lunedì 17 ottobre 2011

Torta bollita al cioccolato: non fermiamoci al titolo

Dopo aver proposto qualche pane semplice, oggi si torna al dolce,altra mia passione fra le mura domestiche. Se, come dice Ornella, il profumo che si sprigiona in casa quando cuociamo il pane è vera poesia, quello che si diffonde quando in forno c'è una torta, ci fa tornare all'infanzia, ci fa sentire a casa.

E va bene, dal titolo sembra che vi stia propinando un dolce che sa di poco, un qualcosa da rifilare a bambini malati o peggio, un dessert da corsia di ospedale.....
Niente di tutto questo, care amiche e amici, ma un dolce ultra facile, da preparare (e gustare) ad occhi chiusi, che piacerà non solo a bambini e ragazzi, ma anche ai genitori e pure ai nonni, passando per tutto il resto del parentado.
Il metodo è innovativo e permette anche a chi non ha mai preparato un dolce, di sfornare in poche mosse una autentica bontà. Debbo dire che fino all'ultimo ero in dubbio sulla sua effettiva riuscita, ma alla fine mi sono dovuta ricredere: la torta è buonissima, si conserva fresca e morbida per più giorni, è perfetta per una festa, non avendo bisogno del frigo.
In più, con pochi tocchi può diventare anche un pasticcino elegante da offrire in un buffet. Tenendo presente che la può fare anche vostro marito o la piccolina di casa....Beh che aspettate a segnarvela???


Torta bollita al cioccolato (da "The cake stall" The australian women's weekly)












Per lo sciroppo
500 ml di acqua
600 g di zucchero
250 g di burro
35 g di cacao amaro
1 cucchiaino di bicarbonato

Per l'impasto
4 uova
450 g di farina
1 bustina di lievito


Per la ghiaccia
90g di burro
80ml di acqua
100 g di zucchero superfino
240 g di zucchero a velo
35 g di cacao

Per prima cosa prepariamo lo sciroppo. Mettere in una casseruola tutti gli ingredienti e poniamo sul fuoco, mescolando. Non appena il composto inizia a bollire, abbassare la fiamma e lasciare bollire per 5 minuti. Lasciar raffredare lo sciroppo a temperatura ambiente.
Unica accortezza: usate una casseruola molto capiente perchè, per effetto del bicarbonato, lo sciroppo tende ad aumentare di molto il proprio volume.

Quando lo sciroppo sarà freddo, unire le uova e la farina mescolata al lievito, frullando per pochi secondi con un mixer, per ottenere un composto liscio e vellutato. Vedrete che non si formerà nessun grumo! Volendo aggiungere della vaniglia. 
Versare il composto in una teglia rettangolare di cm 28x40 circa ben imburrata e cuocere a 180° per circa 50 minuti. La torta rimane comunque piuttosto morbida e umida.
Togliere la torta dal forno e farla freddare in teglia.Tagliarla quindi in quadrotti regolari, (ne vengono circa 48)lasciandoli sempre nella teglia di cottura.

Preparare la ghiaccia mettendo in un tegame l'acqua, il burro e lo zucchero superfino. Portare sul fuoco e mescolando lasciare riscaldare il composto finchè il burro non  è fuso e lo zucchero sciolto. Non far bollire!
In una ciotola capiente mettere lo zucchero a velo ed il cacao ben setacciati e mescolare. Versare quindi lo sciroppo ben caldo, amalgamando bene il tutto. La ghiaccia è quasi pronta! 
Metterla in frigo una mezz'ora in modo che acquisti una consistenza morbida e spatolabile. Spalmarla quindi su tutta la superficie della torta pretagliata.






Servire i quadrotti su un pirottino di carta, lasciandoli semplici oppure decorandoli a piacere. Io ho utilizzato delle rose bianche in pasta di zucchero.
Si può anche realizzare la torta utilizzando due stampi rotondi di circa 18-20 cm e glassando poi le due torte interamente con la ghiaccia e decorandole con panna, frutta, o con tutto quello che la nostra fantasia o l'occasione del momento ci suggeriscono. 








A presto,

Paola




Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.


33 commenti:

  1. Uhh... che roba Paola!!! 'Spetta che me la lego per bene! Buona giornata!

    RispondiElimina
  2. Non so se anche il mio, di marito, potrebbe farla...ma sicuramente posso farla io!!!
    E' bellissima :-)

    RispondiElimina
  3. o', anche se poi mi ci vorranno due settimane per smaltire grassi e calorie, questa torta deve essere mia, che goduria!

    RispondiElimina
  4. Bella! La provo oggi adattandola al bimby... non so se ti sto facendo orrore ma mi sa che si può fare :)
    P.S. Quello che hai usato è un pirottino quadrato? Se sì mi dici chi è il tuo pusher?!

    Ciaooo!

    RispondiElimina
  5. Forse marito e figlia riusciranno a fare la torta da soli, ma le rose... toccherà per forza farle a me! Splendidi bocconcini, davvero molto eleganti!

    RispondiElimina
  6. Ma che bella con queste rose sopra!!!Molto elegante!

    RispondiElimina
  7. Che bontà! E che finezza il pirottino quadrato e la rosellina!

    RispondiElimina
  8. ok Paola..tu oggi vuoi proprio distrarmi..stavo già mettendo in fila gli ingredienti per la briochine..quasi quasi le rimando..ho paura..questa torta invece mi sento che mi viene..le rose però me le fai tu!!!!

    RispondiElimina
  9. Ma deve essere proprio buonissima , la presentazione è spettacolare.

    RispondiElimina
  10. E' una bellissima torta. Deve essere una golosità sopraffina...

    RispondiElimina
  11. questa è una meraviglia per gli occhi, non solo per il palato! delicatissima! e chissà che bontà

    RispondiElimina
  12. Prima cosa grazie a tutti...Poi passiamo al pirottino che NON è quadrato, ma al solito circolare. I pirottini si possono modellare un po'...basta partire dalla base e con il dito segnare il perimetro quadrato o rettangolare, premendo un po' sulle pieghettature. Poi ai quattro vertici piegare la carta in modo da formare gli spigoli...Spero di essermi spiegata. Con quelli di alluminio è più facile, ma anche con questi in carta la cosa riesce molto bene (ed infatti vi ho ingannato..;))

    La torta è veramente buona, io ho lasciato il titolo originale anche se non corretto, poiché è una torta al cacao e non al cioccolato....sed ubi maior...

    Ilaria, fai le briochine e poi quando le vedrò ti manderò le rose...PROMESSO!!

    La torta è certamente calorica, ma con questa dose vengono circa 48 porzioni, per cui non dobbiamo sentirci in colpa se ne mangiamo...Qualcuna!
    Se dimezziamo la dose ci accorgiamo subito che, tutto sommato, non è peggiore di tante altre torte semplici, come la crostata o il ciambellone.
    Volendo, non glassarla, ma lasciarla semplice appena spolverizzata di cacao o zucchero a velo.


    Come decoro ho messo delle rose bianche che avevo, residuo di un grosso lavoro che avevo fatto tempo fa. Però si può utilizzare una ciliegia candita, una dragee,un cioccolatino sferico,un fruttino di marzapane... insomma, qualcosa di pronto che ci piaccia o che si intoni all'occasione!
    Buona giornata anche a voi!

    RispondiElimina
  13. amo la torta al cioccolato! questa ricetta è davvero deliziosa!

    RispondiElimina
  14. davvero innovativa, sono curiosa! e le rose sono bellissime :-D

    RispondiElimina
  15. che bella ricetta, originale ed invitante, bravissima, da provare. Le rose bianche poi sono una delizia!!!

    RispondiElimina
  16. wow, ma che meraviglia è mai questa?!

    RispondiElimina
  17. inizio già a correre per smaltire le calorie! bellissima davvero!

    RispondiElimina
  18. Ma che bellissima ed interessantissima preparazione!!
    Tutta da sperimentare! :)
    Grazie e un bacio

    RispondiElimina
  19. bellissime le rose che rendono questi quadrotti eleganti. Ma nell'impasto secondo te si possono aggiungere dei frutti rossi??

    RispondiElimina
  20. Secondo me, come gusto, sarebbero più che adatti, ma il composto al momento di andare in forno è troppo liquido e precipiterebbero tutti sul fondo....Eviterei.
    Magari potrebbe essere tagliata a metà e farcita con i futti e un velo di panna o con i frutti ed un po' di marmellata che aiuta a non farli scorrere al momento del taglio.

    Grazie ancora a tutti!

    RispondiElimina
  21. Ma è una goduria! E pure bellissima!

    RispondiElimina
  22. @Paola: allora farò così alla prima occasione! Vorrei farla x la cena di giovedì ma ho solo paura che sia troppo dolce come post cena..se tolgo un pochetto di zucchero rischio di combinare un casino mi sa. uhm mumble..

    RispondiElimina
  23. Cleare,io ho tolto circa 60g di zucchero dallo sciroppo..la ricetta ne richiedeva 660g. In realtà la torta non è stucchevole per niente.Prova con 600g e nel caso la prossima volta ne metti meno.Se poi metti i frutti di bosco, la dolcezza è mitigata.

    RispondiElimina
  24. sei stata bravissima!!!!deve essere buonissima ogni tanto si può fare uno strappo alla linea godendosi un momento di dolcezza...bellissima anche la presentazione!!

    RispondiElimina
  25. Le tue rose sono meravigliose e a giudicare dal colore del cacao la torta dev'essere veramente una delizia! Una curiosità, come mai si chiama "bollita" se poi viene comunque infornata? :)

    RispondiElimina
  26. Grazie ancora a tutti...Le rose non sono particolarmente riuscite, sono infatti lo scarto di un lavoro che avevo fatto tempo fa...Ma su un dolcetto semplice come questo possono andare.

    La torta, anche se con cacao, acquista il gusto del cioccolato....e dal colore si vede;)
    Perchè si chiama così? Me lo sono domandato anche io, credo che lo sciroppo bollito sia determinante per denominarla.In ogni caso dobbiamo accettarlo, non l'abbiamo inventata noi!

    RispondiElimina
  27. Curiosissima...chissá come viene in versione gluten free.....certo che fare le rose, ecco lí mi sento totalmente impedita..Baci

    RispondiElimina
  28. Ma questa torta è una delizia! La provo la provo la provo! Domani la provo! :)

    RispondiElimina
  29. Paola, ho notizia che molte proveranno questa ricetta tra sabato e domenica.. Aspettati fischi d'orecchie e tanti complimenti! ;))))

    RispondiElimina
  30. Ciao Paola. bella, buona, e calorica ma, deve essere una goduria. Pero' le tue rose m'incantano sempre anche se non sono pefette come dici tu. Prima o poi voglio lanciarmi a fare qualche rosa. Trovo qualche dritta qui in Interno 8?? Complimenti davvero, veramente chic la presentazione, il massimo. Gis

    RispondiElimina
  31. Il tuo blog è sempre speciale, bravissima
    ciao

    RispondiElimina
  32. Ciao ti volevo invitare a partecipare al mio contest: Il dolce piu' peccaminoso!
    qui maggiori info:
    http://dolciricette.blogspot.com/2011/10/la-cucina-dei-7-peccati-il-dolce-piu.html

    Ti aspetto!!

    RispondiElimina
  33. Mi incuriosisce molto il procedimento di questa torta. Sicuramente la proverò! Le rose mi hanno lasciato a bocca aperta per la loro bellezza e delicatezza. Sei sempre brava!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...