martedì 8 marzo 2011

Pasticciotti al cioccolato

Stavolta ho fatto una scelta quanto mai stravagante...
Ho preparato i Pasticciotti, a forma di Bocconotti e non contenta, li ho farciti con una ganache al cioccolato fondente! :DDD
Chevelodicoaffà? Mai stravaganza fu così ben accetta a casa mia!!!!!

Pasticciotti al cioccolato




La ricetta della frolla già utilizzata per i Pasticciotti leccesi, ancora una volta si è dimostrata ideale anche per accogliere la  morbida farcia di  crema Ganache al cioccolato... 
Ma come fare una Ganache vellutata e cremosa in modo semplice ed empirico? Niente paura, ve lo dico subito! :D

Pasticciotto al cioccolato

Pasticciotto 

Ingredienti (almeno per 8 Pasticciotti, belli grandi)

per la frolla

400 g farina 00
200 g strutto
200g zucchero
4 tuorli d'uovo
1 pizzico sale
2 gr. ammoniaca per dolci
poco scorza di limone grattugiata 

per la Ganache al cioccolato

250 ml di panna fresca
200-220 gr (circa) di cioccolato fondente al 70%

Procedete come di consueto per l'impasto della frolla, mescolando velocemente gli ingredienti, fatene una palla, ricopritela con pellicola e lasciatela riposare in frigorifero mentre preparate la Ganache. 
Generalmente per la ganache si utilizzano pari quantità di panna e cioccolato, in questo caso però, dovendo subire una cottura in forno, l'ho tenuta più morbida mettendoci meno cioccolato. Se ne può fare anche una versione montata, cambiando un po' il procedimento ed aggiungendo burro ed aromi, anche liquori. Oltre che come farcia, può essere usata  come copertura ed in questo caso, si aggiungerà una minima quantità di burro per renderla lucida. Il procedimento è semplicissimo, basta fondere il cioccolato (non serve farlo a bagnomaria, è sufficiente usare il calore moderatissimo) e mescolarlo velocemente alla panna che deve avere una temperatura di circa 40°.
Allora, io metto a scaldare in un pentolino la panna, portandola quasi a bollore e spengo il fornello. Sciolgo quindi il cioccolato, come già detto, a calore moderatissimo e state pur certi che nel frattempo la panna avrà raggiunto la giusta temperatura. Se non possedete il termometro, fate la "prova dito" :DDD e versate il cioccolato fuso nella panna, mescolando rapidamente e vigorosamente, usando una spatola di legno (fuori dal fuoco, mi raccomando).
Se invece vi serve una Ganache montata o una copertura, ricodatevi che il burro e gli altri ingredienti vanno aggiunti quando la crema ganache ha raggiunto la temperatura ambiente, mai prima, anzi sappiate in anticipo che se mescolate alla crema ganache un liquore, questa diventerà rapidamente più soda, quindi regolatevi di conseguenza. Con questi semplici trucchi avrete sempre una crema ganache morbida liscia e vellutata, senza il rischio di far "granire" il cioccolato.;))
Ma torniamo ai Pasticciotti...
 Foderate gli stampini (io ho usato i comuni usa e getta) di pasta frolla, dopo averli leggermente unti con lo strutto, farciteli bene con la Ganache (sbattete gli stampini sul piano di lavoro per compattare la crema) e copriteli con un altro strato di frolla, dopo aver spennellato bene i bordi con l'albume. Non fate lo strato di frolla troppo sottile: può rompersi in cottura e far fuoriuscire la farcia:sarebbe un vero guaio!!!!
 Praticate un buchino su ogni pasticciotto con uno stecchino ed infornate a 180° con lo sportello del forno sfessurato (mettete il manico di un cucchiaio a contrasto tra lo sportello ed il forno) per i primi 10 minuti, poi chiudete normalmente e portate a cottura fino a che la pasta risulti di un bel color biscotto.
 Fate raffreddare i Boccoottitti a testa in giù perché la superficie deve risultare piatta, non gonfia come i Pasticciotti e la farcia non dovrebbe presentare vuoti. Decorateli infine con zucchero a velo e.... gustateli! :DDDD

Un dolcissimo ed affettuoso saluto a tutti
 ed in particolare a lei, per augurarle un felicissimo compleanno,

 Ornella


Pasticciotti

Piesse: Manco a dirlo, partecipo anch'io alla mia Raccolta...ahahahahah...
 E voi che aspettate? Dobbiamo ancora stabilire la scadenza... :)) Sù, sù, sbrigatevi!
Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

32 commenti:

  1. mamma mia che spettacoloooooooooo!!! li mangerei tutti da brava salentina... spettacolari, complimenti!

    RispondiElimina
  2. Svengo......il bocconotto è il dolce d'abruzzo e io ne vado matta!!!!!! Slurp! Complimenti anche bellissimi da vedere!!!!
    Brava brava!!!

    RispondiElimina
  3. Che goduria pazzesca! bravissimaaaa! sono troppo golosi! voglio provarli! complimenti e buona festa della donna! bacioni!

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia!!!!!!!!! Non riesco a trovare le parole!!!!!!!!! Nel Salento ho mangiato dei pasticciotti fantastici, ma questi sono da urlo!!!!!!!! Brava Brava Brava!!!

    RispondiElimina
  5. uh ma che bontà, stravaganza o no sono meravigliosi!!!!!! ;)))

    RispondiElimina
  6. aaaaaaaaaaaahhh..ODDIoooo come sono emozionata!!..Ornella non so che dire..graazie di cuore..!!!..ed ora vado a piangere..!!!

    RispondiElimina
  7. che golosi!!!! un bel mix :-D

    RispondiElimina
  8. Ecco ho pure dimenticato dall'emozione di dire..AAAAAAAAAAhhhhhhhh..che goduuuuuria...madòòò!!!!..Bellissimi questi pasticciotti!!!..Manda qua và!!!

    RispondiElimina
  9. Belli (non potendo confermare "buoni"(grrr)...)
    oppurtunatamente color giallo mimosa ;-)))

    RispondiElimina
  10. e ma così non vale....non avevi mica avvertito sulle possibili varianti!!! tu induci in tentazione, così non si fa! devo supporre che ora pretenderai i bocconotti con ripieno ammodonostro????? io a vedere questa cosa mi sto sentendo male! dovresti soccorrere una povera bisognosa....

    RispondiElimina
  11. Mamma mia...meravigliosamente buoni!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Non mi verranno mai.... la frolla e io facciamo sempre a cazzotti!!!Se li trovassi fatti? ma vengono più grandi dei bocconotti abruzzesi?

    RispondiElimina
  13. Che buoniiiiiiiii!! Vedere quel cuore scioglevole mi fa venire voglia di tuffarmici su!

    RispondiElimina
  14. Basta, bisogna farli, altrimenti Ornella ci fa star male....

    RispondiElimina
  15. Dalla tua cucina possono uscire solo meraviglie, e questa è solo l'ultima...
    ...tanti auguri donna speciale! Da te ho imparato molto, anche se non ci conosciamo, ma sei riuscita ugualmente a trasmettermi tanta passione e amore per la buona cucina! ;-D

    RispondiElimina
  16. Buonissimi.Una frolla spettacolare e un ripieno da rimanere senza parole.
    Complimenti per le foto,splendide.
    Un abbraccio e buon 8 Marzo.
    Ciao,Fausta

    RispondiElimina
  17. Che meraviglia in versione cioccolosa!!!!

    RispondiElimina
  18. Che bella versione,cioccolatosa e super golosa!
    Baci

    RispondiElimina
  19. Che delizia questi pasticciotti! Davvero golosissimi!

    RispondiElimina
  20. meraaaavigliooosiiii (pensala cantata!!!9 e proprio ora che mi manca un dolcino ne vorrie giusto un paio (di kg!) per sopperire alle "carenze affettive"!!!Sei un mito!

    RispondiElimina
  21. Questi pasticciotti sono una vera tentazione!!!!

    Mamma mia che buoni!!!!

    RispondiElimina
  22. Allora, tanto per cominciare è la prima volta che scrivo sull'ammodomio, anche perchè ieri è sta la prima volta che sono entrata. e ho iniziato provandoti , perché ho pensato niente commenti, si va dritti in cucina. Anche io ho fatto ammodomio, non avevo lo strutto, non avevo ammoniaca. Quindi burro, cremor tartaro (a occhio, lo ammetto...), 150 di zucchero (è + forte di me), tanta scorza di arancio al posto del limone. Per il resto ho seguito l'ammodotuo. Grazie, grazie grazie. Non buoni a vedersi ma a mangiarli!! e stamattina la ganache si fatta + densa e a Viola, mia figlia, brillavano gli occhi nonostante ancora dormisse un pò. Baci a presto Simona, AMOleFROLLE, ma forse più il cioccolato, è perché le creme, ne vogliamo parlare....

    RispondiElimina
  23. Un grazie affettuosissimo a tutti!

    @Simona, come sono contente!!!! :))))
    Queste sono le gioie vere della condivisione... Mi fa davvero piacere!!!!!!!

    RispondiElimina
  24. Non ho mai mangiato i pasticciotti, mi sa proprio che devo rimediare. Mi segno la tua ricetta e la proverò, poi ti farò sapere, anche se sono certa che saranno buonissimi!

    RispondiElimina
  25. wow!!e per fortuna che oggi e' il primo giorno di quaresima....arghhhhhhhhhhhhhhhh

    RispondiElimina
  26. li adoro e a quanto mi è stato raccontato, pare sia un vizio di famiglia..ma è bellissimo ereditare anche il gusto per le cose buone. ;-)
    Bel blog, complimenti,

    ciao Alessia

    RispondiElimina
  27. Grazie ancora a tutti e... provateli! :))

    RispondiElimina
  28. Pazzeschi, questi dolci!
    Sìssì, van proprio provati!!!

    A presto
    Elisa

    PS:
    Sarei felice se voleste partecipare alla mia raccolta sulla farina di mais!
    http://massaiacanterina.blogspot.com/2011/03/auguri-ed-una-raccolta.html

    RispondiElimina
  29. Realizzazione supergolosa, assolutamente da provare! Sono felice e quasi emozionata di fronte a questi dolci meravigliosi che mi ricordano la mia amata (e lontanissima, sigh!) terra: il Salento! Per restare in tema, se ti va, Ornella cara, dai un'occhiata alla mia torta pasticciotto ;-)

    http://ambrosiaenettare.blogspot.com/2011/01/pasticciotto-e-scuse.html

    RispondiElimina
  30. Elisa, se posso... Non ti prometto nulla ,però! Grazie mille!

    RispondiElimina
  31. Cara la mia dolce Pasticciotta Ornella.. sono ivitantissimi... non credevo ci fossero salati, m'avevi parlato di quei paninetti della Vs tradizione... gnammy bacio

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...