venerdì 25 novembre 2011

Meringhe al cacao di Pierre Hermé

Ma ci pensate che fino a poco più di un mese fa io andavo ancora al mare e che tra 30 giorni sarà Natale? Avete già cominciato ad organizzarvi per i regali golosi e per i menù delle feste?   
Oggi da noi fervono i preparativi, non solo per le prossime festività... Il blog è a "ranghi ridotti" per altre ragioni che vi racconteremo in seguito. ;))) Intanto Paola ed io abbiamo già messo in cantiere qualche esperimento, che se soddisfacente, finirà, oltre che su queste pagine, anche nei nostri pacchetti regalo. Senza esserci dette nulla, ciascuna per proprio conto, siamo state attratte da una identica "ricettina", scovata tempo fa sul blog di quella signora francese, dove avevamo scoperto la ricetta originale di questi QUI! Ve li ricordate?  
Beh, l'abbiamo provata entrambe, anche se soltanto io sono riuscita a fare qualche foto al volo... 
Superfluo aggiungere che il risultato è ottimo, pur con qualche piccolo "ritocco ammodomio"... ^_^
Vi lascio la ricetta in lingua originale che la blogger francese ha tratto dal libro "Larousse du Chocolat" e di seguito quella con le mie  piccolissime modifiche.

Meringues au chocolat Pierre Hermé


MERINGHE AL CACAO di Pierre Hermè


100 g de sucre glace 
15 g de cacao en poudre 
4 blancs d'oeufs 
100 g de sucre en poudre

Tamiser sucre glace et cacao.
Fouetter les blancs au batteur électrique à vitesse moyenne en y incorporant, dès le départ et petit à petit, la moitié du sucre en poudre. Continuer à fouetter jusqu'à ce que les blancs montés soient brillants, lisses et très fermes. A ce moment-là verser dessus en pluie la seconde moitié du sucre en soulevant l'ensemble à l'aide d'une spatule souple et en soulevant l'ensemble le moins possible.
A l'aide de la spatule incorporer ensuite le mélange sucre glace/cacao.
Préchauffer le four à 120°.Dresser le meringues sur du papier sulfurisé et enfourner pour deux heures (si ce sont des grosses pièces) sinon 1 heure suffit. Bien entendu, c'est fonction de la taille des meringues.

Meringhe al cacao di Pierre Hermé

Meringhe al cacao


125 g di zucchero a velo (una busta)
1 cucchiaio di cacao amaro
4 albumi (di grandezza media)  
125 g di zucchero semolato superfino tipo Zefiro (8 cucchiai rasi)
1 cucchiaino raso di Frumina (amido di frumento)

Setacciate insieme lo zucchero a velo, il cacao, la frumina e, se volete un effetto marmorizzato come ha fatto Paola, mescolateli il meno possibile, altrimenti otterrete delle meringhe come le mie, chiare all'esterno e più scure all'interno.
Montate gli albumi con le fruste elettriche a media velocità, incorporando a poco a poco a cucchiaiate, lo zucchero semolato.Continuate a montare fino a che gli albumi saranno sodi, lisci e lucidi. A questo punto versate a pioggia lo zucchero a velo, il cacao, la frumina che avevate setacciato, e incorporateli a mano con delicatezza agli albumi già montati, col solito movimento dal basso verso l'alto, aiutandovi con una spatola da pasticceria. Preriscaldare il forno a 120 gradi (io forno ventilato a 100°) e nel frattempo disponete le meringhe sulla carta da forno. Cuocetele per un'ora circa- anzi possono bastare 3/4 d'ora se piccole come le mie - lasciandole poi nel forno spento. Io ho riempito dei simpatici pirottini natalizi usando la sac à poche con la bocchetta spizzata. A fine cottura, se volete accentuare l'aroma del cacao, anche se non è affatto necessario, potrete spolverizzare le meringhe con un pochino di cacao in polvere.

Meringhe al cacao di Pierre Hermé

E' vero che sono molto carine? A me, che sono una meringa-dipendente, sono piaciute tantissimo!!!!

Vi auguro uno splendido fine settimana,

Ornella

23 commenti:

  1. ciao sono bellissime
    devo provarle, a me non vengono mai le meringhe ma queste con la frumina forse forse potrebbero non afflosciarsi come al solito!!

    RispondiElimina
  2. golose e leggere, piccole coccole innocenti! :-D

    RispondiElimina
  3. @Isotti, non mettere mai il canonico pizzico di sale e vedrai che ti verranno perfette! :D

    RispondiElimina
  4. @Acquolina, sto continuando a sgranocchiare per assaporare meglio e darvi un giudizio oggettivo!! :DDDD

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono proprio tanto: la presenza del cacao le rende sicuramnte speciali :D

    RispondiElimina
  6. tempo fa, sono riuscita per la prima volta a fare delle meringhe buonissime e quindi ora sento che potrei anche lanciarmi e provare quelle al cacao! sono un ottima idea per i pacchettini natalizi...anche perchè mi sto disperando alla ricerca di qualcosa di carinooo!!! :) Grazie!

    RispondiElimina
  7. da un'altra meringa-dipendente...come farsele mancare??? poi al cioccolato non le ho mai fatte!!
    grazie!!

    RispondiElimina
  8. sono anche io una meringa dipendente e dato che ho un sacco di albumi avanzati dal famoso uovo fritto, proverò a fare anche le meringhe al cacao! Un abbraccio e a presto!
    Lucia

    RispondiElimina
  9. sono carinissimeeeee e sicuramente buonissime!!! buon week ;-))

    RispondiElimina
  10. Bonjour,
    je ne parle pas du tout l'italien, je ne sais pas si tu parles le français. En tous les cas je te remercies de citer mon blog dans tes recettes. Je suis fières que mes recettes arrivent jusqu'en Italie.
    Si tu aimes les biscuits au chocolat, je te conseille les cookies de Christophe Felder, la recette est ici :
    http://lechaudronmagique.blogspot.com/2011/07/de-lenergie-sous-forme-de-gourmandises.html
    encore merci de citer mon blog, bon week-end.

    RispondiElimina
  11. Buon fine settimana a te...però di questo passo il Natale lo trascorreremo in manica corta...Buone le meringhe, vedi questa è un'altra preparazione che dovrò imparare...ciao.

    RispondiElimina
  12. Ornella... queste meringhe sono una meraviglia!!!
    Però volevo anche dirti che il link alla signora francese non funziona :))) buona giornata!

    RispondiElimina
  13. Prometto, con questa mi deciderò a fare le meringhe, ostinatamente mi sono sempre rifiutata....mi procuro subito i pirottini, quelli sì che mi piacciono!!!!!
    ;-)))))))))

    RispondiElimina
  14. @Tutti, grazie infinite!!!! Provatele perché oltre ad essere facilissime, sono molto buone!!!!
    @Giulia, menomale che te ne sei accorta.. sistemato il link!:)

    RispondiElimina
  15. @Applemini, non parlo una parola di francese! :) Il linguaggio della cucina però, non ha confini, giusto? Ho ripreso la tua ricetta in lingua originale perché l'altra volta, per i Diamanti, avevo sbagliato il tipo di zucchero:sucre glace invece di sucre en poudre!:D
    E sai perchè? Per assonanza avevo assimilato sucre en poudre alla cipria per il maquillage e quindi per me era uguale a sucre glace! ahahahahahah.... Spero che Google traslator ti sia utile quanto a me, per comprendere facilmente quello ti ho scritto! :DDDD Proverò certamente i cookies de Christophe Felder, le tue ricette sono un garanzia!!!!! Grazie ancora di tutto, ti abbraccio!!!!
    Ornella

    RispondiElimina
  16. ecco oggi non mi funziona nulla...avevo anche fatto un commento a queste splendide creature, dicendo che presto mi deciderò a farle, proprio io che mi sono sempre opposta...ma non per nulla ,so che mia figlia ne mangerebbe a bizzeffe, adore le meringhe!!!!!!

    RispondiElimina
  17. Uau! Me ne mandi qualcuna?? Io purtroppo sono disincentivata dal fatto che a mio marito nn piacciono!! Una volta me le faccio in piena e voluta solitudine! Baci, angela

    RispondiElimina
  18. Ho dieci albumi in giacenza...che dici, ci provo?? e poi la frumina nelle meringhe non l'avevo mai messa, ma se questo è il risultato...sacrificherò la collezione di albumi!!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  19. Ornella, vengono croccantissime o con il cuore un po' morbidino?
    ciao

    RispondiElimina
  20. Fabiola, se le fai piccoline e le tieni 3/4 d'ora-un'ora e poi le lasci a forno spento, vengono croccanti fuori e morbide dentro, non "gigommose" però. A noi piacciono così.. Se le vuoi secche le devi tenere di più! :)

    RispondiElimina
  21. Ma Lui (Hermè) cosa dice? Croccantine o morbidine? Io sono della corrente "croccantina" :-)

    RispondiElimina
  22. Lui fa cuocere a 120° per un ora i pezi piccoli e 2 ore pezzi più grandi. Applemini, la signora del blog francese che le ha tenute 2 ore, dice nel suo blog che le sono venute secche, perfette per essere spedite! ;) Così mi è parso di capire...;))

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...