mercoledì 1 dicembre 2010

La merenda dei bimbi e la casetta di biscotto....ma anche no!

Qualche tempo fa, in un altro contesto, avevo avuto modo di notare come Csaba, nelle sue innumerovoli puntate, aveva trattato sempre gli stessi argomenti (cena a due romantica, pic-nic, tè con le amiche...) più e più volte, trascurandone del tutto altri, come quello appunto della festicciola per bambini.
Finalmente Csaba affronta questo evento e lo fa calandolo all’interno delle festività natalizie. Quale momento migliore per invitare i compagni dell’asilo o delle elementari, se non quello delle vacanze di Natale? Mentre le mamme discorrono fra loro, i bimbi giocano e poi si riuniscono intorno alla tavola apparecchiata proprio per loro, per una merenda all’insegna della gioia e della spensieratezza.


DSCF0097



Iniziamo subito passando in cucina, dove Csaba prepara una casetta di pan di zenzero che nell’immaginario infantile assume il valore di un oggetto fantastico e desiderabile. Su questa scelta mi trovo pienamente d’accordo, mi sono sempre piaciute, le ho desiderate tanto da bambina ed ora che sono, ehm....cresciuta, le realizzo di tutti i colori, con grande passione e divertimento.
Ma vediamo come Csaba ci consiglia di procedere. Prima di tutto bisogna procurarsi uno stampo di silicone in cui sono stampate le varie parti della casetta, poi procedere con l’impasto di pan di zenzero. La ricetta le è stata data dallo chef pasticciere Luca Montersino che Csaba arditamente definisce suo collega. Non ci dice le dosi, ma solo gli ingredienti che impasta come una frolla, utilizzando il Kitchen Aid: burro e zuccheri (di canna e bianco) ben montati, poi le spezie, cannella e zenzero, infine poco latte e la farina setacciata con il lievito. Pronto l’impasto, Csaba cerca di impastarlo un poco sul piano di lavoro e poi comincia a riempire le cavità dello stampo.




DSCF0104

Inizia prima posizionando una porzione di pasta piuttosto abbondante su una delle cavità e poi con i polpastrelli cerca di colmare tutto lo spazio . Si aiuta poi con il matterello, per premere e spianare bene, ma si capisce subito che l’impasto è troppo e per toglierlo Csaba utilizza un coltello. Alla fine la pasta deborda oltre lo spessore dello stampo, ma Csaba non se ne preoccupa più di tanto. Per le successive cavità, decide di adottare un’altra tecnica, ossia quella di stendere la pasta con il mattarello sul piano di lavoro e poi di posizionarla nelle cavità.....Peccato però che la pasta la stenda troppo sottilmente e che una volta posizionata nelle cavità queste non risultano essere ben piene. Comunque sia, la scena successiva mostra Csaba che inforna gli stampi riempiti e con lena si appresta a preparare la ghiaccia reale (che lei chiama glassa) con albume e zucchero a velo per poi colorarla di azzurro e rosa. Cotte le parti della casetta arriva il momento del montaggio e Csaba è visibilmente emozionata!!!!
Mette le varie ghiacce in tre tasche di plastica che però non dota di bocchetta, ma taglia direttamente in punta. Mette quindi parecchia ghiaccia bianca sui bordi dei vari pezzi e parte a sistemare le quattro pareti. La ghiaccia è molta e fuoriesce dalle giunture, ma Csaba non pare farci troppo caso.






DSCF0106




Passa poi a decorare le finestre delle pareti utilizzando la ghiaccia azzurra, e qui commette un errore piuttosto grave. Le pareti vanno decorate prima del montaggio, non dopo e questo per due motivi: primo, perchè è molto più facile decorare con le tasche in posizione orizzontale e secondo perchè in verticale il decoro tende inevitabilmente a scolare verso il basso, per le note leggi della gravità. Fatti i decori, Csaba monta il tetto, lo rifinisce con qualche altro decoro e la casetta è pronta. Merry Christmas!!!



DSCF0107


Csaba con un grande cesto fra le mani ci raggiunge in sala per terminare di apparecchiare la tavola. Qui è un tripudio di candele, di luci, di scintillii....Come giustamente ha notato mia figlia, Csaba è vestita da mamma, con un maglione jacquard e dei semplici Jeans.


DSCF0101


Ci assicura che per organizzare al meglio la merenda bisogna apparecchiare la tavola come per gli adulti, con piatti, bicchieri, tazze, posate, da “grandi”. Questo fa sentire importante il bambino e lo abitua fin dalla più tenera età alle buone abitudini. La Signora del bon ton ci tranquillizza sul fatto che non dobbiamo comperare apposta un corredo di piatti adatti all’occasione, ma che basta giocare sui colori. Sarà come dice lei, però sulla tavola ella dispone dei piatti e delle tazze che per dimensione e decoro sono specificatamente realizzate per i più piccini, anche se poi posate e bicchieri sono del tutto “normali”.


DSCF0099




Partendo da colore dominante delle tazzine e dei piatti, Csaba gioca tutto sul colore azzurro-verde mare abbinato ai toni del rosso e del marrone. La tovaglia è di un colore neutro, grigio marrone, su di essa sono poste quattro tovagliette americane in tessuto azzurro-verde mare, con i relativi tovaglioli. I quattro plassé sono delimitati da altrettanti sottopiatti in rattan marrone scuro, su sui sono appoggiati i piatti e le tazzine da caffè con il loro relativo piattino. Le posate sono in acciaio, con manico in legno ed i bicchieri sono dei semplici tumbler in vetro.


DSCF0095




Il resto della tavola è occupato da una miriade di piccoli oggetti: alzatina in vetro con delle piccole pigne sopra, orsacchiotto di peluche, stelle e coroncine di campanellini argentati che saranno dei piccoli doni per gli ospiti, candele azzurre (che Csaba accende in diretta),piccoli decori, porta candele dai vari disegni naif.


DSCF0102




A colmare i piccoli spazi vuoti ancora rimasti ci pensa Csaba, con delle piccole caramelle di zucchero a forma di cuore dai delicati colori pastello...Due delle quattro sedie in stile, sono già occupate da due grandi pupazzi di pezza che idealmente già si apprestano alla merenda.
L' ultimo suggerimento di Csaba verte su cosa offrire ai piccoli invitati : acqua, succhi di frutta, tè o cioccolata calda, biscotti di pasta frolla e se vogliamo una torta fatta in casa. Ultimissima cosa sono le canzoncine di Natale che dovranno accompagnare la festa dei nostri piccini....E sulle note di queste ultime, Csaba ci saluta e ci augura (ancora), Merry Christma !!


DSCF0096





Aspetto il vostro parere su questa tavola, soprattutto dalle mamme di bimbi sui cinque sei anni a cui Csaba fa riferimento. Io ormai ho ragazze adolescenti e per quanto siano passati solo dieci anni, già non ricordo più come erano le mie bimbe a quell'età. Pensate che questa tavola sia gestibile durante una festicciola tra piccini? E tutte quelle candele accese, fra consolle e tavola?
A voi la parola!


Paola
PS:Una doverosa premessa QUI e la prima puntata Qui

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.


18 commenti:

  1. Grazie per il resconto della puntata di Csaba :D
    La ricetta della Casetta di Pandizenzero di Montersino se non sbaglio è sul numero della rivista Alice di dicembre ;)

    RispondiElimina
  2. bah...io credo che i bambini siano molto più semplici e spontanei di tutto questo bendiddio su tavolo consolle ecc ecc !!
    e per fortuna non farebbero nemmeno caso alle colate laviche che hanno assalito questa casetta, a loro piacerebbe comunque!!
    imparassimo un pò da loro!

    RispondiElimina
  3. Grazie Paola! La casetta è uno SPETTACOLO!ahahahahah..... Le candele con i bimbi di 5-6 anno, le trovo pericolosissime!O_O

    RispondiElimina
  4. Sono d'accordo con Ornella, per il resto io ho dato a mia figlia piatti bicchieri coltelli "veri" fin da subito" ma ci sono coetanei che usano solo coperti di plastica.....insomma dipende da chi si invita..

    RispondiElimina
  5. Ho una bimba di 5 anni e presto farà il compleanno...sicuramente adorerebbe la casetta ma per il resto devo dire che le prime richieste da parte sua sono state pallocini e tutto rosa...trovo che l'allestimento farebbe sicuramente più colpo sulle mamme dei bimbi che sui bimbi stessi...per di più i miei riescono a versare sistematicamente l'acqua o le bibite a tavola e se posso trovo le candele pericolose e tutto il set in ceramica a rischio...è un classico dei bimbi di quest'età andare su di giri quando sono tutti insieme!!!!Bacio!

    RispondiElimina
  6. beh, i miei son già grandini (9 e 14) ma vi assicuro che in anni e anni di feste in cui io mi adoperavo a mettere le tovaglie e tutto il resto abbinato (ovviamente e rigorosamente di carta usa e getta) a loro non gliene è mai fregato assolutamente un piffero!! con il passare degli anni me ne sono resa conto e ho badato molto di più ai giochi da organizzare per farli divertire che a tutto il resto!
    per la ceramica e il resto? qui, nonostante l'età si continua a versare acqua o simili quasi ad ogni pasto!! figuriamoci con una tavola così!!!
    e per finire... vorrei saper a quale bambino piace rimanere seduto a tavola! io non ne ho mai conosciuto nessuno, ci si fermano il tempo strettamente necessario e poi corrono a giocare (per fortuna loro, nella maggior parte dei casi, mangiano ancora per nutrirsi e non per altro!)ciao a tutti!!

    RispondiElimina
  7. E' vero che ai bimbi piace sentirsi grandi e importanti con il loro posto a tavola, ma è anche vero che la magia dura pochissimo e in men che non si dica qualche tazzina arriverà sul pavimento.

    RispondiElimina
  8. Ragazze, che dire? Condivido ogni vostro pensiero. Candele assolutamente da evitare,troppi ninnoli sulla tavola inutili,difficoltà di tenere seduti dei bambini a tavola che preferiscono giocare piuttosto che mangiare. Forse, come detto da Ambra e K@tia, la tavola farebbe più colpo sulle mamme che sui bambini a cui tutto ciò non interessa.
    Penso che la tavola allestita da Csaba, più che dare una idea a noi mamme su come muoverci, sia servita come "bancone" dove far sfilare gli oggetti in vendita nel suo negozio di Milano. Un modo elegante di fare quella che una volta si chiamava "pubblicità occulta"....E' fin troppo evidente notare come la tavola sia uguale a molte di quelle che vediamo in esposizione in alcuni negozi o grandi magazzini.
    La stessa Csaba, con l'eleganza e il savoir faire che la caratterizza, ad un certo punto accende altri due grossi ceri azzurri che, guarda caso, ancora hanno la fascetta di carta con la scritta della catena di cui lei ha un punto vendita....La telecamera è svelta ad inquadrare il particolare che risulta ben leggibile a tutti i telespettatori.
    Insomma, mi sembra tutto piuttosto chiaro!!!
    In cucina forse lo sponsor potrebbe essere la nota casa di stampi in silicone....

    RispondiElimina
  9. ...mi piacciono soprattutto i sottopiatti in...legno intrecciato mi sembra???
    li vedo già....sporchi di qualsiasi cosa...!!!
    e da pulire poi???si buttano dai!!hihih
    no,no.. non rispecchia la mia idea di merenda per bambini:)troppo elaborata!!!
    ...credo comunque che sia giusto "allestire una festicciola o un compleanno se si vuole "creare un'atmosfera particolare...magica..perchè non credo che i bimbi non se accorgano..anzi.!!..e penso che sia anche giusto fargli vedere anche "altre cose"...(non solo palloncini e truccabimbi per spiegarmi...)
    scusate..ho lasciato anche il mio pensiero...
    bello questo tuo blog...
    tornerò con un po' più di tempo per leggere qualche ricettina!!
    manu

    RispondiElimina
  10. scusate ma la casetta la trovo un vero obrobrio, roba da dilettanti alle prime armi, poteva metterci un pochino più di impegno... per la tavola che dire? confermo quanto già detto, andava bene per una tavolata di adulti, ci sono tante belle vettovaglie in plastica che si prestano benissimo per una festicciola... mah, mi perplimo, posso?

    RispondiElimina
  11. ahahah! mi immagino quei meravigliosi piatti finire a terra in mille pezzi e i sottopiatti intrecciati fare una bella fiammata con le 2000 candeline rovesciate!!!
    Ma questa dove vive? dentro le riviste patinate?!? poveri i suoi figli!

    RispondiElimina
  12. I sottopiatti in rattan li trovo assolutamente inadatti per tutto quello che avete notato anche voi. Sui piatti di porcellana penso che si può anche tentare, ma certamente per una festa dove gli invitati sono al massimo tre come nella trasmissione (il che è un po' raro, si invitano più amichetti).
    Sulla casetta direi che certamente è la prima volta che Csaba ne realizza una, ma al di là di questo poteva impegnarsi un po' di più. Così non fa una buona pubblicità: nè a se stessa,dato che si è definita collega dello chef pasticciere Montersino, nè allo stampo in silicone (che a mio parere non serve a nulla). Ma probabilmente non è il risultato quello che interessa a Csaba.Non vi pare?

    RispondiElimina
  13. Sara' che io ho due belve che si preoccupano piu' della sostanza che del contorno, quindi baderebbero alla merenda piu' che all'allestimento, non mi sognerei mai comunque di preparare una tavola tanto pomposa per una merenda per bambini! I bambini hanno bisogno di praticita'... che se poi succede che gli cade una tazzina e scoppia un pianto inconsolabile e' finito il divertimento!
    Idem come per Cristina...la casetta non si puo' vedere!!!!
    Grazie del resoconto Paola!!!

    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  14. Cara Paola,
    ti leggevo sul forum di CucinaIt e sono contentissima di aver ritrovato le tue meraviglie culinarie (son due giorni che piango sulle foto della casetta), e anche le tue deliziose cronache dal dorato mondo di Csaba.
    Venendo a questa puntata in particolare, non commento la casetta perché a me potrebbe solo venire peggio: io, però, non conduco un programma di cucina… Quanto al resto, condivido l’opinione di chi ritiene quantomeno improbabile che dei bambini piccoli – per quanto beneducati - se ne stiano tutti compiti a tavola a sorseggiare tè a lume di candela. La “mise en place”, poi, è deliziosa ma improponibile nel mondo reale: l’apparecchiatura multistrato, con tovaglia, tovagliette all’americana, sottopiatti, piattini e tazzine sembra la versione da tavola della principessa sul pisello! Giustissimo abituarsi fin da piccoli alle cose belle, ma questa non è una tavola, è – come notavi – un catalogo pubblicitario.
    Infine, una confessione: la ricetta della pasta Luca Montersino l’ha passata anche a me! Del resto lo fa con chiunque acquisti quello stampo in silicone, dato che è compresa nelle istruzioni d’uso.
    ciao
    Bianca67

    Ps A quando le prossime puntate? Non si può non commentare il centrotavola di pelliccia!!!

    RispondiElimina
  15. Ciao Bianca, la puntata della tavola impellicciata è in home page... ;))
    Paola, l'ha pubblicata poco fa. Grazie, a presto!

    RispondiElimina
  16. Ciao Bianca, gira che ti rigira ci si ritrova sempre in un modo o nell'altro.
    Il magico mondo di Csaba è un po' lo specchio dei nostri tempi: far passare un qualcosa per quello che non è. Ammetto che non è cosa da poco e ci vuole una certa arte, ma penso che a lungo andare alla fine tutto si rende palese.
    Comunque piano piano passiamo in rassegna tutte le puntate e vediamo cosa scopriamo di nuovo. Al solito mai ci dobbiamo fermare alle apparenze.
    Grazie per tutto.
    P.S.
    Mi pareva strano che Csaba avesse parlato con Montersino....Se lo aveva fatto, forse avrebbe realizzato in maniera migliore la casetta!!!

    RispondiElimina
  17. Questa puntata me la sono persa, quindi apprezzo maggiormente il post. Una casetta di pan di zenzero.... ci provai anni fa, prima dell'era del silicone in cucina. Giusto in tempo per scoprire che a nessuno dei miei 3 figli piaceva. Ma finì a pezzi lo stesso. Se con i miei 3 simpatici maschietti avessi preparato la tavola in quel modo, come minimo avrei rischiato un incendio e la fine dell'amicizia con le loro madri. Son d'accordo che è giusto abituarli fin da piccoli a usare le cose belle, ma nel contesto giusto. E poi pensiamo anche alle mamme normali. Volete mettere la comodità, alla fine della festa, di sparecchiare e buttare tutto? Ma nel magico mondo di Csaba si usano cristalli, porcellane e argenteria anche nei pic nic sul prato. E non dimentichiamo, assolutamente mai, i tovaglioli di lino. Buone merende a tutte Fernanda

    RispondiElimina
  18. Fernanda, per fortuna le mamme normali non vivono nel mondo di Csaba...

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...