giovedì 9 giugno 2011

Risotto con riduzione di Primitivo di Manduria, cipolla rossa e stracciatella

Quando il diavolo ci mette la coda non c'è proprio nulla da fare...
Ci tenevo a fare una bella figura perché Lei aveva chiesto solo una foto ed invece, pur avendo fatto ben 2 tentativi, questa è stata l'unica che sia riuscita a tirar fuori. Lo so, non affondate il coltello nella piaga per carità, è davvero penosa!!!! :(((((
Vi posso assicurare però, che il risotto è veramente buonissimo; se doveste avere qualche dubbio, chiedete pure conferma a mio marito, il quale pur non amando affatto il riso ed i risotti - apprezza solo la Tiella ed i Supplì - non solo se l'è sbafato di gusto, ma, mentre lo assaporava,  non finiva di dire quanto era buono per davvero... 
Non potete immaginare neppure lontanamente la mia soddisfazione, che al contrario, adoro il riso declinato in ogni modo e maniera!!!!!! *_*
Sostanzialmente ho seguito il procedimento  della ricetta originale, anche se, non avendo il mosto, l'ho sostituito con una riduzione di Primitivo di Manduria ed ho aggiunto qualche tocco "ammodomio" con delle sfoglie croccanti di cipolla rossa di Acquaviva cruda e con la stuzzicante freschezza di poche foglioline di rucola selvatica.
Ah, dimenticavo... Ho omesso le scaglie di Parmigiano a favore di un paio di forchettate di Stracciatella freschissima. Beh, ne è risultato un connubio di sapori e consistenze contrastanti che si sposano perfettamente, dando vita ad un risotto delizioso, saporito e fresco... adattissimo ad una cenetta  di inizio estate. 
Allora, pur non avendo la pretesa di partecipare al suo giochino (ho pure sostituito gli ingredienti :DDDD) vi lascio la ricetta originale, di cui ho seguito il procedimento passo passo, con le modifiche "ammodomio"! ;)

Risotto con  riduzione di Primitivo di Manduria, cipolla rossa  e stracciatella


Ingredienti per 3 persone:

240 gr di riso carnaroli
parmigiano a piacere (facciamo una bella manciata
burro
1/2 cipolla rossa di Acquaviva
480 gr di brodo vegetale
240 gr di latte intero (meglio se di tipo fresco)
1 bicchiere di Primitivo di Manduria
vino bianco per sfumare
6 forchettate di Stracciatella
foglioline di rucola selvatica q.b.


Procedimento:
Mettete in un pentolino il Primitivo di Manduria, a fuoco molto basso, e fate ridurre fino alla metà del volume iniziale.
Nel frattempo fate tostare il riso in un soffritto di burro,usando anche 1/4 di cipolla rossa affettata a velo , sfumate con del vino bianco. Fate evaporare.
Buttate, tutto di un colpo, il brodo vegetale; e, senza rimestare, fate assorbire.
A questo punto aggiungete latte man mano e  a metà, aggiungete una bella manciata di parmigiano, anche qualcosa di più ;-)
Continuate col latte fino a cottura completa, se usate il carnaroli, vedrete che la quantità di liquidi (latte e brodo) sarà perfetta.
Aggiungete alla fine tre belle noci di burro (non lo lesinate) e che sia ben freddo di frigo.
Prima di impiattare, versate un cucchiaio della riduzione di Primitivo sul fondo del piatto, poi allargatevi sopra il risotto; al centro scavate con una forchetta una cavità ed adagiatevi la stracciatella su cui metterete la cipolla cruda affettata a velo e le foglioline di rucola selvatica,  decorando ancora con la riduzione.
Buona serata,
 Ornella


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

10 commenti:

  1. che meraviglia... il riso è il mio pane quotidiano e questa declinazione ammodotuo è davvero superba.. una bella scoperta!

    RispondiElimina
  2. Che bontà! Poi con il tocco del Primitivo dev'essere sublime!!

    RispondiElimina
  3. è decisamente intrigante fatto in questo modo.
    Ora curioso la "ricetta madre" ma non ho dubbi che così sia PERFETTO!

    RispondiElimina
  4. Ma che spettacolo!
    Da brava mezzosangue mantovano-tarantina dovrò provarlo assolutamente, sarà una meraviglia!

    RispondiElimina
  5. Io sono una di quelle che non viene attirata dalla foto, ma dalla ricetta. E in questo caso è stato assolutamente così. Poi forse stasera riesco anche a scrivere un commento, visto che due volte su tre blogger non me lo permette, mi rompo le balle e desisto.
    And so, Ornella cara, meravigliosa preparazione! Mi piace tantissimo. Copiaincollata all'istante.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  6. Provatelo, ne vale la pena! Grazie mille a tutti :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...