sabato 31 marzo 2012

Uccellini di pane

In questo periodo la primavera si fa sentire eccome, e gli uccellini cantano a più non posso, dalle prime luci dell'alba, fin verso il tramonto: danno gioia, allegria, senso di pace...
Certo alcune volte possono essere anche leggermente fastidiosi, se penso al bellissimo merlo che gironzola nel giardino e che la mattina alle 4.30-5.00 si appollaia sullo spigolo del cornicione della finestra della camera da letto, per zirlare letteralmente a squarciagola...Che tormento!! Praticamente è dentro la stanza.

Purtroppo la mia camera fa angolo e il benedetto cornicione permette al merlo di dominare tutto il giardino, nonchè verso la strada: un occhio a destra ed uno a sinistra e lui vede tutto:  si sente tranquillo e protetto con dietro il muro a mattoni....Inutile dire come ha ridotto il povero cornicione di travertino, scambiandolo per un....beh avete capito!!  :))))
Però la mattina quando mi affaccio e per qualche secondo ci guardiamo negli occhi prima che lui voli sul pergolato di sotto, debbo dire che lo perdono....Lui mi guarda e non aspetta altro che tiri la tenda, per tornare in postazione. E ricominciare a strillare!!








Perchè non portare dunque sulla tavola pasquale dei bei pani a forma di uccellino? Sono decorativi e buoni, quello che ci vuole per la tavola delle feste. 
La prima volta li realizzai tre anni fa, dopo aver visto quelli di Dimitrana, una signora che seguo da anni su Flickr e sul blog, dotata di tecnica e di estrema fantasia e buon gusto.

L'impasto potete sceglierlo voi, quello che vi piace di più, o seguire la ricetta di Dimitrana, che per comodità riporto in italiano e appena, appena modificata da me. L'importante è la forma, un semplice nodo piatto i cui estremi dànno luogo a testa e codina dell'uccellino. Due chiodi di garofano e il gioco è fatto. Dimitrana mette anche un video brevissimo, ma efficace: pochi secondi e l'uccellino è pronto!!

Uccellini pasquali di pane
di Dimitrana S