mercoledì 16 febbraio 2011

Piccoli vasi di fiori in pasta di zucchero. Ma è già primavera?




Flowers pots

Durante questo Febbraio, almeno qui a Roma, il tempo è splendido. Sole, aria profumata di fiori, uccellini cinguettanti, prime margherite sui prati e la mimosa già fiorita. La mattina è piuttosto freddo, ma durante il giorno il sole ci fa intravedere la bella stagione che è alle porte e ci fa sperare che l'inverno sia ormai alle spalle. Ispirata dalla primavera alle porte, nonostante oggi io abbia un mal di gola e un raffreddore da record, qualche giorno fa ho preparato dei vasetti pieni di fiori, per propiziare l'avvento della bella stagione. Il loro impiego è stato quello di piccolo dono alle mamme che sarebbero intervenute come accompagnatrici dei loro figli ad una festa di bambini. Cosa regalare di poco impegnativo, ma di adatto a delle signore, se non dei fiori? Ma questi vasetti potrebbero anche esssere visti come segnaposto in una tavola primaverile, o addirittura pasquale. In un piccolo contenitore trasparente posto sopra il piatto, è una gradita sorpresa per tutti.

Flowers pots



Come si realizzano? La prima cosa da fare è procurarsi uno stampo adatto che abbia la forma di un vasetto. Io ho utilizzato uno stampo da babà piccolo, ma si possono usare anche altri contenitori, purché rigidi.
Scelto lo stampo, procediamo con la solita tecnica dello zucchero umido, pressato e poi sformato, quindi asciugato al forno. Lo zucchero io l'ho lasciato bianco, ma nulla vieta di colorarlo come si vuole, anche color terracotta per avere un effetto più rustico e realistico. Mettere quindi dello zucchero superfino in una ciotola e bagnarlo con poca acqua, mescolando con le mani in modo da distribuire il liquido in tutto lo zucchero. Se si vuole colorare lo zucchero, mettere poche gocce di colore liquido insieme all'acqua in modo da distribuire uniformemente il colore stesso. L'effetto finale deve essere quello della sabbia bagnata. Per ulteriori indicazioni e suggerimenti potete anche vedere qui. Una volta ottenuto il nostro zucchero umido, pressarlo nella forma scelta, quindi rovesciarlo su un tappetino di silicone. Ripetere l'operazione per tutti i vasetti che vogliamo realizzare. Infornare a 100°C circa per qualche minuto, (dipende dalla grandezza del vasetto) e quindi una volta induriti, farli freddare. Si passa poi alla decorazione mettendo con garbo una serie di fiori e foglie sulla sommità del vasetto a seconda del nostro gusto o dell'occasione. Essendo tutte mamme io ho optato per delle roselline di diverso colore. I fiori sono stati realizzati in pasta di zucchero e mano a mano che venivano realizzati, sono stati applicati al vasetto con della ghiaccia reale.



Mauve roses




Quindi oggi, direte voi, niente ricetta??? Ma sì una ricettina la mettiamo ed è quella della pasta di zucchero....Debbo dire che ultimamente l'acquisto già pronta tramite una mia amica pasticciera, (anzi vorrei fare un bel post su di lei, perchè oltre ad essere bravissima nel suo campo, ha molte altre doti....), ma cinque o sei anni fa, quando ho cominciato a giocare con la pasta di zucchero, in commercio non esisteva proprio e se la richiedevi ti guardavano in maniera strana. A qui tempi non tanto lontani, eri obbligato a fartela da solo. Di ricette ce ne sono tantissime, tutte valide, anche io nel tempo ne ho sperimentate moltissime, l'ultima è questa che vi propongo oggi. Di particolare ha solo la gelatina in polvere di origine animale, ma non suina, adatta anche per chi ha delle limitazioni imposte da scelte religiose. Per le dosi tenere presente che utilizzo un cucchiaio dosatore da 15 ml

Pasta di zucchero



1 cucchiaio di gelatina in polvere
5 cucchiai di acqua
1 cucchiaio di glicerina
1 cucchiaio di sciroppo di glucosio
3 cucchiai di olio insapore ed incolore ( mandorle, riso, girasole)
Aromi (vanillina- estratto di mandorla amara)

In un bicchiere mettere la gelatina e l’acqua fredda e lasciar reidratare per alcuni minuti. Unire tutti gli altri ingredienti e riscaldare nel M.O. quel tanto che basta per rendere il tutto fluido e omogeneo. Non far bollire. Porre 600 g di zucchero nell’impastatrice o nel bicchiere del mixer o in una ciotola e versarvi il contenuto caldo. Mescolare fino ad avere un impasto molle e appiccicoso. Metterlo sopra il tavolo da lavoro cosparso di zucchero a velo e con una spatola lavorarlo facendogli incorporare circa altri 150-200 g di zucchero a velo. Impastare la pasta fino a renderla morbida, ma non eccessivamente appiccicosa. Avvolgerla in pellicola e poi in una busta di cellophane. Si mantiene per un paio di settimane tranquillamente. Se si mette sottovuoto dura anche qualche mese.

TIPS

La glicerina si compra in Farmacia. Un litro circa 5 € (quella di una nota casa di attrezzi per decorazioni ha un prezzo esorbitante). Naturalmente è liquida e può essere venduta anche sotto il nome di glicerolo.

Lo zucchero a velo è bene che sia di quello per confetteria, industriale. Quello macinato in casa non va bene, darebbe luogo ad una pasta troppo grezza, difficile da lavorare.

Il colorante si aggiunge alla pasta già pronta secondo le necessità. Va aggiunto poco alla volta per evitare colori forti o pacchiani.

I colori si possono miscelare fra loro come vogliamo, per creare infinite tonalità. per questo non è necessario comprare tanti colori, non servono. Blu, giallo, marrone, verde, rosso, arancione, violetto. Questi sono quelli che ho io con cui realizzo quasi tutto.

Per rivestire una torta con la pasta di zucchero è meglio utilizzare questa appena pronta, o dopo un breve riposo di circa un'ora. Se invece dobbiamo modellare, è meglio che la pasta riposi un pochino in più e diventi più consistente.

Per modellare, possiamo ungerci appena le dita con un grasso alimentare bianco. Si potrebbe usare del Crisco, oppure della margarina, o del burro, o dello strutto isnapore, o del burro di cacao. Ne basta pochissimo per fare in modo che la pasta non si attacchi alle dita.

Se dobbiamo stendere la pasta per rivestire una torta, ungere il piano di lavoro ed il mattarello per evitare che la pasta si attacchi alle superfici.


Ultimo suggerimento, date sfogo alla vostra fantasia e non demoralizzatevi se le prime cose modellate non saranno superlative. Con il tempo le mani si affinano e diventano sempre più brave e veloci.



Flowers pots


A presto,
Paola

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.
Copyright © Interno Otto - All Rights Reserved

61 commenti:

  1. Sembra davvero che sia già primavera. Sono adorabili, complimenti!!! :)

    RispondiElimina
  2. Che dire.
    Semplicemente spettacolari!!!!
    Bravissima!!
    Silvia

    RispondiElimina
  3. Ho sempre una grande ammirazione per chi sa destreggiarsi così bene con i dolci e decorazioni. Non mi sono ancora cimentata in modo serio in questo tipo di decorazioni, quello che mi piace è che fai sembrare il tutto semplice e ci dai molte "dritte". Grazie mille!!

    RispondiElimina
  4. Come in tutte le cose bisogna solo cominciare. Poi, se ci si diverte, si può solo migliorare.In effetti tutto è molto semplice non c'è nulla di complicato, l'unica cosa è che bisogna fare un po' di pratica.Ma l'esercizio è alla base di ogni cosa.

    RispondiElimina
  5. uuuuuuuhhhh vorrei il mio balcone pieno di questi vasetti! :)) Bellissimi!!!

    RispondiElimina
  6. Paola, guardando queste tue produzioni mi coglie lo stesso pensiero che ho di fronte alla vetrina di Cartier... "bello e irragiungibile"
    Ciao

    RispondiElimina
  7. ...bellissimi...ho una paura terribile, ma prima o poi dovrò provare anch'io...mi piacerebbe fare un corso, ma qui a milano non ne ho ancora trovati...ne sai qualcosa?

    RispondiElimina
  8. Paola, sei una maga!!! Non li farò mai, ma mi piace tanto vedere come lavori! Buona giornata

    RispondiElimina
  9. Sono meravigliosi...curati nei minimi particolari, non c'e' un granello di zucchero fuori posto!
    Complimenti!!!!
    Buonissima giornata
    PAola

    RispondiElimina
  10. Sei davvero brava, anche nelle spiegazioni e nei consigli. Mi scuso per non aver mai commentato,ma ho provato diverse ricette, soprattutto pugliesi come me e non mi hanno mai delusa. Buona giornata Paola

    RispondiElimina
  11. Beh io mi segno tutti i tuoi preziosi suggerimenti..ma dubito di riuscire ad emularti..al massimo farei dei carciofi..non delle meravigliose rose..
    :-D

    RispondiElimina
  12. Dico solo che li starei a guardare per ore :-)

    RispondiElimina
  13. Sono stupendi! Complimenti per la bravura e per come dettagli la cosa dando la possibilità a chi legge di essere introdotto nel mondo della decorazione nel migliore dei modi possibile :))

    RispondiElimina
  14. stupendi, davvero unici questi piccoli vasi di fiori! idea raffinata e originale!

    RispondiElimina
  15. Sono una meraviglia, questi vasetti!!!!!

    Complimenti, sei veramente BRAVA!!!!!!!
    Lorena

    RispondiElimina
  16. Pasquina grazie. Per le ricette pugliesi giro i complimenti ad Ornella, è lei la "responsabile" delle bontà della vostra terra.
    Grazie a tutte..
    Ed ora una piccola considerazione sul mondo del decoro in pasta di zucchero. Premesso che come tutte le cose di questo mondo,i prodotti di pasticceria decorati in pasta di zucchero, possano piacere o meno, bisogna dire che non è giusto ritenere che essi siano tutti uguali al gusto, zuccherosi e stucchevoli. Certamente se si seguono le ricette di ispirazione americana o inglese, le basi di questi dolci sono piuttosto pesanti, grasse e dolci e le farciture non prevedono altro che buttercream diversamente aromatizzate, per cui il risultato è piuttosto scontato. Queste torte non possono essere certo paragonate alle nostre specialità più semplici della pasticceria tradizionale: Millefoglie, Babà, zuppa inglese, Tiramisù....
    Però è possibile riproporre in versione decorata, anche dei dolci con basi e farciture più vicine ai nostri gusti. Non occorre, alcune volte, decorare interamente un dolce, basta anche solo un piccolo accenno, che so, un fiore posto tra il dolce e il piatto di sevizio.
    Con questo voglio dire che pur ispirandoci alla tradizione americana ed inglese, possiamo creare dei dolci decorati più vicini ai nostri gusti sia per aspetto che per gusto.Ognuno ha poi la propria sensibilità e si lascerà guidare da questa.
    Bisogna anche tener presente che la decorazione in pasta di zucchero può dar luogo a prodotti terribilmente dozzinali, per fattura, soggetto e uso del colore. Non è facile realizzare qualcosa di gradevole anche copiando.Io stessa molte volte preferisco una semplice torta decorata con un ciuffo di panna.Ovvio che parlando di cibo, tutto è basato sul gusto personale.

    RispondiElimina
  17. Meravigliosi!

    Grazie per i suggerimenti sulla pasta di zucchero, li salvo e li userò appena avrò l'occasione!
    Che meraviglia... :)

    Un bacio,
    Babi

    RispondiElimina
  18. Complimenti,una manualità straordinaria....

    RispondiElimina
  19. Oggi a Firenze è tutt'altro che promavera ma questi vasi sono riusciti a far risplendere il sole in questa grigia giornata...ma quanto sono belli? Sembrano di porcellana...sono perfetti!

    RispondiElimina
  20. Paola, siamo o no in clima festivaliero?
    Stamattina vedendo il tuo post ho cominciato la giornata cantando E' PRIMAVERA, SVEGLIATEVI BAMBINE.... e ripensando agli ultimi avvenimenti ho continuato METTETE DEI FIORI NEI VOSTRI CANNONI...
    Quindi ti ringrazio 2 volte, sia per le meraviglie che ci mostri, sempre raffinatissime ed uniche, che per avermi riportato il buonumore!!!!!!
    Allora Paola, GRAZIE DEI FIOR!!!!!! :))))

    RispondiElimina
  21. @Pasquì, grazie mille anche a te!!!!!! :)))
    Sapere che provate le ricette e le trovate buone, mi dà l'entusismo e la carica giusta per continuare :)))
    Un saluto affettuosissimo a tutti,
    Ornella

    RispondiElimina
  22. Semplicemente splendidi!
    buona giornata!

    RispondiElimina
  23. sono proprio senza parole... la bellezza di queste tue creazioni mi ha colpito ma davvero tanto... sono perfette e deliziose nel loro insieme davvero tanti complimenti hai un tesoro nelle mani :-) ciao Ely

    RispondiElimina
  24. stupendi! che manualità! e grazie per tutti i consigli!

    RispondiElimina
  25. M e r a v i g l i o s i complimentissimi !!!

    RispondiElimina
  26. Grazie ancora a tutti ! In effetti anche qui il tempo non è stato clemente e dopo tante giornate di sole, oggi si è scatenato il diluvio universale....Questi vasetti fioriti ci volevano proprio!
    Ornella, non amo il fastival, ma grazie della dedica canora e come si suol dire "Canta che ti passa".
    Un bacio a tutti e alle prossime dolcezze.

    RispondiElimina
  27. sono piccole bomboniere, bellissime!!

    RispondiElimina
  28. Qui piove e fa freddo...
    i tuoi fiori sono bellissimi... alla pasta di zucchero non mi avvicino, le mie capacità manuali non sono poi così esaltanti!!
    quindi resto qui e ammiro i tuoi!
    baci
    Vero

    RispondiElimina
  29. Paoletta,di' la verita',questi vasetti sono di capodimonte vero?
    Un bacione grande.
    Anna

    RispondiElimina
  30. ma sono carinissimi! adorabili :-)
    ottimi per combattere la pioggia di oggi...

    RispondiElimina
  31. Anna,la tua osservazione non è sballata. Guardando come sono modellati alcuni oggetti di Capodimonte si può imparare molto.Almeno a me sono serviti molto !
    Un bacio anche a te !
    Manuela di corsi a Milano non saprei dirti...però io sono una autodidatta: un corso può essere utile a velocizzare i tempi di apprendimento, ma anche da soli alla fine si arriva ad ottenere dei risultati.

    RispondiElimina
  32. sono davvero belli! e realizzati alla perfezione! non ho parole che brava!!!

    RispondiElimina
  33. Sono senza parole! Stupendi piccoli vasi che donano calore al cuore. Mi piacerebbe imparare a realizzarli. Complimenti Paola!

    RispondiElimina
  34. Ma sono meravigliose! Davvero complimenti :)

    RispondiElimina
  35. paola, mi sembra di avertelo già detto... ogni volta che vedo i tuoi vasetti mi passa la fantasia di pubblicare i miei... anche perchè le tue decorazioni in confronto sono così delicate e perfette... non c'è niente da fare, quelle foglioline sono un mistero per me e temo che non basti avere fede per farle venire uguali... :)

    RispondiElimina
  36. Sono davvero troppo carini!! Quasi quasi sarei tentata di farli per il battesimo delle mie bimbe!!! Uno come segna posto solo alle signore, che ne pensi?? Magari, dentro, farei trovare dei confetti e un pensierino delle bimbe ;-) Devo solo trovare uno stampo che mi piaccia :-(

    RispondiElimina
  37. Puoi utilizzare gli stampini per babà, hanno proprio la forma di vasetto, altrimenti qualcosa di diverso, anche squadrato per esempio.

    RispondiElimina
  38. Me li ero perduti...Sono una vera meraviglia!

    RispondiElimina
  39. Alla fine li ho fatti, eccoli

    http://leleccorniedidanita.blogspot.com/2011/06/segnaposti-porta-confetti.html

    RispondiElimina
  40. Grazie Danita, corro a vedere....

    RispondiElimina
  41. Ciao,che raffinatezza questo pots,complimenti eleganti e sfiziosi:-)

    RispondiElimina
  42. bellissimi i tuoi vasetti, proverò anch'io la tua versione della pdz, sono curiosa di vedere come viene, sembra facile letta da qui ma non si sa mai!! complimenti per il blog bello e "pulito". giulia

    RispondiElimina
  43. Cara Paola,ho già visto i tuoi bellissimi, elegantissimi, raffinatissimi lavori sugli album di virgilio.Anch'io lavoro un poco la pasta di zucchero, vorrei chiederti cortesemente, se vuoi dirmi quale stampino utilizzi per fare i fiorellini,quelli in primo piano nella foto in alto con i petali leggermente appuntiti, li trovo molto delicati.
    Grazie Alessia.

    RispondiElimina
  44. Che meraviglia!!! Stupendi questi vasetti colorati.

    RispondiElimina
  45. Bravissima!
    Dann/www.cucinaamoremio.com

    RispondiElimina
  46. Ciao Paola, sei bravissima!! Appena ho visto questi vasetti me ne sono subito innamorata ed ho provato a realizzarli, ma con scarso successo purtroppo..Posso chiederti qualche consiglio? Ho utilizzato stampini da babà sia piccoli che più grandi, infornati a 100°con lo sportello leggermente aperto, posti su carta forno e su un cartone per isolarli dalla teglia come indicato da te..passata quasi un'ora non erano ancora asciutti, hanno iniziato a perdere acqua dalla base (quella che era a contatto con la teglia) e si sono sgretolati completamente. Premetto che dopo una decina di minuti ho provato a sfornarli e a scavare internamente quelli più grandi, ma mi si spaccavano e quindi li ho rimessi in forno...secondo te dove ho sbagliato? Grazie in anticipo per l'attenzione e ancora complimenti!

    RispondiElimina
  47. JAN,
    Non ho ben capito se hai infornato i vasetti con tutto lo stampo....vanno prima sformati e poi passati in forno. Dieci minuti sono sufficienti per dare un po' di consistenza alla parte esterna del vasetto.Una volta tolti dal forno, vanno svuotati con estrema delicatezza, altrimenti si sbriciolano. Di solito è bene usare un coltellino a punta arrotondata e lasciare uno spessore di 4-5 mm di parete.
    Cuocere di più significa far fondere lo zucchero e quindi sciogliere la forma. Lo zucchero deve solo asciugare in forno e non cuocere. Puoi anche lasciare all'aria: il processo è solamente più lungo. Importante è scavare con delicatezza. Se il vasetto è piccolino puoi anche evitare di scavarlo e utilizzarlo pieno.

    RispondiElimina
  48. Grazie per la tua tempestività, li ho prima sformati e poi infornati, dopo 10 minuti li ho tirati fuori e ho provato a svuotarli (i più grandi), molto delicatamente, ma anche il minimo movimento faceva crepare le pareti esterne..io credo che la parte esterna non si fosse asciugata a sufficienza..o forse dovevano raffreddarsi e quindi assestarsi un pò prima di scavarli?
    Grazie ancora, Ilaria

    RispondiElimina
  49. ma sono stupendi ,pensa che anch'io ho fatto i cuoricini di zucchero che ancora devo postare, ma l'ho fatti asciugare per 2 giorni, non sapevo che li potevo mettere nel forno....
    Bravissima e grazie
    baci

    RispondiElimina
  50. Peccato averli visti solo ora, sarebbero stati perfetti per il pranzo di domani.. Li terrò presenti però per il pranzo di Pasqua. Sono bellissimi :)

    RispondiElimina
  51. Seguo questo fantastico blog da un paio di mesi, e solo ora mi rendo conto che il blog è gestito da 3 persone, tra le quali l'autrice di questo post, della quale tanto ammiravo le creazioni su flickr. Sono rimasta incantata da questi vasetti allora, e rimango tutt'ora incantata davanti alla delicatezza dei fiori, e la maestria nella composizione. Un motivo in più per venire a sbirciare sempre più spesso qui :-)

    RispondiElimina
  52. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  53. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  54. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  55. Bellissimiiiiii!!!! Complimentissimi!!
    ^_^

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...