mercoledì 20 giugno 2012

Rustici alla carne con finta sfoglia

Ormai lo sanno tutti che la pasta sfoglia è un mio tabù... Ogni scusa è buona pur di non cimentarmi con una preparazione che non ritengo alla  portata delle mie capacità...  eppure, prima o poi, supererò l' ostacolo... Ma nel frattempo, perché non provare la finta sfoglia?




rustici con la finta sfoglia di Lory ( La Mercante di spezie)

Dovete sapere che inseguivo La ricetta da tempo, avendola letta  su non so più quanti blog, sia italiani che stranieri... Ciascuno indicava le  sue regole, indispensabili per ottenere un risultato il più simile possibile alla vera pasta sfoglia: burro freddissimo a pezzetti regolari; pieghe di vario tipo; i famosi giri; riposo prolungato in frigo; e chi più ne ha più ne metta.  Insomma, ne avevo trovate di tutti i colori, finché non sono approdata Qui!  Cliccate sul link, ve ne prego, leggete il post e  fatevi quattro risate, sentitammé che ne vale la pena!!! :D
Che sono andata a scoprire leggendo quel post? Beh, era stata proprio lei, la Lory, in tempi non sospetti ;)), ad aver lanciato in rete la finta sfoglia, che altro non era, se non la sfoglia dei poveretti di sua nonna! Impasto povero per modo di dire, non certo di calorie ;)... ma se consideriamo che in campagna, farina, uova fresche, ricotta e burro appena fatti, non mancavano mai e che  questi ingredienti si impastava in quattro e quattr'otto senza tante storie, ecco spiegata l'origine del nome. *_*
 Dunque, premesso che dell'abilità culinaria della Lory mi fido assai - è cuoca vera, non a uso e consumo della rete, tanto per capirci - il fatto che, per la prima volta avesse pubblicato questa ricetta su un noto forum di cucina,e che nessuno se la fosse filata, era la garanzia che volevo, semmai ce ne fosse stato bisogno.  
Come??? Non comprendete che voglio dire??? Emmò, apro una parentesi e ve lo spiego papale papale... ^__^ 


Rustici


 Frequentando da anni un forum di cucina,  vi posso  confermare  per esperienza, che spesso in questi luoghi virtuali, vengono osannate ricette sconclusionate - tanto per essere buoni e non dire di peggio -  mentre se ne tralasciano altre buonissime, magari semplici, ma dal risultato eccellente. A distanza di qualche anno però, inevitabilmente i "fenomeni" glorificati a destra e a manca, si sgonfiano, e può pure succedere che  il vecchio cavallo di battaglia, uno di quelli che che sembrava il non plus ultra della bontà,  riemerga dall'oblio.  Ecco che allora, forse... solo a quel punto.... qualcuno  dirà finalmente la verità! :D
Quella torta famosa, per esempio? Sì proprio quella che aveva fatto il giro del web, che tutti avevano preparato, della quale si erano cantate meraviglie in ogni dove e che aveva regalato fama e notorietà  al suo autore/trice?  A distanza di tempo si può scoprire che la magnifica, stupenda, buonissima, insuperabile, etc. etc.... altro non era se non una vera ciofeca disgustosa e pure copiata, chissà da dove! :)))))))
 Alzi la mano chi di voi non è mai incappato nel "tormentone" di turno, rivelatosi una vera e propria schifezza.  Ditemi un po', chi non ha mai smoccolato in cucina, maledicendo il momento in cui si è fidato di un nome e cognome "celebrato" o di un nick name famoso? Insomma, mi piacerebbe tanto sapere sinceramente quante "fregature" vi sono capitate; quante volte avete sprecato fatica, tempo e denaro. Che nervi!!!! A volte la cucina in rete è   tutto fumo e niente arrosto.
 Bisognerebbe avere la capacità di discernere tra gli appassionati veri, la cui cucina non sale agli onori della ribalta forse perché manca del giusto appeali fenomeni mediatici puri e semplici, quelli cioè creati artatamente con tecniche più o meno sofisticate di comunicazione. Per non parlare dei veri e propri mistificatori... quei finti cuochi o falsi esperti che, approdati al food per sbarcare il lunario o per non essere stati capaci di emergere in altri ambiti, sproloquiano - e quanto sproloquiano, mio Dio - di argomenti di cui hanno un infarinatura approssimativa e nulla più. Avete notato quante volte capita di cercare una ricetta e di trovarla, spacciata con lo stesso nome, totalmente stravolta? Che cialtroni!!!
Io penso  che in cucina come nella vita, la fiducia e la "notorietà" bisogna meritarsela sul campo, come la Lory, che sa quel che fa. 
Per concludere, se si vuole scrivere di ricette e parlare di cibo, le uniche cosa che contano veramente, secondo me, sono soltanto due: avere gusto e saper cucinare sul serio! Tutto il resto è aria fritta!!!! :D


Rustici con la finta sfoglia (della Mercante di spezie)
dosi per 12 rustici di 10 cm di diametro




RUSTICI appena sfornati


Per la finta sfoglia:
250 gr di farina 00
250 gr di burro (leggermente salato)
250 gr di ricotta


1 uovo per spennellare


Per la farcia:
400 gr di carne tritata (circa)
1 carota
1 cipolla
1 gambo di sedano
50 gr di ricotta
50 gr di scamorza fresca o affumicata
2 uova
parmigiano grattugiato q.b. (una generosissima manciata)
vino bianco q. b.
olio o burro chiarificato q.b.
sale q.b.


Preparate la sfoglia impastando velocemente,burro appena morbido, farina e ricotta. Fatene un panetto appiattito, avvolgetelo nella pellicola e mettetelo in frigo, per circa 30 minuti. Nel frattempo, preparate un soffritto con la cipolla, la carota e il sedano, aggiungetevi la carne tritata, un po' di sale e sfumate con una spruzzata di vino bianco. Tenete da parte la carne, lasciandola intiepidire, prima di mescolarvi i formaggi e le uova. Se preferite potete usare solo ricotta, ma dovrete raddoppiarne la dose.




Rustici

A questo punto stendete la sfoglia col matterello in modo non eccessivamente sottile, aiutandovi con una spolverata di farina. Ricavatene 12 cerchi che abbiano il diametro più grande rispetto a quello degli stampi che andrete a foderare con la sfoglia stessa, senza imburrarli.  Mettete  il ripieno, sbattete gli stampini sul piano di lavoro, togliete la pasta in eccesso, e coprite con un altro cerchio di pasta, dello stesso diametro del contenitore. Premete sui bordi, facendo aderire i lembi e spennellate con l'uovo sbattuto leggermente salato. 




RUSTICI CRUDI




Infornate a forno già ben caldo, alla temperatura di 250°, modalità statica, fino a doratura. Infine fate intiepidire i Rustici su una gratella, prima di sformarli.
Buonissimi appena tiepidi o anche a temperatura ambiente!!!!!!!




Rustici


Alla prossima,

 Ornella




Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2012© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

41 commenti:

  1. bocconcini deliziosi, mi hai fatto venire una voglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesca, sono facilissimi. L'unica cosa negativa è stata che ho scelto uno degli scorsi pomeriggi, tra i più caldi in assoluto. Ti lascio immaginare.. ;)))

      Elimina
  2. ehmmmchedddire...HAI TROPPPO RAGIONE! M'è capito eccome di inciapare in super ricette che ti offrono risultati pessimi :(( E infatti sono sempre più convints che la brava cuoca sia colei o colui che, buoni ingredienti alla mano, abbia anche una valida ricetta! questi rustici sono magnifici e mi cimenterò cn questa sfoglia poichè anche io non mi cimento con quella "originale".... questa mi sembra proprio splendida!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Clara, non so per te, a io ogni volta metto in discussione le mie capacità.. anche se ora ho affinato un po' la "tecnica".. Riesco dopo un po'di tempo a percepire quando si tratta di cialtroni! :D

      Elimina
  3. ma che fame!!!! Ho terrore della sfoglia, non riuscirò mai neanche a pensare di farla...questa mi sembra giusta giusta per me....ma la doratura poi...troppo invitante. Giuro li faccio sabato!!!!! e metterò la foto su FB

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nina, mi raccomando.. Per la ricotta, usa tranquillamente quella del Supermercato.. per il burro, scegline uno buono, se bavarese è meglio. Io ne ho usato uno salato, mi pare si chiamasse Lupak...

      Elimina
  4. allora prima di tutto anche per me la sfoglia per il momento è ancora tabù e quindi vado di sfoglia già pronta! ma mi intriga parecchio questa finta sfoglia e questi rustici che mi portano indietro con i ricordi :-)
    per quanto riguarda le fregature eccellenti in cucina io ne ho prese parecchie sia da blogger VIP sia da giornali celebri e sia da libri blasonati e credimi mi fa una rabbia pazzesca! e non pubblico mai una ricetta non riuscita! insomma cara sei in ottima compagnia :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ros, con l'sperienza mi sono "scafata"! ;))) Ho i miei riferimenti sicuri da cui mi schiodo difficilmente, ormai! :D

      Elimina
  5. con la carne sono strepitosi..io ci faccio la torta salata... complimentiiiiiii!

    RispondiElimina
  6. divertente la storia della mercante di spezie, ottimi i tuoi rustici, quasi quasi mi verrebbe voglia di provarla questa sfoglia se non fosse per i 40 gradi della mia cucina e senza formo acceso... ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Marina, appena rinfresca un po'... ;)

      Elimina
  7. Allora ne vuoi proprio una fresca fresca?? Invitata per anni a partecipare ad una cosa che, in fondo in fondo ho cmq accettato io,sono sempre e solo stata invitata come food blogger e mai come chef,la cosa strana ? Le "chef" di turno erano "semplicemente" delle food bloggere nn dico altro perché tanto nn servirebbe a nulla a certe cose nn parteciperò mai più ,certe "amiche" sono gia scomparse e io resto cmq quella che sono me stessa !!! Su CI Ornella nn son mai stata filata da nessuno ,le mie ricette davano fastidio ;-)) io ero quella che se la tirava io nè ;-))) !!! Nn credere che le cose siano diverse per il mio blog ,ma negli anni ho imparato a fregarmene,nn commento quasi mai da nessuno a parte qualcuno ;-)) e nn perchè io me la tiro semplicemente perché nn voglio obbligare nessuno a passare da me solo per far numero. Nel mondo del lavoro ho avuto tante soddisfazioni basterebbe aver la voglia di leggere qualche mio post per capirlo,perciò nn ho bisogno si scondinzolare,nn devo arrivare da nessuna parte (sono arrivata a Tonga ti pare nn basti ? ahahahahah)nn voglio far nulla di più di quello che faccio oggi,ma sopratutto voglio guardarmi allo specchio e "potermi dire" sai che cè quella tizia è davvero una mia amica !!!!! ;-))) Sono tornata e spero che la salute mi dia la possibilità di rimanere almeno avrò la certezza che qualcuno magerà un pò amaro ;-))Piccola soddisfazione? Può darsi ma io mi acontento di poco ahahahahahah !

    PS grazie di tutto !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lory, sfondi una porta aperta!!!:)))))) Grazie a te!!!

      Elimina
    2. Una precisazione doverosa,nn è che io mi creda meglio di alcune food blogger sia chiaro,ci sono ragazze bravissime se nn più brave di me, ma se tu mi presenti una persona come chef ,la persona in questione deve saper almeno TAGLIARE LE VERDURE e guarda che nn scherzo ;-))ecco solo questo,adesso vado a PREPARARE A MANO IL BUDINO !!!!! AHAHAHAHAHAHAHAHAHAH

      Elimina
    3. Lory, questa è una nota dolente di cui ogni tanto parliamo anche noi... Se a un foodblogger si può perdonare tutto, dagli errori di grammatica a quelli culinari- ci facciamo magari 4 risate e stop - a uno chef o presunto tale no! Se il/la blogger sono seplici appassionati, quindi dilettanti, a chi si presenta come chef o maestro di cucina, a volte con tanto di diploma, gli errori blu sui fornelli, non possono essere tollerati! E' il caso anche di alcune note trasmissioni TV.. Io, da blogger, posso pur pubblicare qualcosa non perfettamente riuscita o con degli errori gravi, ma chi si picca di insegnare in TV, no che NON può!!!! E caspita!!!!!

      Elimina
  8. Ciao Ornella, complimenti, hanno un aspetto molto invitante! Anche io tempo fa ho postato sul blog la finta sfoglia (ricetta di Adriano di Profumo di lievito) per dei rustici utilizzando però il philadelphia. Proverò anche questa versione visto che sei una garanzia :) Bacioni :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sìììììììììììììì.. l'avevo vista anch'io... Grazie! :)

      Elimina
  9. La ricetta di Lory l'ho usata tante volte, scoprendo poi che era la sua, leggermente modificata.;)) Ancora prima preparavo dei dolci di origine ebraica, i rugelach,che a casa piacevano molto, seguendo una ricetta americana che prevedeva il solito formaggio cremoso in carta d'argento...L'impasto è molto simile.
    A me piace, al di là della sua somiglianza con la pasta sfoglia....Anzi, quasi, quasi rispolvero i rugelach in versione italiana e ve li proponiamo qui su Ammodomio.

    Per il resto, che dire, anche il web, come mondo parallelo, non fugge al vento del momento. Molte chiacchiere, tanto fumo e poco arrosto, per rimanere in tema culinario: ricette fasulle che non funzionano, ma presentate con tanto fervore e tanta enfasi, glorificate come il meglio del meglio, ma in realtà poco significative se non addirittura mal fatte, per metodo di lavorazione, scelta di ingredienti, presentazione ecc....Certamente anche nei libri, o riviste, si leggono ricette che chiaramente contengono diversi errori compromettenti il risultato. Ma in quel caso si può anche pensare a errori di stampa, o comunque a ricette prese qua e là e poi raccolte in un testo per fini puramente commerciali.
    Nel caso invece di blog, o forum, quando personalmente si propone un qualsiasi piatto,(o preparazione), si presuppone che questo sia stato sperimentato e valutato da chi ne decanta le lodi,per cui si dovrebbe andare sul sicuro. Ma a quanto pare il condizionale è d'obbligo.... :)))))
    Non mi capacito, infatti, di fronte a certi successi che imperversano, anche per anni, sul web con strascichi pesanti sulla realtà: qualche mese fa, spronata da una mia amica, ho provato una torta che furoreggia tra le cake designer casalinghe, al cacao.....MAMMA MIA!! Semplicemente terribile per gusto, consistenza,effetto visivo.Come può piacere? Eppure.....
    Mi domando: Ma non hanno mai mangiato nulla di meglio? O non hanno nulla di meglio da proporre?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Paola a proposito di Rugelach prova digitare la parola nel mio blog ;-))))) E' proprio una quadratura del cerchio ,tutto torna ;-)))

      Elimina
    2. Io l'ho vista ieri!!!!!!! Golosissima!!!!

      Elimina
  10. Lory, ho provato ma non esce nulla...Ora mi hai incuriosito!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eccola!!!!!! http://lamercantedispezie.blogspot.it/2010/05/rughelac-e-la-quadratura-del-cerchio.html

      Elimina
  11. che buoni devono essere, mi annoto la ricetta, in particolare il ripieno dev'essere squisito.

    RispondiElimina
  12. eccoli...sono proprio loro.La ricetta che ho, è molto simile nelle dosi.....Ma tu guarda!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ecco adesso capirai di sicuro meglio ;-))) E se leggi uno degli ultimi commenti,mi sono anche beccata un cazziatone da una ragazza straniera,vabbè a suo favore è che nn ha capito molto di quello che ho scritto ahahahahah ! ;-))

      Elimina
  13. Eccoli, mi avevano già fatto ingolosire di la...tutto si sgonfia...a voglia di quanta gente vende fumo...un abbraccio, ciao.

    RispondiElimina
  14. la preparerò appena accendere il forno non sarà una azione da kamikaze

    Riflessione: chi l'ha detto che la fonte, per quanto attendibile o celebrata o autorevole, DEVE essere una garanzia di successodi una ricetta? Da anni ormai leggo gli ingredienti e l'esecuzione... e solo se li sento "nelle mie corde e nel mio palato" mi cimento. Le volte che non lo faccio prendo dei bidoni. Ultimo il cake alle banane di Montersino, e lì ahimè anche mentre lo preparavo mi sentivo che era una mappazza pazzesca (per il mio gusto e per quello della mia famiglia ovviamente)

    Ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabiola in verità il mio discorso era un po' diverso.. Mi riferivo non tanto alle fonti autorevoli,quanto piuttosto alla falsa autorevolezza riconosciuta a taluni sulla base del nulla. Mi riferivo a quei personaggi che furoreggiano per un po' a destra e a manca, che si autocelebrano, si auto proclamano autorevoli e nessuno ha il coraggio di contraddirli. Quante volte è accaduto che una ricetta data per eccellente da tutti coloro i quali dicevano di averla sperimentata non si è rivelata nel corso degli anni un grande bluff? Tutti a dire £che bella e che buona" per non urtare la suscettibilità del "divetto" di turno o peggio per esaltarne furbescamente le qualità inesistenti? I palloni gonfiati per loro stessa natura prima o poi si sgonfiano e restano le ricette.. quelle buone davvero e le ciofeche! ;))
      ciao bella!

      Elimina
  15. mi sto cimentando...è tutto pronto ma mi domando: la sfoglia riuscirò a stenderla con mattarello e farina con questo caldo ed in più il forno acceso al massimo per accoglierli?????????????????? a più tardi.....

    RispondiElimina
  16. I primi 8 sono in forno...credo che non avranno un bell'aspetto...i miei piccoli stampi non hanno il bordo ondulato ;-(((((((

    RispondiElimina
  17. Fatti e mangiati gnam gnam .... che ti sembrano Ornella?
    Sicuramente meglio farli in inverno con -10° ...ma sai come si dice?: mi è venuto lo "spiulo"..... ;-))))

    http://www.facebook.com/media/set/?set=a.3825720493477.2147481.1591725715&type=1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nina ma lo sai che li ho messi ora in forno anch'io? Li avevo promessi agli amici.. Ma che caldo!!!! Meglio farli col fresco!!!!

      Elimina
  18. Ornella, la finta sfoglia, si può anche surgelare?
    Ho della ricotta in più in frigo e la tua ricetta sarebbe perfetta per poterla utilizzare...
    Grazie in anticipo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alba, davvero non lo so.. Io non l'ho mai congelata. Provo a chiedere a Lory

      Elimina
  19. Ekkime :) si certo che si può, senza farla scongelare completamente, cioè stendendola che ancora offra resistenza,nn so se mi sono capita ! eheheheheheh

    RispondiElimina
  20. Mi fai rispondere dalla Lory in persona?
    E cosa ho fatto per meritare tanto?
    Oggi ho riletto per bene tutto il post, aperto tutti i link( compreso quello dei 'rughelac')e...imparato cose nuove!
    Adesso non mi resta che metterle in pratica e sperimentare.

    Prima, però, approfitto della presenza di Lory, per esprimere ad entrambe la gratitudine che provo per chi, come voi,non sottovaluta alcuna cosa, prendendo come cosa seria anche la passione di foodbloggers.
    Aldilà del cerchio, non più tanto ristretto oramai, di 'colleghe/ghi' o di affezionati lettrici e lettori o commentatori in generale, penso e spero abbiate piena consapevolezza della folla di persone che, magari in silenzio o senza troppo esporsi, si 'nutre' delle vostre ricette, del vostro saper fare, dei vostri consigli, del vostro Patrimonio culinario, famigliare e regionale, riuscendo così ad acquisire, GRAZIE A VOI, ONESTE E SERIE PASSIONARIE DELLA CUCINA, anche i più banali e rudimentali principi dell'arte VERA di cucinare.
    Un'arte che può essere valorizzata o bistrattata (virtù, quest'ultima in cui noi italiani,sull'arte in generale, amiamo avere il primato) o preservata nella sua genuinità e purezza, rivelando rispetto delle proprie origini, della propria terra, delle proprie tradizioni, della Memoria che ci è stata affidata e donata da nonne o madri di un tempo.
    Io non posso che dirvi GRAZIE,
    per la generosa ed onesta condivisione che fate del vostro Sapere, senza trucchi e senza inganni!
    Aiutando chi, come me, a quasi 47 anni, ancora desidera crescere nel proprio saper fare, attingendo e imparando da chi, come voi, ha avuto la fortuna di essere già nutrito dalla tradizione e dal passato.
    Nell'onestà della Memoria,credo, è la nostra virtù e la nostra ricchezza per il futuro.
    Ornella....grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alba, ma grassieeeeeeeeee... !!!! :)
      Quella che ha da insegnare è la Lory, io continuo ad imparare..
      Un abbraccio!!!!

      Elimina
  21. Ma grazie di cuore Alba. Ho avuto la fortuna in 35 anni di cucina di poter insegnare molto,ma anche quella principale di imparare molto ;-)
    Ho solo cercato negli anni si trasmettere la mia passione anche attraverso il blog,che oggi resta desolatamente "chiuso" .
    Troppo di tutto oggi e il troppo nn ha mai fatto parte del mio mondo "cuciniero" :-)
    Ne ho viste e sentite di ogni,perciò ho solo deciso di "spostarmi" un pochino e lasciar passare chi ha ancora voglia di scalciare :-)
    A me basta sapere che cè ancora gente come te ,che ha voglia di spendere due minuti per leggere tutto quello che la vita mi ha regalato sia a livello di esperienza lavorativa ma sopratutto umana. CUORE..Ecco la cucina dovrebbe essere così ancora oggi,testa ma prima di tutto cuore !!!
    Grazie Alba e grazie a te Ornella per tutto quello che ogni giorno metti a disposizione di tutti !

    RispondiElimina
  22. Non so dire altro che grazie a te, Lori! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...