venerdì 29 aprile 2011

Ovis Molis, i pasticcini del riciclo




Ovis Molis


Come spesso accade dopo le feste, ci si ritrova con del cibo avanzato che dispiace proprio non consumare, ma che non attira molto.....
Passata la Pasqua oltre alle uova di cioccolato, rimangono anche quelle vere bollite, colorate, che hanno rallegrato la tavola e tanti pani tradizionali. Io ne preparo tantissime che coloro nei toni pastello e che dispongo in piatti ed alzatine sia sulla tavola che sulla credenza: miste a qualche fiore, sono dei centrotavola, o delle decorazioni pasquali, graziosi, edibili e a buon prezzo: inoltre è veramente divertente realizzare le uova colorate, cosa che faccio generalmente il sabato santo insieme alle mie figlie....
Alcune vengono consumate, ma altre rimangono intatte, ecco che allora preparo dei biscottini che utilizzano nell'impasto i tuorli sodi, in modo da riciclare le uova senza sprecare nulla o quasi.
La pasta che si ottiene è sul tipo della frolla e gli Ovis Molis che se ne ricavano sono dei biscottini friabili, a forma di semi sfera, nel cui centro è disposta della marmellata. Dato che la pasta è molto malleabile è possibile anche realizzare forme diverse come ci suggerisce la nostra fantasia: anzi è possibile anche utilizzare la famosa spara biscotti per ottenere una varietà maggiore di forme.
Seguendo in parte la tradizione ho realizzato degli Ovis Molis con marmellata di lampone e cioccolato, ma anche dei piccoli ferri di cavallo nonchè dei fiorellini e delle conchigliette con la spara biscotti.
Insomma, con questo impasto potete realizzare le forme che più vi piacciono e se ci abbinerete un po' di cioccolato è anche probabile che questi pasticcini li rifarete anche senza la necessità di riciclare delle uova sode...



Ovis Molis



DSCF0518



Ingredienti:


320 g di farina tipo 00
160 g di fecola di patate
320 g di burro
160 g di zucchero superfino
8 tuorli sodi
Buccia di limone grattata e vaniglia
Sale

Montare il burro morbido ed aggiungere gradatamente lo zucchero. Montare bene il composto ed unire anche gli aromi ed il sale.
Passare al setaccio i tuorli sodi (io utilizzo uno schiacciapatate, molto più rapido) ed unirli al burro montato continuando a lavorare con le fruste elettriche o con la frusta della planetaria. Unire quindi la farina e la fecola miscelate.
La pasta è pronta ed anche se risulterà morbida e soffice non unire altra farina. Coprirla con della pellicola e lasciarla in frigo per qualche ora. Dopo il riposo la pasta sarà perfetta. Lavorarla leggermente per farle acquistare plasticità e quindi realizzare dei biscottini.
Per gli ovis molis realizzare una pallina grande quanto un piccolo tuorlo e posizionarla sulla teglia: con il manico di un mestolo realizzare una cavità al centro della pallina cercando di allargarla un pochino ruotando il manico.
Cuocere per circa 10 ninuti a 180°C senza troppo colorire i biscottini.
Nella cavità porre della marmellata e, volendo, decorare con del cioccolato o con dello zucchero a velo semplicemente.





Ovis Molis



Sono perfetti con il tè o il caffè e si mantengono per parecchi giorni in una scatola di latta o anche su un'alzatina coperta con una campana di vetro. Utilizzando il cioccolato delle uova pasquali si ottiene il massimo del riciclo :)



A presto,

Paola


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright 2010-2011© Interno Otto - All Rights Reseved

35 commenti:

  1. perfetti certo che sono perfetti con un thè!

    RispondiElimina
  2. Ricetta interessante, che non conoscevo, grazie dunque! Anch'io non amo gettar via il cibo, mi sembra un'offesa a chi muore di fame. E' un bel post questo, sotto vari punti di vista! Simona

    RispondiElimina
  3. Ciao Paola,io non ho uova sode avanzate,ma le faccio volentieri per provare i tuoi ovis,non li ho mai fatti in casa ed i ferri di cavallo sono i preferiti di mia figlia,penso che questi siano belli friabili.grazie per la ricetta...e quando non disturbo vorrei chiederti se conosci la ricetta di un dolce rusticissimo che ho mangiato a Perugia..

    RispondiElimina
  4. Che belli, sono perfetti!

    ciao
    Alessandra

    RispondiElimina
  5. Sono bellissimi e perfetti!!!Mi fanno venire voglia di farli subito e soprattutto di mangiarli all'istante!!! Veramente bravissima...un bacio e buon w.e.!!

    RispondiElimina
  6. _Mary,grazie...Sono buoni anche da soli :))
    _Simona,hai ragione, non amo cucinare in abbondanza per poi ritrovarmi avanzi....In questo caso invece esagerò un po' per aver poi la scusa di fare questi pasticcini.
    _Ilaria se li vuoi provare, lessa solo i tuorli, così gli albumi puoi utilizzarli per delle meringhe o per altri biscottini tipo tegoline o lingue di gatto. Per il dolce umbro spero di poterti aiutare...Puoi anche scrivermi in privato paola.lazzari@alice.it
    _Alessandra, grazie!

    RispondiElimina
  7. quanto mi piacciono queste ricettine riciclo!!

    RispondiElimina
  8. Bu kurabiyeler çok şirin,çok güzel :))
    Ellerinize sağlık..
    Sevgilerimle..

    RispondiElimina
  9. Adoro le ricette che ti permettono di riciclare gli avanzi!!! Complimenti, ottimi biscottini...

    RispondiElimina
  10. Belli, buoni e pure svuota frigo!! Sono prefetti!!!! Mi è venuta una fameeeee!
    bacioniii

    RispondiElimina
  11. la frolla ovis mollis l'ho sperimentata anch'io ed è buonissima!
    ti sono venuti meravigliosi, di grande eleganza, bravissima!

    RispondiElimina
  12. sto gia sbavando... io adoro i biscotti fatti con i tuorli sodi... da quando li ho provati non perdo occasione per farli ... strepitosi!

    RispondiElimina
  13. una ricetta strepitosa per utilizzare le uova rimaste di questo periodo!

    RispondiElimina
  14. ...e si ricicla anche la cioccolata delle uova. Geniale, non mi sarebbe mai venuto in mente un ovis mollis come riciclo!!!!

    RispondiElimina
  15. Buoni perfetti a quest'ora con un bel the!!!
    Baci e buon fine settimana ^_^

    RispondiElimina
  16. Grazie a tutti! Buon fine settimana anche a voi!

    RispondiElimina
  17. Sono semplicemente perfetti. Complimenti

    RispondiElimina
  18. Amo follemente questi biscottini :)))
    Paola, scusa la domanda "ignorante":come faccio a lessare solo i tuorli?
    Li voglio fare prestissimo! :D

    RispondiElimina
  19. Ornella, dividi il tuorlo dall'albume cercando di farlo rimanere integro (con le uova fresche è facilissimo) e appena l'acqua bolle con l'aiuto di un mestolo o cucchiaio lo cali...dài circa 3 o 4 minuti di cottura ed il tuorlo è pronto. Le chiare in questo modo non le sprechi.

    Vabbè ho capito...Vuoi un altro pacchettino??? :))

    RispondiElimina
  20. meravigliosi per accompagnare una tazza di buon the!

    RispondiElimina
  21. Io avrei un altro problema : tanti albumi...Paola ,
    puoi aiutarmi con qualche tua ricetta-miracolo ?
    Già fatte meringhe , biscotti brutti ma buoni ,
    gnocchetti pangrattato-parmigiano , chenelle groviera-parmigiano...conosci qualcosa di diverso ?
    Nel caso , ti ringrazio moltissimo .
    E niente male il trucchetto dei soli gialli sodi !
    Ruli

    RispondiElimina
  22. @Paola, se dico di sì sono troppo sfacciata?:DDDDDD

    RispondiElimina
  23. questi biscotti sono accattivanti.. l'idea di bollire solo i tuorli è ottima, perché a me capita più spesso di usare gli albumi, avanzando i tuorli crudi. Grazie!

    RispondiElimina
  24. -Ruli ci sono tutta una serie di biscotti con gli albumi (tegoline, lingue di gatto, cialde, coupelle)il cui impasto è molto simile, anche se variano forme e modi di cottura. Se vuoi ti posso mandare le ricette. Altrimenti ci sono le torte sul tipo della angel cake...e lì gli albumi vanno via, perché per una torta media ce ne vogliono almeno una diecina.
    -Ornella, l'avevo capito...Provvederò!
    -Grazie a voi e buon fine settimana

    RispondiElimina
  25. Ti ringrazio , Paola . Faccio ricerche in...
    letteratura ( ho un po' di libri ! ) a partire dai nomi che mi hai dato . Se non trovo , ricorro a te .
    Buona domenica .
    Ruli

    RispondiElimina
  26. Paola, ma lo sai che oggi ne ho comperato un piccolo vassoietto e me lo sono sbafato??? ahahahahah... Basta basta, da lunedì A DIETA!!! :DDDDD

    RispondiElimina
  27. scusami paola ma si potrebbe mettere meno burro

    RispondiElimina
  28. Ornella, sei una disgraziata!!!!

    RispondiElimina
  29. Anonimo, è una domanda??? La pasta che si ottiene è perfetta, io non la modificherei. Certamente l'impasto è molto ricco in burro, ma questa è una prerogativa delle paste tipo frolla e di tutti i pasticcini. Prova a metterne di meno....Non è detto che non si possa fare.

    RispondiElimina
  30. Mi ero scordata di dire che come tutte le frolle anche questa risponde al solito schema dove la quantità delle farine è pari alla somma di zucchero e burro.Ora siccome nel nostro caso, questa quantità è pari a 480g si possono variare burro e zucchero rispettando questo peso complessivo. Quindi se si vuole togliere del burro, va aumentato lo zucchero.Sarebbe bene non diminuire il burro oltre il 50%. In questo caso si potrebbe arrivare a 240g di burro e 240g di zucchero. Diminuendo il burro la pasta è meno fondente e friabile, aumentando lo zucchero la pasta è più croccante.Il gusto cambia divenendo più dolce e meno delicato.

    RispondiElimina
  31. Paola,ascolta ma tu la marmellata la metti dopo la cottura dei biscotti ?

    RispondiElimina
  32. Ok volevo dire.. GRAZIEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEEE senti pero' avrei bisogno di un altro consiglio ,potresti leggere su Fb appena hai tempo ?? Ne ho combinata una delle mie ,pero' ccidenti questi biscotti sono da sballo !!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...