lunedì 19 settembre 2011

Uva farcita con ricotta

Fame coacta vulpes alta in vinea uvam adpetebat summis saliens viribus. Quam tangere ut non potuit, discedens ait: “Nondum matura est; nolo acerbam sumere”. Qui facere quae non possunt verbis elevant, adscribere hoc debebunt exemplum sibi. (Fedro)
Una volpe affamata si sforzava di raggiungere l'uva di un'alta pergola saltando; ma non riuscì a toccarla; allora andandosene disse:"Non è ancora matura; acerba non mi piace". Chi sminuisce a parole quello che non gli riesce, dovrà applicare quest'esempio a sè stesso. 
 Una favola sempre attualissima, la cui morale è evidente, per spiegarmi le ragioni di pagine e pagine di commenti polemici letti ovunque nel web in questi ultimi giorni a proposito di cosa dovrebbe essere o no un blog di food... 
Da lettrice, devo confessare il mio dispiacere unito al disagio nel leggere argomenti che nulla hanno a che spartire con il piacere del cucinare... da foodblogger (che non è una parolaccia :D ) invece, superata lo stupore iniziale per tanto clamore, ho subito pensato ad una ricetta con l'uva, che, proprio come Paola, avevo acquistato appena l'avevo vista sui banchi del mercato! In verità l'avevo comprata per sperimentare una ricetta tradizionale pugliese  antica, di cui mi aveva scritto tempo fa il mio vecchio amico  Roberto, che oggi vive a Torino. Invece, l'ho utilizzata per una ricetta banale forse, semplice, senza spezie o aromi particolari, che non necessita di tecniche o procedimenti innovativi... una ricetta genuina insomma, una di quelle "ammodomio"! ^_^

Finger food di uva e ricotta


Finger food



Per la versione salata:
uva nera (o bianca)
ricotta
peperoncino in polvere
paprika
erba cipollina
sale


Per la versione dolce:
uva
ricotta
zucchero superfino vanigliato
canditi
gocce di cioccolato


Lavorare bene a crema la ricotta usando una forchetta e non il mixer; aggiungere gli ingredienti desiderati, farcire i chicchi di uva e tenere in frigo per un po', prima di servire.




UVA FF


Piesse: La mia ricetta di Pasta zucchine e gamberetti surgelati è qui! ;)) Non mi sono tolta ancora lo sfizio di contare  quante volte fino ad oggi questa pagina è stata  cercata su Google ed è  stata vista... erano già tante prima, ve lo assicuro!!!!! 
Allora forse sarebbe il caso di farsi delle domande piuttosto che accontentarsi di risposte preconfezionate! :D 


Buon inizio settimana a tutti,
Ornella

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2011© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

38 commenti:

  1. ooooooohhh...ma sei scatenata!!!! Non faccio in tempo a leggerne uno che ne metti un altro??????

    ;-))))

    RispondiElimina
  2. Bellissima la versione salata!!..anch'io l'ho comprata...devo sperimentare una marmellata antica...Buona settimana, franci

    RispondiElimina
  3. ahahahahahahah....@Nina, non ci dormo la notte! ;))) Si vabbè... :DDDDDD

    RispondiElimina
  4. Ciao carissima;a me non interessano i commenti e sproloqui,di una ricetta guardo il contenuto e mi basta.Non mi va di giudicare ,ognuno fa come gli pare,non so come fanno a non apprezzare il lavoro di chi si impegna come te in tutto cio' che presenti in questo blog,mando un appello contro tutte le proteste,apprezziamo solo la :Buona Cucina.Lisa

    RispondiElimina
  5. Perfettamente d'accordo con te!!! Su tutto...
    Bellissima ricetta... voglio provarli come antipastino: è proprio sfiziosa.
    Grazie mille e buona settimana
    Un bacio
    Eli

    RispondiElimina
  6. @Lisa cara, è proprio l'atteggiamento giusto il tuo!Per quanto mi riguarda, ma ovviamente parlo anche a nome di Paola, noi non scriviamo per "gli addetti ai avori", non è questa la sede giusta, ma per i lettori che ci seguono. E ti assicuro che sono davvero tanti, di molto oltre le più rosee aspettative. Anzi ne siamo davvero sorprese...
    Grazie Lisa, sei sempre affettuosissima! Bai,
    O.

    RispondiElimina
  7. Ciao, vulcanica Ornella! :-D Anche a me in questi giorni è capitato, gironzolando per blog, di leggere un po' di osservazioni relative al mondo dei foodblogger (sarà che noi pugliesi non abbiamo niente da fare... ahahhahahahah) che mi hanno indotto a riflettere. Beh, dall'alto di questa riflessione, mi sento di dire che la favoletta della volpe e dell'uva calza senz'altro a pennello per quelle persone che covano invidia per blog più belli e più seguiti e cercano quindi, scrivendo post polemici, di sminuirli in qualche modo. Però non credo che la questione nasca interamente da problemi di invidia personale. Alcune critiche io le trovo giuste e sarebbe opportuno che tutti noi ne tenessimo conto, perché si può sempre migliorare. Ad esempio, che qualcuna scenda dal suo piedistallo ed interagisca di più con le sue colleghe, anziché starsene arroccata nel suo castello ad attendere le lodi sperticate altrui, mi sembra un invito da tenere in considerazione. Ed anche l'utilizzo di maggiore onestà non sarebbe male. Se una cosa non l'ho fatta io, ma l'ho semplicemente acquistata e fotografata, perché non dirlo? Sinceramente, se io scoprissi che una blogger che stimo ricorre a questi mezzucci per crearsi la fama di "bravissima", cambierei opinione su di lei e non frequenterei più il suo blog. Insomma, ci arrabbiamo tanto (giustamente) quando qualcuno si appropria delle nostre foto e si prende meriti non suoi, e poi magari (io mi auguro di no, ma il sospetto ora non riesco ad non averlo) il soggetto delle nostre foto appartiene a terzi? In conclusione: gli invidiosi per conto mio possono soffocare nella loro invidia, ma un po' di correttezza in più da parte di tutti non guasta mai :-)

    RispondiElimina
  8. dolce o salata? questo è il dilemma...le proverò e poi ti farò sapere!! Io ribadisco che ognuna nel proprio blog fa quello che gli pare, se dovessi scrivere il blog per le food blogger probabilmente avrei già smesso, che senso ha?la maggior parte cucina meglio di me, solo per sentirmi dire che bello e che buono dalle altre? io spero che le ricette del mio blog vengano lette anche da chi cerca di imparare qualcosa e quindi ben vengano i piatti semplici e quelli della tradizione che nonostante tutto ritengo che siano sempre migliori di tanti abbinamenti moderni francamente disgustosi che vedo in giro

    RispondiElimina
  9. @Eli, un bacio! <3
    @Lucia, a volte manca proprio il tempo di commentare.. Io ad esempio mi faccio il mio giretto tra i blog a notte fonda. ;) Se però trovo un piatto di orecchiette e cime di rapa col formaggio commento eccome!!!! AHAHAHAHAH...
    Certo, alcune riflessioni sono condivisibili e pure il tono ironico per confrontarsi ci sta tutto.. ma non le offese gratuite e le liti. Francamente non mi sono piaciuti i commenti saccenti delle "solite note" che, tra parentesi, propongono piatti perlopiù immangiabili e che peraltro pubblicizzano smaccatamente aziende e prodotti che hanno il solo "pregio" di costare un botto e nulla più. Insomma, parlano male degli altri, ma loro alla fine cosa fanno di diverso? Fingono di proporre cibi di alta qualità(?)solo perché ne hanno un tornaconto personale... Non lo dovevo dire? Beh, l'ho detto!!!! Liberissime di fare ciò che credono, e ci mancherebbe altro, ma non di scagliare pietre se anche loro fanno altrettanto! ;))))
    Sulle foto tarocche mi trovi pienamente d'accordo! Non abbiamo l'anello al naso, né noi né i lettori comuni. Prova ne sia che a conti fatti quei blog poco onesti e genuini hanno davvero pochi visitatori unici, anche se se la credono moltissimo.. Come si dice dalle nostre parti:"Una volta accappa il fesso"! :DDDD

    RispondiElimina
  10. @Pellgrine, ovviamente concordo! :)))

    RispondiElimina
  11. Ornella questi bocconcini sono da provare...Li vedrei più dolci che salati.

    Per quanto riguarda il tema delle discussioni di questi giorni, direi che non c'è nulla di nuovo sotto il sole. Da tempo c'è qualcuno che riprende il noto discorso della "qualità" dei blog, scatenando polemiche più o meno accese. Se si scatenano discussioni è ovvio che ci sono pareri discordanti. Ecco, il fatto che siano pareri, fa capire di che cosa si parli. Voglio dire che su certi argomenti si possono avere differenti pareri,condivisibili o meno. Ma se questi pareri li vogliamo assurgere a "regolette", beh direi che forse siamo andati oltre un certo limite, anche se tutto è fatto con ironia.

    Poi ricordiamo sempre che un blog di cucina, o di food, (che fa più tendenza), è uno svago per chi lo fa e per chi lo segue.E in questo senso va considerato. Non è certo un riferimento per i professionisti del settore (cuochi, chef pasticcieri, fornai, ristoratori...)o per chi vuole diventare un professionista. Ma in quale istituto alberghiero prenderebbero un blog come supporto alla didattica?NESSUNO! E quale professionista degno di tale nome si ispirerebbe ad una ricetta trovata in un blog? (magari replicata da un libro o rivista a la page)NESSUNO!
    Che poi il blog aiuti a crescere nel campo culinario beh, direi che non sono assoluitamente d'accordo.Può essere uno stimolo, ma per imparare bisogna studiare (scuola alberghiera o corsi professionali) e quindi fare un lungo e faticoso tirocinio...Dopodichè, se son rose fioriranno.
    Quindi, rilassiamoci in cucina e condividiamo nel web quello che facciamo........C'è posto per tutti....

    RispondiElimina
  12. Vado per la versione dolce, passa il vassoio!

    Ciao
    A.

    RispondiElimina
  13. ma sai che guardando la foto non avevo capito che fosse uva? pensavo fosse un complicatissimo impasto e invece oltre ad essere una ricetta bella da vedere è anche facilissima!!! grande!

    Per il resto direi che se n'è discusso anche troppo quindi non mi sento di aggiungere altro :)

    RispondiElimina
  14. PS
    visto che non so nulla di quello che si dice in giro sui blog in Italia in questi giorni non posso commentare, ma la storia della volpe e l'uva mi e' sempre piaciuta :-)

    RispondiElimina
  15. @Ciao Franci e Vale, grazie per essere passate! :)
    @Paola, come no condividere il tuo discorso? Rilassiamoci e divertiamoci, queste le uniche regole da rispettare per me!!!! :DDDD

    RispondiElimina
  16. Ma in quale blogsfera vivo???
    Come al solito non ho avuto sentore di polemiche, ma già qualche mese fa ero intervenuta su un argomento simile, ma comunque, sono d'accordo con Le Pellegrine ...ognuno sul proprio blog è padrone di fare quello che gli pare, se a me un blog non piace per come è gestito, magari lo vado a sbirciare e non mi spreco a lasciare commenti...questo non vuol dire essere invidiosi e poi, è vero, non siamo mica professioniste??
    Io lo dico sempre quando parlo con qualcuno del fatto che cucino: Io sto giocando...i cuochi in grado di pensare, preparare e gestire numeri sono i veri professionisti!!
    Chiusa la parentesi per concentrarmi sui tuoi bocconcini...sicuramente punto su quelli salati!!!
    ciao loredana

    RispondiElimina
  17. @Ale, anche la versione salata ha il suo perché.. ;)
    @Monica, giustissimo!!!!! Grazie per i complimenti... è difficile che io proponga qualcosa complicatissima! E chi la sa fare? ;)))

    RispondiElimina
  18. Le polemiche non sono nuove e sinceramente non ci interessano, il blog per noi è svago, piacere e diario, è vero, c'è chi se la tira e non si degna nemmeno di passare a trovarti perchè non sei nel loro Olimpo, ma a noi non importa, ripeto, il nostro approccio è all'insegna del piacere. I tuoi stuzzichini sono molto stuzzicosi, questo abbinamento mai provato prima lo vogliamo sperimentaere!
    Bacioni da Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  19. questa ricetta mi piace tanto,si presenta molto bene:)
    per tutto il resto francamente non ho idea di quello che si dica in giro,so soltanto che io cucino per divertimento e tutto il resto non conta...baci e a presto!!!

    RispondiElimina
  20. Ho letto anch'io varie polemiche in questi giorni riguardo ai foodblog..non ho commentato da nessuna parte in quanto personalmente faccio quel che faccio perchè mi diverto e perchè mi piace..decido io cosa o non fare e chi mi ama mi segue...C'è una carica di invidia in giro incredibile tanto da diventare ridicola. Purtroppo non ho molto tempo per girare per blog e spesso mi scappano cose interessanti e di questo mi dispiace, ma anche questa è una prova che il blog è un hobby e lo si gestisce in base al proprio tempo a disposizione ed al proprio gusto. Se ci dovessero essere delle tabelle da rispettare, delle regole e dei canoni penso che ne sparirebbero più di metà. ma perchè torturarci con queste cose assurde..divertiamoci e basta...!!
    e tu ornellì mi fai sempre divertire!!
    ma che buona l'uva!!

    RispondiElimina
  21. Buone entrambe le versioni! L'impatto cromatico con i pirottini gialli è a dir poco fantastico.

    RispondiElimina
  22. ussignuuur!!! la pasta con le zucchine e i gambretti? surgelati?
    orrore, blasfemia, fustigazione per ornella!!
    mamma mia ornè, che noia 'sti discorsi sui blog, siamo perfino passati alle regole (ironiche eh sia chiariSSimo!!)!
    paola ha detto meglio di me quello che io penso e condivido in pieno, ripeto da tempo di smetterla di darsi arie da grandi chef che quelli hanno anni di scuole e di esperienze sul groppone, e che la smettano anche di avere lo snobbissimo ditino puntato sulle foto, sulle grafiche e sulle collaborazioni di altri blog, che mica perchè tu hai kitchen aid o le creuset o pinco pallo sei migliore di me!
    ebbasta!!
    ricettina sprint e sfiziosa, la preferisco salata e magari anche coi fichi che a me l'uva non piace, che dici?

    RispondiElimina
  23. buone entrambe le versioni! Quella dolce la farei anche con ricotta e cannella ed una goccia di vermouth, oppure con mascarpone e cannella... mhmhmhmmmmmm
    Quanto alle discussioni, siccome mi sono stufata anch'io di leggere di "foodbloggers sul piedistallo" come diceva qui sopra la "nostra collega" (eheheheheh) Lucia, e visto che mi sono scocciata di tutte le altre foodbloggers che per non polemizzare con loro le lasciano fare annuendo, proprio alcuni giorni fa ho discusso con qualcuno che si permetteva di giudicare altri foodbloggers, sia per il comportamento che per i tipi di ingredienti utilizzati (se surgelati, se confezionati, se preparati...!). La mia opinione è che non siamo chef e la nostra non è una professione, quindi ognuno fa come ritiene più giusto e senza dover dare conto a nessuno (mica abbiamo fatto il "giuramento del foodbloggers" quando abbiamo aperto un blog, no? :D
    Scusa se mi sono dilungata, baciiiii

    RispondiElimina
  24. Ahahahah, l'altro giorno pensavo che io, la "massaia di Voghera" per antonomasia, dovessi scrivere qualcosa anche sul mio diario-blog per commentare questa polemica sterile e incivile (sì perchè ognuno a casa sua fa la pasta con le zucchine e gamberetti quando gli pare)mi sono venuti anche i 5 minuti leggendo i commenti però solo 5 minuti perchè poi ci penso, mi calmo e dico, ma il mio blog è mio e ci metto anche il pane fatto con i preparati se mi va! Il tuo post è meraviglioso, come lo è il tuo blog che non commento mai, ti abbraccio e ti ringrazio perchè è giusto che chi è veramente bravo non si metta sul piedistallo ma continui a esser ciò che è, una persona con una passione da condividere e non da vantare.

    RispondiElimina
  25. A me la ricetta dolce, grazie ;)
    Uva e ricotta mi sembra un ottimo abbinamento!

    RispondiElimina
  26. sperimento subito la versione salata, poi ti dico
    ciao

    RispondiElimina
  27. ahahahaha...non le mandi certo a dire...ahahahha...d'accordo con tutte voi io poi sono la classica "casilnga di voghera"...figuriamoci ho solo da imparare....e naturlamente divertirmi...buoni questi bocconcini d'uva, domenica li provo...ciaooo

    RispondiElimina
  28. da fabiola
    Ornella sei un genio. Ho appena farcito dei chicconi di uva rosa della mia campagna, che non sono dolcissimi, togliendo pure i semi. Al posto dell'erba cipollina che non avevo ho messo una micro fettina di cipolla tritatissima e il tabasco al posto del peperoncino.
    Ma quanto sono buoni? e tu quanto sei creativa?

    RispondiElimina
  29. Al pari di Loredana, anche io vivo in un'altra dimensione perchè non mi ero accorta che ci fosse stata polemica riferita al mondo dei foogblogger, detto questo, penso che ognuno abbia il diritto di gestire il proprio blog come meglio crede!
    Però, attenzione, che lasci anche agli altri la stessa facoltà, senza stare a sindacare sul lavoro altrui! ;-)

    Ed ora, visto che l'indecisione è totale e non so quale uva scegliere, per me entrambe le versioni! :)))
    Bacio

    RispondiElimina
  30. Super questi finger!!!! Con quei pirottini gialli risaltano da morire! Fantastici! bacioni

    RispondiElimina
  31. viva la semplicità!
    gustosa e veloce la ricetta, la posso riproporre anche come entrée
    grazie!
    questo è il blog: condivisione!

    RispondiElimina
  32. Eh , no , Ornella ! Mi metti queste tentazioni
    proprio ora che ho già finito l'uva con i chicchi
    grossi ! ;( Non vale , mi toccherà comprarla...
    Che bello non frequentare troppi blog , ma solo quelli graditi....non ci si accorge neppure di
    tutte le scemenze che girano...
    Ruli

    RispondiElimina
  33. Quanti siete, mammamia!!! E tutti con un pensiero condivisibile... Grazie!!!
    Rispondo solo @Luna e a @Lia sulla questione dei cibi pronti o surgelati. Che non se ne debba abusare lo sappiamo tutti benissimo, ma se per una volta usiamo o proviamo un prodotto che non è la quintessenza della genuinità a km 0, non casca il mondo, o no? Ditemi chi non ha mai usato un dado, una sottiletta, una crema alla nocciola già pronta, un surgelato industriale, un precotto ecc. ecc..... Certo non sono il massimo, ma a volte può capitare per miliardi di ragioni in tutte le case del modo o quasi. Ora il mio ragionamento è questo:se per ipotesi, un'azienda mi inviasse un preparato pronto, una scaoletta ecc. da testare e io, foodblogger, dovessi trovare accettabile il prodotto, da usare certo nelle emergenze, perché mai non dovrei parlarne ai miei lettori? E badate che io non ho collaborazioni e fino ad oggi non ho mai chiesto nulla a nessuno! Ma, tanto per fare un esempio, ho usato la glassa pronta al cioccolato della Paneangeli (dopo aver letto che Pinella l'aveva usata) e l'ho trovata buona. L'ho comprata, eh, mica me l'hanno regalata... Perché non avrei dovuto dirlo? Di cosa mi sarei dovuta vergognare? Certo il buon cioccolato temperato a regola d'arte è un'altra cosa, ma mica faccio dolci tutti i santi giorni con i preparati pronti o sono pasticcera...né faccio scuola di cucina! Insomma, credo che un pizzico di buon senso ci voglia sempre nella vita:non si può essere talebani! Altro discorso è poi quello che rigurda una foodblogger faccia promozione per lavoro... Cavolo, in questi tempi di crisi, ben venga!!!! Non giudicherò mai chi propaganda un prodotto per lavoro, qualunque esso sia, al limite se non mi garba in una ricetta che mi sembra ottima, lo sostituirò tranquillamente. E CHE SARA'MAI??? Spero di essermi spiegata...

    RispondiElimina
  34. @Fabiola, sei grande!!! Perché tu non sei creativa? Ma quando mai, dai punti a tutti, altrochè! :DDD
    Sono contenta che l'idea ti sia piaciuta!!!!!
    Grazie ancora a tutti!!!!

    RispondiElimina
  35. Ciao Ornella
    sono davvero incuriosita dalla versione salata della tua ricetta, la voglio proprio provare!
    Delle polemiche non so nulla, ma posso dire che anch'io scrivo sul mio blog per passione, impegnando quel poco tempo libero che mi resta per condividere con chi ne ha voglia i miei tentativi in cucina, bene o male che vengano. Lo faccio solo per divertirmi e mi stupisco sempre delle merviglie che dei cuochi assolutamnente "non professionisti" riescono a preparare. Alla fine, la selezione avviene naturalemnte e mi ritrovo a seguire solo quei blog che mi trasmettono la stessa emozione e partecipazione che provo io!
    A presto
    Ale

    RispondiElimina
  36. ti sei spiegata perfettamente: siamo sulla stessa lunghezza d'onda :)) baci e grazie (anche per il messaggio) ciaoooo

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...