venerdì 11 novembre 2011

Cake pops con il classico Pan di Spagna

Eccoci qui, come promesso, pronti ad utilizzare il famoso Pan di Spagna che da mercoledì scorso non aspetta altro che di essere preso ed affettato . 
Perchè abbiamo scelto questa ricetta per utilizzare il nostro impasto di base? Per molti motivi: primo perchè realizzare cake pops è veramente divertente e facile; secondo perchè sono allegri e piacciono a tutti; infine perché sono la dimostrazione lampante come il Pan di Spagna sia veramente una base della pasticceria, tale da intrufolarsi in ogni dolce, anche in quelli in cui non ci si aspetterebbe la sua presenza.

 I cake pops, nell'immaginario collettivo, sono sempre stati considerati dei dolcetti "stranieri" e pertanto vengono spesso preparati con torte piuttosto grasse e pesanti, ad impasto ricco di burro, invece che a base di Pan di Spagna... ma se ci pensiamo bene, i nostri tartufi, quelli che da sempre occhieggiano nelle nostre pasticcerie tradizionali, spesso bistrattati dai più, non sono altro che dei cake pops senza stecco. Proprio lui infatti, lo stecco accattivante e divertente, nobilita un piccolo dolce caduto in disgrazia, anche per la nomea, non del tutto campata in aria, di pasticcino del riciclo: ritagli di Pan di Spagna che in pasticceria si trovano in abbondanza, finiscono sotto forma di tartufi, ricoperti di cioccolato o di cacao.
A me sono sempre piaciuti, sarà perché papà ce li comprava la domenica quando andavamo a trovare nonna ed io e mio fratello ce li mangiavamo per strada nel tratto che separava la pasticceria  dalla sua casa... Che buoni, con quel ciuffetto di panna che li nobilitava quasi a pasticcino!
Ma lasciamo i ricordi e prendiamo in mano il nostro Pan di Spagna e buttiamoci a capofitto nella preparazione dei cake pops.......

Cake pops (a modo mio) 





1 Pan di Spagna di circa 700 g (per prepararlo vedere qui)
250 g di burro morbido
4-5 cucchiai di cacao amaro
150-200 g di zucchero a velo
Qualche cucchiao di Cointreau
Vaniglia- Aroma arancia (o buccia di arancia)

Per finire
cioccolato bianco da copertura
burro di cacao (per me Mycryo)
stecchi bianchi per alimenti


Per prima cosa sbriciolare finemente il pan di Spagna: io ho utilizzato un potente frullatore. Non occorre eliminare la crosticina dato che si unirà del cacao. In un mixer porre il burro morbido e gli aromi e cominciare a lavorarlo, unire quindi lo zucchero a velo e lasciare il mixer in funzione in modo da ottenere un composto soffice e spumoso. Unire quindi il cacao e qualche cucchiao di liquore: la crema di base è pronta ed a questa verrà unito il Pan di Spagna, precedentemente sbriciolato. Azionare quindi il mixer in modo da amalgamere ogni cosa. Unire ancora poco liquore se la massa sembra troppo asciutta. Alla fine si dovrà ottenere un impasto morbido, ma non bagnato. Formarlo in una palla, inserirlo in sacchetto di cellophane e porre tutto in frigo per diverse ore.
Quando la massa sarà fredda, porzionarla in piccole dosi utilizzando una bilancia di precisione. Ogni porzione dovrà essere sui 30-32 g: è importante che la porzione sia pesata al grammo in modo da ottenere dei cake pops tutti uguali. Lavorare le porzioni in modo da ottenere delle sfere il più possibile perfette che verranno poste su un piatto e fatte di nuovo raffreddare.

Preparare il cioccolato facendolo fondere o a bagno maria o nel microonde (max 29°C per il cioccolato bianco). Diluire il cioccolato fuso con del burro di cacao in modo da renderlo più fluido e quindi più adatto a ricoprire le sfere in maniera uniforme, senza creare antiestetiche "onde" o gocce. Sarà necessario ovviamente ripetere l'operazione di copertura con il cioccolato almeno 2 volte.

Una volta ben indurite le sfere modellate, inserire lo stecco, preventivamente immerso nel cioccolato bianco fuso, dalla parte in cui la sfera era poggiata sul piatto, esercitando una pressione ed un movimento rotatorio a vite, in modo da non deformare il cake pop.
A questo punto inserire il cake pop nel cioccolato fuso preparato  e battendo lo stecco sul bordo della ciotola, cercare di far cadere il cioccolato in eccesso. Mano a mano, portare il cake pop in posizione verticale in modo che la goccia di cioccolato si depositi sullo stecco (da cui può poi essere facilmente rimossa). Far asciugare bene il cioccolato e ripetere una seconda volta la stessa operazione.






Una volta pronti i cake pops possono essere lasciati così semplicemente, oppure essere decorati. Io ho scelto una semplice spirale in ghiaccia bianca. Un fiocchetto e sono pronti per rallegrare qualsiasi tavolo dei dolci, dalle feste dei bambini a buffet eleganti.
Con questa dose se ne ottengono circa 35.
Si conservano per due-tre giorni in ambiente fresco ed asciutto. Non conservarli in frigo,per non ritrovarsi poi dei cake pops dalla copertura di cioccolato piena di antiestetiche e quantomai sgradite bollicine di condensa.

Se i cake pops sono destinati ai più piccini e volete evitare il liquore, lo potete sostituire con uno sciroppo di zucchero aromatizzato all'arancia. Tenete comunque conto che la dose di liquore presente su ogni dolcetto è irrisoria e che questa esplica anche una azione conservante del dolcetto stesso.

Se si vuole, si può utilizzare cioccolato al latte, fondente, o colorare quello bianco. In questo caso è importante utilizzare i colori adatti per cioccolato.
Non ha nessuna importanza se il colore da voi scelto sia in polvere, liquido o in gel: non è certo questo che determina la riuscita dell'operazione.Importante invece è la composizione del colorante che deve essere del tipo LIPOSOLUBILE. Questi coloranti non sono facilmente reperibili e costano un pochino di più di quelli normalmente in commercio. Possono essere in polvere, liquidi o in gel, sceglieteli come preferite....
Coloranti non liposolubili, a base di acqua, siano essi liquidi o in gel, rendono il cioccolato inutilizzabile. Inoltre, quelli in polvere, non si sciolgono minimamente e "sporcano" solamente il cioccolato senza colorarlo, perché in esso non si disciolgono.
Chi vi racconta che i coloranti in polvere comuni vanno bene, perchè privi di acqua, vi sta dicendo un grossa sciocchezza e vi può far buttare del buon cioccolato!!! Quindi, mi raccomando, solo colori con dicitura liposolubile!!
Ultima cosa: se non avete il burro di cacao potete utilizzare dell'olio di semi incolore ed insapore. Non sarà la stessa cosa, ma darà fluidità al cioccolato allo stesso modo. Solamente all'assaggio il cioccolato sarà meno croccante e meno profumato. 









Dimenticavo un piccolo, ma fondamentale accorgimento...
Non immergete il cake pop gelato nel cioccolato, ma fatelo dopo un riposo a temperatura ambiente di 20-30 minuti.In questo modo non si formeranno le odiose spaccature del cioccolato sulla superficie: infatti, se i dolcetti si immergono troppo freddi nel cioccolato, quando si riscalderanno tenderanno ad espandersi e quindi a rompere la crosta di cioccolato! 




A presto,

Paola





Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.

56 commenti:

  1. bellissimi scusa una domanda ma dove si trovano queste stecche io non li trovo da nessuna parte, grazie.

    RispondiElimina
  2. Paola, sono molto belli ma soprattutto la tua descrizione è molto precisa e ... affida bile ! grazie moltissime!

    RispondiElimina
  3. bellissimi e anche geniali...come mangiarsi un pezzo di torta in un solo boccone ,soprattutto per i piccoli...complimenti per il blog!

    RispondiElimina
  4. Paola, un'idea meravigliosa, spiegata come al solito in maniera scrupolosa e precisa. La farò mia alla prima festa dei nipotini.
    Veramente grazie di cuore!!!

    RispondiElimina
  5. Aspettavo questo post!!! Ero troppo curiosa di vedere che "fine" faceva il pan di spagna. E devo dire che ne fa una davvero lodevole!! ehehehe. Mi piacciono moltissimo...il compleanno di mio figlio è a maggio....devo ricordarmi bene questa ricetta, perchè credo proprio che saranno bellissimi sul buffet della festa! Belli e spiegati a prova di imbranata come me!! Grazie!

    RispondiElimina
  6. quanti luoghi comuni sfatati... GRAZIE!
    concordo con la scelta di approfondire e insistere sulle basi, non se ne può più di tante architetture con traballanti fondamenta!
    un abbraccio. laura

    p.s. anch'io non trovo mai gli stecchi

    RispondiElimina
  7. ti sono venuti splendidi, ma non dubitavamo!
    nel farli la prima volta ho commesso parecchi degli errori che segnali, ma non è andata malissimo. sui colori sì, ho usato quello in gel della decora e per colorare ha colorato, ma dopo poco si è ammassato tutto e non c'è stato versi di rifarlo diventare dignitosamente fluido. mi stamperò questo post e lo terrò come le cose sante.

    RispondiElimina
  8. sono veramente raffinati!
    Le nostre utenti su cookaround si stanno sbizzarrendo coi cake pops riutilizzando praticamente tutti gli avanzi di dolci, perfino le brioscine confezionate!
    Col pan di spagna saranno delicati e soffici, gnam!

    RispondiElimina
  9. Buonissimi, ti seguo subito. Che belle ricette! Ciao da una siciliana a ROma!

    RispondiElimina
  10. @Per chi non trovasse gli stecchi, una dritta ve la do io che sono la "maestra degli arrangi"! :DDDDD
    Potete usare i MIKADO!!!!! :DDDDDD Non usate stecchi più larghi o forchettine di legno, compromettereste la perfetta riuscita del Cake pops....

    RispondiElimina
  11. Solo a vederli mi é venuta una voglia matta di farli! non solo sono buoni ma anche belli da vedere! Grazie per la precisione nella spiegazione :-)

    RispondiElimina
  12. ora ho letto con calma...al prossimo compleanno di mia figlia, per fare un bello scherzo ai suoi 20 anni, glieli farò di sicuro...per lei e i suoi tanti amici!!!!
    ;-))))

    RispondiElimina
  13. ...bè, proprio facili magari no..comunque stupendi..mi accontento di ammirare i tuoi!

    RispondiElimina
  14. Sprecati, non si possono mangiare ... si divorano in un sol bocone.
    Mandi

    RispondiElimina
  15. Per gli stecchi: qui a Roma vi posso dare gli indirizzi dove trovarli. La marca è Wilton-Decora. Si possono usare, o quelli per candy (lecca lecca)che sono più lunghi e quindi più convenienti dato che possono essere tagliati a metà, oppure quelli per biscotti, più corti. La differenza è che quelli per biscotti sono più larghi (diametro 5mm) mentre quelli per lecca- lecca più sottili (4mm).La confenzione è per entrambi 20 pezzi ed il prezzo intorno ai 4-5€.
    Si trovano in quei negozi che vendono articoli per sugar art o prodotti Decora.

    In effetti, come si fa in pasticceria, qualunque dolce di tipo "secco" andrebbe bene per i cake pops: biscotteria, brioche,avanzi di torte varie...In un laboratorio questo ha un senso, ma in casa è difficile che ci siano tutti questi avanzi. Poi essendo avanzi di paste tutte piuttosto grasse, alla fine i cake pops possono diventare veramente pesanti, dato che il legante è necessariamente una crema al burro. Se sono destinati a dei bambini, ma anche a degli adulti opterei per un sano pan di spagna.

    Vorrei anche ricordare una piccola cosa sempre in tema cioccolato. Esistono oggi delle buste di cioccolato già colorato (candy melts).Per chi è di Roma posso dare l'indirizzo dove sono reperibili. Sono comode perché non è necessario acquistare il colorante liposolubile che di solito è in confezioni piuttosto grosse e dispendiose. Per colorare magari pochi cake pops, non vale la pena comprare i colori appositi.Altra comodità di queste buste con gocce di cioccolato colorato è che il colore è proprio come noi lo desideriamo: colorando il cioccolato bianco, che ha una base giallina,i colori virano sempre. Classico esempio il rosa che diventa un po' salmone....Tra le buste è possibile trovare anche il colore bianco.
    Io non le ho ancora usate, non so quindi se la qualità del cioccolato è buona.;)

    I cake pops sono facilissimi, l'importante come in tutte le cose è sapere le piccole cose di base.
    Sconsiglio anche la congelazione delle palline, prima dell'immersione nel cioccolato. Una volta ricoperta di cioccolato sicuramente questo si rapprende all'istante, ma la pallina, scongelandosi, cederà poi dell'umidità al cioccolato che diventerà molle e appiccicoso. :(
    Senza poi contare le inevitabili crepe sulla superficie.
    Ultima cosa: unendo del burro di cacao o dell'olio è possibile evitare il temperaggio del cioccolato.

    Gaia, ti è successo quello che normalmente avviene quando si utilizza un colore in gel non liposolubile. Il cioccolato ben presto si raggruma e non è possibile utilizzarlo.Questo perché nel gel c'è dell'acqua. Quelli in polvere, benchè privi di acqua, non si sciolgono per niente!

    RispondiElimina
  16. Non credo ai miei occhi, che meraviglia!!!! Voglio segnarmi la ricetta e riproporli per quando verrà al mondo la piccola che porto in grembo! Sono stupendi, sembrano delle bomboniere! E poi non sono così difficili da fare! Grazie! Non conoscevo nemmeno il burro di cacao Mycryo...sono andata a sbirciare il loro sito! Grazie ancora! Bacio e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  17. mi viene in mente quel giocattolo, sonaglio per poppanti, hai presente? comunque è meraviglioso.
    complimenti

    RispondiElimina
  18. questi cake pops sono bellissimi!!! complimenti! ;)

    RispondiElimina
  19. Un post esaurientissimo, grazie!

    RispondiElimina
  20. complimenti Paola! sono delle piccole meraviglie!
    buon we

    RispondiElimina
  21. cara Paola, è da mesi che cerco una ricetta affidabile di questi meravigliosi dolcetti. Ho provato ricette di vari blog ma purtroppo è difficile che una ricetta tutto sommato semplice ma che necessita di qualche spiegazione esperta venga spiegata in modo così esauriente e dettagliato come hai fatto tu con la tua...e poi le immagini direi che sono, anche per una pasticcera non proprio provetta come me, una garanzia..in fondo anche l'occhio vuole la sua parte..e quindi perchè non partire emulando una perfetta realizzazione?
    Grazie!
    Ilaria

    RispondiElimina
  22. Grazie ancora tutti.
    Credo di essere stata esauriente su questi dolcetti,perché realizzandoli da parecchi anni, ho capito quali erano gli inconvenienti e come porvi rimedio.Quindi in questo post, ho riversato la mia esperienza, per quel che può valere. Secondo me la svolta è nel rendere più fluido il cioccolato. All'inizio usavo l'olio di semi, ora da un paio di anni uso il burro di cacao sopra citato. (lo trovo alla Metro)

    Visto che vi piacciono ve ne proporrò qualcun'altro cambiando gusto (buonissimo il cioccomandorla)e magari proponendo qualche decoro un po' più accattivante della semplice spiralina.
    buon week- end a tutti!!!

    RispondiElimina
  23. molto eleganti bellissimi anche io con tutte le torte che faccio decorate i ritagli di pan di spagna e crema fanno la fine di cake pos e tartufi ,questi mi piacciono moltissimo elegantissimi

    RispondiElimina
  24. Che belli, sono davvero invitanti! Devo farli :D

    RispondiElimina
  25. Grazie per la ricetta e per la spiegazione dettagliata che toglie ogni possible dubbio!

    RispondiElimina
  26. Ciao Paola, sono proprio belli i cake pops, li ho visti altre volte ma non li ho mai provati, mi fai venir voglia di mettermi alla prova, un abbraccio Maria

    RispondiElimina
  27. Ciao , ho in forno il pandispagna per prepararli domani ma per quanto riguarda la copertura quanto burro di cacao (io metterò l'olio perché non lo trovo )metto su 200gr di cioccolato? Grazie
    P.S. Spero che mi vengono bene perché e' un'idea carinissima grazie ancora

    RispondiElimina
  28. Ciao , ho in forno il pandispagna perché li voglio preparare domani ,una domanda ,se possibile , per la copertura su 200 gr di cioccolato quanto burro di cacao ( io olio perche non lo trovo) dovrei usare? Grazie per la tua gentilezza
    P.S. Spero mi vengono bene perche' e' un'idea carinissima
    Grazie ancora

    RispondiElimina
  29. Un'idea veramente interessante...

    RispondiElimina
  30. Per la quantità di olio parti con un cucchiaio e vedi se la fluidità è quella giusta, altrimenti aggiungine ancora.Il cioccolato deve essere piuttosto fluido. Se usi quello bianco lavoralo intorno ai 29°C

    RispondiElimina
  31. grazie per la risposta , in'idea geniale quello dei mikado.

    RispondiElimina
  32. Cara Paola, come ti hanno già detto in molti, complimenti per per la tua esaustività, sono una sostenitrice delle spiegazioni dettagliate e anch'io a mia volta cerco di entrare il più possibile nei dettagli quando spiego una ricetta. Anch'io ho provato a fare una volta i cake pops seguendo qua e là ricette americane e non, ma non avendo trovato la Ricetta con la R maiuscola (come questa) sono incappata in diversi errori, e il risultato finale non mi ha soddisfatta per niente. Questo è il link al mio esperimento:
    http://lacucinadibucci.blogspot.com/2011/10/cake-pops.html
    In fondo alla ricetta espongo le mie perplessità... Vorrei chiederti dei consigli se puoi!
    La prossima volta proverò a seguire alla lettera il tuo procedimento comunque!!
    Grazie mille, un bacio, Bucci

    RispondiElimina
  33. Grazie davvero per i tuoi utilissimi consigli!! Non vedo l'ora di avere un'occasione per provare a rifarli seguendo i tuoi suggerimenti.
    Sei stata davvero gentile,
    a presto,
    Bucci

    RispondiElimina
  34. Ho sempre cercato nel web una ricetta per i cake pops ma non ne ho mai trovato una che mi convincesse... ci volevi tu... baci

    RispondiElimina
  35. Ciao,
    ho cominciato a farli anch'io e ho un piccolo suggerimento da offrire per fare palline tutte uguali: porzionatore da gelato (ne ho trovato uno più piccolino dei soliti, vengono un po' più grandini dei tuoi ma... tanto li mangiano tutti lo stesso!) oppure uno scavino rotondo, vengono piccini picciò da bocconcino proprio.
    Per i pigri come me che solo a pensare di mettersi a pesare tutte le palline ci rinunciavano in partenza...
    ;)
    Rita

    RispondiElimina
  36. Bellissimi i tuoi cake pops! io ho usato degli stecchini, infilzando poi tutti i cake pops su una tavoletta di polistirolo ricoperta di alluminio! l'interno è una semplice torta al cioccolato, anzichè il pan di spagna! sul mio blog puoi vedere le decorazioni! baci

    RispondiElimina
  37. Cara Paola, ho rifatto i cake pops seguendo la tua ricetta e sono venuti strepitosi! Li ho fatti a cuore per San Valentino. Se ti va vai a dare un'occhiata.

    http://lacucinadibucci.blogspot.com/2012/01/cake-pops-dellamore.html

    Grazie di cuore!

    RispondiElimina
  38. Al posto del pan di spagna ho usato una torta allo yogurth quella dove le dosi vengono fatte con il vasetto dello yogurth, meglio del pan di spagna che è lungo a prepararsi e sinceramente non sa di niente. Scusa ma dove si compra il burro di cacao ? Complimenti per tutti i consigli accurati che hai dato, Grazie

    RispondiElimina
  39. Il burro di cacao lo trovi alla METRO oppure in qualche drogheria specializzata (a Roma da Castroni per esempio).
    Per quanto riguarda il Pan di Spagna,permettimi di osservare che assolutamente non è lungo a prepararsi, anzi è forse anche più veloce della torta torta allo yogurt......Sul gusto non voglio intromettermi, ognuno ha il suo, però se fatto a regola d'arte, il pan di spagna è buonissimo ed ha un sapore fine e delicato, capace di accogliere al meglio infinite aromatizzazioni.

    RispondiElimina
  40. Ciao Paola! Complimenti davvero! Potresti dirmi dove si possono trovare a roma i candy melts? ti ringrazio!

    RispondiElimina
  41. Intanto ti rispondo io con le parole di Paola.."La marca è Wilton-Decora. Si possono usare, o quelli per candy (lecca lecca)che sono più lunghi e quindi più convenienti dato che possono essere tagliati a metà, oppure quelli per biscotti, più corti. La differenza è che quelli per biscotti sono più larghi (diametro 5mm) mentre quelli per lecca- lecca più sottili (4mm).La confenzione è per entrambi 20 pezzi ed il prezzo intorno ai 4-5€.
    Si trovano in quei negozi che vendono articoli per sugar art o prodotti Decora."

    RispondiElimina
  42. Ciao Ornella, ti ringrazio per avermi risposto, ma io non mi riferivo agli stecchi, bensì ai candy melts, cioè alla copertura. Paola ha scritto di poter fornire il nome dei negozi in cui si possono trovare a Roma...comprarli in negozio mi farebbe risparmiare le spese di spedizione ogni volta che ne ho bisogno!

    RispondiElimina
  43. Uhhh... Scusami, ho letto in fretta!!!!!! Le inoltro la tua richiesta, sperando che possa risponderti presto. Io non ne ho la più pallida idea... Scusami ancora! :)

    RispondiElimina
  44. La copertura della Wilton (candy melt) la puoi trovare da Castroni in via Cassia ....Ce ne sono di diversi colori e gusti

    RispondiElimina
  45. Ciao..innanzitutto grazie per avermi segnalato questa ricetta..su fb..ricordi?ho già risolto ma sono venuta a scuriosare lo stesso e ho fatto bene perchè ho letto tutto e hai dato a tutte noi meno esperte,una bella lezione ..grazie della disponibilità..e complimenti questi pop sono bellissimi..e i tuoi interventi molto utili..Pippicalzina!!

    RispondiElimina
  46. Bellissime!!!!!!
    Poso preparargli come un giocco per il compleanno del mio marito! :)) Dove hai trovato le stecche??
    Un ciao da Bucarest !!!!
    Complimenti !!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima gli stecchi li compero in un negozio di Roma e sono della Wilton. Non so a Bucarest dove puoi trovarli...nel caso guarda qui
      http://www.ebay.it/sch/items/___W0QQ_nkwZQ7bcake%20pop%20sticksQ7d?clk_rvr_id=353230516759&MT_ID=64&crlp=11906678843_872&tt_encode=raw&geo_id=91&keyword=cake+pop+sticks&adgroup_id=2814760883

      Elimina
  47. salve, io al posto degli stecchi specifici, costosi dato che io ne faccio circa 60 alla volta, uso gli stecchi da spiedino, forse non sono belli allo stesso modo , ma nessuno si è mai lamentato erano tutti intenti a mangiare e a sperare che non fossero finiti !!!!

    RispondiElimina
  48. Gli stecchi da spiedino sono una possibile alternativa anche se personalmente non mi piacciono: sono troppo sottili, hanno un aspetto grezzo (che in alcuni casi è inopportuno)e debbono essere tagliati per eliminare la loro punta aguzza, con il pericolo di rilasciare fibre di legno ... a conti fatti, visto che ne fai così tanti, ti conviene prenderli all'ingrosso (guarda il link da me consigliato) che costano meno degli spiedi di legno! ;)

    RispondiElimina
  49. Ciao Paola,
    finalmente ho tovato il burro di cacao è della Venchi, ed è confezionato in porzioni monodose come i cioccolatini.
    Quale proporzione utilizzi fra burro di cacao e cioccolato bianco?
    Dopo aver portato il cioccolato a 29° aggiungi il burro di cacao e lo fai sciogliere o c'è qualche altro procedimento?
    Grazie
    Nadia

    RispondiElimina
  50. Nadia, non posso darti una grammatura precisa. Dipende molto dal tipo di cioccolato che usi, ossia dalla percentuale di burro cacao che ha. Una volta fuso, il cioccolato bianco, si presenterà come una crema più o meno fluida a seconda della percentuale di burro di cacao presente:più il cioccolato è di buona qualità e più sarà fluido, avendo meno zucchero e più burro di cacao. A parte sciogli il burro di cacao e uniscilo caldo al cioccolato, mescolando.Il cioccolato deve scorrere,quando alzi un cucchiaio immerso nella soluzione.Poi fai una prova...se immergendo il cake pop non si formano delle antiestetiche righe spesse, ma il cioccolato scorre sulla superficie sei a cavallo. Se hai messo troppo burro di cacao c'è il rischio che il cake pop non si copra, o meglio che il cioccolato si depositi in un velo troppo sottile risultando un po' trasparente.A quel punto devi immergere più volte il cake pop nel cioccolato.
    Quindi unisci il burro di cacao un po' alla volta....Comunque penso che per questa dose, due o tre cubetti siano necessari. (non ti so consigliare meglio perchè io uso il Mycrio che è in polvere). In ogni caso sciogli il burro di cacao sempre a parte e uniscilo al cioccolato un po' per volta. Quando pensi di aver raggiunto la giusta densità ti fermi. Il burro di cacao che avanza una volta raffreddato ritorna allo stato solido e puoi sempre riutilizzarlo.
    CIAO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Paola vorrei fare anche io i cake pops,mi sai dire dove posso trovare i candy melt a Roma.grazie

      Elimina
    2. Roberta, i candy melt li ho visti da Castroni in Via Cassia e da Mitico, zona don Bosco...Sicuramente saranno in vendita anche in altri negozi, ma non saprei suggerirteli al momento!

      Elimina
  51. <3 BELLISSIMI!
    ANCH'IO LI HO FATTI!
    CON IL PANDORO!!!
    GUARDA QUA http://www.fiocchifiocchi.com/?p=967

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...