lunedì 11 aprile 2011

Lampascioni sott'olio

E' tempo di lampascioni, non di cime di rapa... ;)
O meglio, diciamola tutta, siccome sulle tavole pugliesi per Pasqua  non possono mancare, appena li ho trovati un po' di tempo fa, li ho comprati e messi sott'olio!

SOOO


Li conoscete tutti vero, questi cipollacci selvatici che noi pugliesi amiamo in modo particolare? Da lei troverete altre foto, informazioni e ricette.
Oggi vi svelerò la mia ricetta segreta ;) per conservarli sott'olio, che è il frutto delle mie sperimentazioni e che, vi assicuro, non troverete da nessuna altra parte! Niente di particolare s'intende, ma vi racconterò come trasformarli, con qualche piccolo accorgimento, da brutti e sporchi bulbi amarognoli, in una leccornia per veri gourmet. 

Lampascioni


La mia ricetta l'avevo già inviata privatamente a lei qualche tempo fa; essì, l'avevo fatto con grande piacere perché, pur essendo giovanissima, ha grande  curiosità  per i cibi e le ricette della  migliore tradizione italiana. Con indiscussa abilità culinaria infatti, unita al gusto particolare nella presentazione dei piatti,  riesce a trasformare sia pure una ricetta semplice in un unicum, diffondendo la nostra cultura culinaria anche all'estero. Pensate che è arrivata fin qui... e vi ho detto tutto!!!!! 
Il suo è uno dei blog che seguo con molto interesse e piacere: è una ragazza davvero in gamba, nonché deliziosa sotto tutti i punti di vista!
Insomma, questo per dirvi che certe ricette di casa propria  a volte si svelano solo a chi è in grado di apprezzarle sul serio, non per gelosia, ma per una sorta di pudore e di rispetto per gli ingredienti della propria terra, della propria tradizione gastronomica. 
Ecco perché oggi, la mia, ve la trascrivo come  se la confidassi privatamete a ciascuno di voi: mi raccomando, fatene buon uso! :)


Lampascioni sott'olio


Lampascioni


Ingredienti:

2 kg di Lampascioni  circa (da pulire)
1 l di aceto di vino bianco
1 l di acqua
1 cucchiaio colmo di zucchero
pepe nero in grani
sale grosso q.b.
aglio, prezzemolo o mentuccia (facoltativi)
olio extra vergine d'oliva

Indossa un paio di guanti usa e getta, quelli di lattice, e pulisci molto bene i Lampascioni, sfogliandoli come si fa per le cipolle; pratica un taglietto a croce alla base e lavali in acqua corrente. Alcuni usano tenerli a bagno per qualche ora, io non lo faccio, li lavo molto molto bene e basta. Gli do un primo bollo in acqua semplice, che poi butto via, sciacquando nuovamente i lampascioni. Poi procedo...
 Allora metti a bollire, per circa 2 kg di lampascioni, 1 litro di acqua ed 1 litro di aceto bianco, aggiungi un po' di sale grosso e appena il liquido è caldo metti in pentola i Lampascioni, subito dopo aggiungi una cucchiata colma di zucchero ed abbassa la fiamma (non troppo, eh) lasciandoli cuocere fino a che con la forchetta li sentirai teneri ( circa 30 minuti, più o meno), non spappolati però, devono essere sodi. Li lasci raffreddare nella loro acqua di cottura e poi li scoli bene, tenendoli in un colapasta. Li devi ancora lasciare asciugare su un canovaccio pulito e poi, con grande pazienza devi inserire un grano di pepe nero nel taglietto che hai praticato in ogni Lampascione. Adesso sono pronti per essere invasati nei barattoli di vetro sterilizzati, ben coperti di olio extra vergine d'oliva. Se ti piace l'aglio (a me sì) ne aggiungi qualche spicchio ed anche poche foglie di prezzemolo oppure di mentuccia, a tuo gusto.Tieni sott'occhio per qualche giorno i barattoli perché il livello dell'olio tende a scendere e deve essere rabboccato; conservali in dispensa al buio e falli assaggiare solo a chi sa apprezzarli! :D


Dalla Puglia baciata dal caldo sole primaverile (in verità sembra essere arrivata già l'estate), buona settimana,

Ornella

 Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

 

34 commenti:

  1. Li ho fatti anch'io quest'anno e son già finiti! Si davano "troppe arie" così li ho subito finiti!Un bacio Onella! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...beh se uno è PUGLIESE è difficile che non gli piacciono questi cibi tradizionali quali: lampasciuni, le friselle, le lumachine con la panna (per intendersi quelle con il tappo bianco)li cuzzeddi (quelle bianche sugli stecchi)li marieddi (quei funghi color giallo/beige) i cardoncelli, li cicureddi, la purea di fave e poi e poi....
      un saluto a tutti/e pugliesi....
      Antonio

      Elimina
  2. Da pugliese conosco questa prelibatezza benissimo e questo modo di prepararli mi attira tantissimo!! Mia mamma li prepara fritti in pastella e anche in questo modo sono buonissimi!!
    Brava Ornella e buona settimana
    Angela

    RispondiElimina
  3. Lo sai quanto li adoro...vero!!! ciao e buon inizio di settimana.

    RispondiElimina
  4. belli belli, peccato che il lampascione sia sempre un po' amarognolo e che io con l'amarognolo vada poco d'accordo
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fabiola se l'amarognolo non ti piace mangia un pò di Nutella. Ciao Antonio

      Elimina
  5. li adorooooooo! la nonna li faceva sempre! amo la mia terra, la puglia, come non mai!!! bacioni!

    RispondiElimina
  6. già detto di là, mi hai fatto uscire una lacrimuccia! e no, non stavo pelando cipolle come Julia Child! ;)
    A me i lampascioni piacciono proprio tanto, li ho assaggiati la prima volta da Pietro Zito e sarà stato l'ambiente, saranno stati loro.. ma mi son piaciuti proprio tanto!
    Grazie di tutto, ti abbraccio!
    P.S. sopratutto anche per il 'giovanissima', me lo tengo stretto, ehehe!

    RispondiElimina
  7. Non amo molto le cipolle e l'aver letto il nome da te usato, tutto ho pensato tranne che si trattasse di cipolle..Molto ignorante lo so...mia culpa. Bellissime le tue foto...Un bacio Ale.

    RispondiElimina
  8. Pagnottina, ne ho nascosto un barattolino, sennò sarebbero finiti pure qui a casa mia! :)

    RispondiElimina
  9. @Angela, a noi piacciono anche fritti senza nulla, col taglio a croce o a stella fatto sulla testa. Se non li hai mai provati te li consiglio vivamente :P
    @Max, adoriamo entrambi la cucina verace! ;)))

    RispondiElimina
  10. @Fabiola, neppure io li amavo da impazzire, poi ho avuto la rivelazione: con un cucchiaio di zucchero l'amaro scompare..
    @Dada, provali come li ho fatti io e poi mi dici...
    @Mirtilla, siamo in tanti allora!

    RispondiElimina
  11. Alessandra, NON sono cipolle, anche se ci somigliano molto, ma non nel sapore che è completamente diverso.Se ti capita, provali.. non piacciono a tutti, eh! :))

    RispondiElimina
  12. Sai che non ho mai provato i lampascioni!? Eppure mi incuriosiscono da un po'.... devo provarli stimolata anche da questa preparazione che de'essere squisita

    RispondiElimina
  13. @Giulia, sei bella brava e ...giovanissima!!!!!! :DDDDD Non ti vommuovere, te lo meriti smack!
    @Sonia, hanno un sapore particolarissimo.Provali e non ne mangiare troppi, si danno un po' di arie! ;))

    RispondiElimina
  14. Vedo sempre i lampascioni al mercato e non ho mai avuto il coraggio di comprarli ... Grazie per questa splendida ricetta, la prossima volta compreò i lampascioni!

    RispondiElimina
  15. Sei davvero brava: apprezzo la cucina ricca di sapori. Per me una ricetta non è un elenco di ingredienti, ma è un percorso di sensi, perciò leggo volentieri ciò che scrivi e che esprimi.Preparo i lampascioni così come tu fai, ma non aggiungo acqua all'aceto, preferisco diluirlo con vino bianco.Pia

    RispondiElimina
  16. Conosco i lampascioni e mi piacciono moltissimo .
    Ma....a trovarli , qui nel profondo nord !!!!
    Li ho anche visti , dovevano essere i nonni di
    quelli che hai fotografato tu ...
    Ruli

    RispondiElimina
  17. I lampascioni !!! Accidenti devo dire a mia mamma di metterli sott'olio cosi quando torno in Italia poi me li ritrovo e me ne porto via dei bei vasetti...quando ad agosto troveró le cime di rapa...;)). Baci

    RispondiElimina
  18. sono ottimi! anche se qui sono difficili da trovare, ma appena mi capita certo provo a metterli sott'olio! :) bella idea!

    RispondiElimina
  19. Ma lo sai che non li ho mai mangiati???

    RispondiElimina
  20. Ornella, non ci penso minimamente a farli.
    Aggiungili pure all'elenco delle cose da preparare e da mettere nel menù quando verrò a trovarti.
    Ti ricordo che ci sono già supplì e panzerotti tradizionali
    baci :)))))

    RispondiElimina
  21. mmmmmmmm che buoni! anche io sono pugliese, pero vivo in svizzera. spero di trovarli in un negozio italiano perché mi piacciono da morire! grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  22. Sono una meraviglia della natura: le faccio anch'io sott'olio, ma da noi le chiamano "cipolline selvatiche" ...

    P.S.: molto spesso leggo i tuoi post al mattino quando sono al lavoro e non riesco a commentare "a caldo" ....
    Mitico il post precedente con la nostra Benny protagonista :DDD

    RispondiElimina
  23. bravissimaaa, ho comprato i lampascioni perchè ne andiamo ghiotti ma domani farò volentieri la tua bella ricetta....brava, brava e grazie
    P:S: ti farò sapere come son venutiii!!!

    RispondiElimina
  24. abbi pazienza sono un uomo quindi, con poca dimestichezza in cucina....ma per farli GRIGLIATI SOTT'OLIO, quale è il procedimento? CIAO E GRAZIE!

    RispondiElimina
  25. ti ho già scritto, ma non mi da segni di vita, quindi di rifaccio la domanda....per farli grigliati sott'olio, quale è il procedimento? ti ringrazio della solerte risposta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Valter, abbi pazienza tu... noi povere blogger abbiamo una vita reale come tutti voi... non siamo sempre al pc, anche perché non ci paga nessuno! :D
      Dunque, io grigliati non li ho mai fatti, quindi non saprei proprio risponderti. So che una volta li cucinavano nella cenere della fornacetta, ma oggi.. Boh? In ogni caso penso che un bollo bisogna darglielo, poi metterli in forno bello caldo ad asciugare e solo dopo, metterli sott'olio. Però, ripeto, è una mia supposizione, non conosco affatto il procedimento consueto.
      Ciao

      Elimina
    2. il mio, non da segni di vita, era riferito al fatto che non mi inviava la prima domanda , non a te!!!grazie lo stesso...ciao

      Elimina
    3. Ma figurati!!! :D I commenti vanno in moderazione... Se non li lego prima e li approvo, non li pubblica! :))))
      Ciao, a presto!

      Elimina
  26. sapore ritrovato ..e per ora nn li mollo facilmente ...mmmhh che delizia ..babi

    RispondiElimina
  27. Grazie, per questa ricetta, perchè ne ho provate tante... o risultavano dal gusto amaro o si spappolavano, insomma niente di buono. Proverò con la tua ricetta. Buona giornata. silvana

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...