!
    Ciao a presto ;D Tanto ci si becca su fb ahahahahahahah

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonietta cara, per fortuna siamo in tanti ad apprezzare Nuccio, che sappiamo bene mettere nei suoi impasti, tanta tanta passione.

      Elimina
  3. Merhabalar, ellerinize sağlık. Çok leziz ve iştah açıcı görünüyor.

    Saygılar...

    RispondiElimina
  4. Buon giorno Ornella!!!
    Magnifico questo pane... aspetto trepidante il tuo post di domani con la ricetta spero!!!
    Anche io sono un'appassionata panificatrice appartenente alla terza e quarta categoria da te descritta. In più, visto che le mie produzioni di pane & co. sono abbastanza frequenti ed eccessive rispetto al consumo familiare (io e mio marito...) ne distribuisco a iosa a parenti ed amici.
    Attendo dunque tuoi aggiornamenti per nuove sperimentazioni.
    Un abbraccio e complimenti per il tuo magnifico blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Teresa, la mia sperimentazione è molto empirica ed è frutto delle intuizioni di Nuccio. Io, da sola, non ci sarei mai arrivata. Quindi, onore al merito! :)

      Elimina
  5. Anch'io mi sono avvicinata a questo mondo dopo aver conosciuto Paoletta ed Adriano, ammiro la loro professionalità e sincerità, cosa che purtroppo non è di molti. E di Lui che dire: è un grande;grande in tutti i sensi ...ma soprattutto mi piace per la sua semplicità ed umiltà.
    E sinceramente mi fà molto piacere che tu abbia parlato di loro, confermandomi che sei una persona che non vuole mostrarsi a tutti i costi e che quello che fa lo fa con passione condividendo.
    Ora non mi resta che procurarmi questo liquido di governo...Ciao!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Donatella, e tu sei un'altra che sforma MERAVIGLIE da urlo a ripetizione!!!!!!!! Brava!!!!

      Elimina
    2. E' la verità, ti ammiro molto!

      Elimina
  6. Ciao, che fantastica ricetta :) Bravissima! Passa anche da me se ti va e unisciti ai lettori .. Abbiamo bisogno di supporto! Eccoti il link : http://duecuorieunapadella.blogspot.it/
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, ma la ricetta 'ndo l'hai vista? :))))))
      Un bacione anche a te!

      Elimina
  7. Ciao Ornella, mi sono avvicinata da poco al mondo della panificazione per necessità, sono pugliese ma da un anno vivo in Germania e qui il "nostro pane",quello di semola, non si trova. Pur di non rinunciarci ho iniziato a farlo io e impasta oggi, impasta domani l'argomento inizia davvero ad appassionarmi, spero di imparare sempre nuove cose grazie soprattutto a persone, come quelle che hai citato tu, che mettono a disposizione di tutti le loro esperienze. Grazie anche a te e a questo blog per tutte le belle ricette che propone. Ho appena postato la ricetta dei sablè di Hermé che ho proprio trovato qui. Un saluto e a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Maria Pia, grazie infinite a te!!! Ho visto i tuo fantastici Sablé... BRAVISSIMA!!!!!

      Elimina
  8. Parole sante Ornella! :-D Purtroppo non tutti hanno la capacità di ammettere i propri erori, o perlomeno, non tutti hanno la capacità di capire quando è il momento di finirla con le bugie, quindi tanto di cappello a quella signora! Tante volte, la troppa sicurezza porta a commettere tanti stupidi errori...dico solo che i modi per smascherare questi tipi esaltati ci sono, quindi sarebbe meglio mostrare un pò di umiltà e via; è troppo facile rubare il genio degli altri... che poi a che serve? Con quale coraggio queste persone si guardano allo specchio? :-/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ago, in Puglia si dice :"La mattina si alzano un dritto e un fesso!" :D In cucina però non si può barare e quindi "sfruttare" un'intuizione o una sperimentazione altrui è semplice e comodo!
      E' da sciocchi non riconoscere i meriti a chi li ha, si rischia di fare figure pessime senza un motivo serio, se non il desiderio di primeggiare.
      Tu ed io, ma non solo noi of course (siamo almeno in 15 ;) ), sappiamo bene quanto Nuccio abbia parlato dei suoi esperimenti con l'acqua di governo delle bufale... Ammesso e non concesso che non sia una novità e che l'idea risalga a molto tempo prima, perché non riconoscergli il merito di averlo quanto meno messo in pratica da oltre un anno? Perché non citarlo o coinvolgerlo in nuove sperimentazioni? Non capirò mai cosa passa nella testa della gente...

      Elimina
  9. io sono una di quelle che "ci prova", ma alla fine non ottiene risultati così eclatanti, diciamo che...
    "so de coccio".
    Ogni minuto delle mie giornate ho qualcosa da imparare da qualcuno, e non credo, anzi sono certa di non aver mai inventato niente nella vita, figuriamoci in cucina..
    Condivido tutto ciò che hai scritto, e mi spiace per il furto che hai subìto, comunque si capisce benissimo dalla foto il tuo risultato :) Complimenti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Cristina! Il furto della macchina fotografica è stato un duro colpo! Era la mia fedele compagna dal 2009... La nuova però è pure più bellina!!! :)))))))

      Elimina
  10. Premessa che condivido tutto quello che hai detto sull'innovazione in cucina resto affascinata dalle meraviglie che sforna Nuccio.
    Il pane ho dovuto imparare a farmelo se no nisba, da queste parti non si trova pane senza glutine pronto e mangiabile e sono in continia sperimentazione e chi mi guida siete tutti voi blogger che mettete le "mani in pasta" . Devo ringraziare proprio tutti. Un abbraccio, Simonetta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simonetta, io eseguo su dritte degli esperti... quindi mi unisco a te nel ringraziarli! :)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...