venerdì 10 dicembre 2010

Bocconcini di vitello alla genovese

La ricetta è di quelle che  si prepara a casa mia da generazioni...
Ho sempre pensato che fosse una semplificazione della più nota "Genovese" di origine napoletana, portata nella nostra famiglia da qualche zia parte-nopea e parte-pugliese! :D
In verità ho scoperto da poco, che la mia versione composta solo  di 4 ingredienti (carne, cipolla, vino rosso e olio) è tipicamente pugliese e più precisamente della zona foggiana. Almeno così sostiene la mia amica  Tina, un'autentica enciclopedia vivente della cucina pugliese e non solo.
Mi spiega infatti, con dovizia di particolari, che la cucina pugliese, pur avendo molti aspetti in comune con quella napoletana e siciliana - le origini sono le stesse - se ne discosta per certi versi, perché semplifica i procedimenti e sottrae ingredienti non indispensabili, puntando ad un risultato che mantenga  inalterati i sapori, guadagnandone in leggerezza.
Uhm, molto interessante la sua teoria, mi piace... Tina non ci mette molto a convincermi della sua tesi: concordo in toto! ;)
Senza dilungarmi oltre, la Genovese-Pugliese mi è sembrata  la ricetta ideale per imbastirci intorno un menù senza glutine; ricetta che  ho semplificato ulteriomente, giacché ho utilizzato bocconcini di vitello, piuttosto che il consueto "bel tocco" di manzo. Se poi consideriamo che i bocconcini possono essere accompagnati da un piatto di riso bollito, condito semplicemente con un cucchiaio di panna fresca e parmigiano grattugiato (io lo adoro!),  trasformandosi così in un gustosissimo piatto unico, ditemi se  sbaglio a considerarla la ricetta giusta per una  gustosa cena gluten free.

 Allora, riepilogando...
Il mio menù gluten free per Simonetta,  tutto giocato sui sapori decisi lievemente allegeriti e sul contrasto visivo tra i toni chiari e  scuri - si sa, anche l'occhio vuole la sua parte -  è composto da:

Menù gluten free










un piatto unico di riso bollito condito con panna e parmigiano accompagnato dai Bocconcini di vitello alla genovese;





per finire in leggerezza con  le Mini Pavlova  alla panna e mirtilli.
(n.b. sostituire la frumina con la fecola di patate oppure ometterla del tutto)




Bocconcini di vitello alla Genovese


MAH28

Ingredienti:


  • 1-1,5 kg di cipolla dorata
  • 500 gr di bocconcini di vitello
  • vino rosso q.b.
  • olio q.b.
  • sale q.b.



Generalmente per questa preparazione bisognerebbe usare la cipolla fresca (bianca). Quando non è di stagione, uso solitamente la cipolla dorata che dà un ottimo risultato a patto che "scarichi" buona parte dell'acidità, tenendola a bagno (già pulita, ma non tagliata) per una notte intera.
Dopo aver tagliato a fette sottilissime la cipolla con la mandolina, la metto a stufare, a calore moderato con il solo olio, avendo l'accortezza di mescolare di tanto in tanto. Quando la cipolla si è ridotta di volume e comincia a prendere un bel colore solo leggermente dorato, aggiungo la carne. Lascio che i bocconcini si rosolino appena appena, aggiusto di sale e comincio a tirare il ragù con il vino rosso, aggiungendone a poco a poco e lasciandolo evaporare.
Tutta la cottura va fatta a fuoco lento, mescolando spesso con un cucchiaio di legno. Certo, sarà molto più  rapida della consueta "genovese-napoletana", ma non bisognerà perderla di vista. Insomma, non è un piatto che si cucina da sè. ;)
 A fine cottura la cipolla avrà una consistenza quasi cremosa; i bocconcini dovranno essere tenerissimi; il colore sarà bruno, sia per la cottura che per il vino rosso.




    
              Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

11 commenti:

  1. Mmmm che buono questo menu'! Io ho assaggiato solo la genovese parte-nopea :-D e mi e' strapiaciuta... ma i bocconcini di vitello mi intrigano parecchio!
    Grande Ornellina!
    Un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  2. Grazie, Paoletta!!!! Un grande bacio a te ed alle tue "belvette"!;))

    RispondiElimina
  3. Ci sembra che questa carne assuma un sapore molto forte e gustoso! dei semplici bocconicini, arricchiti davvero con classe!
    baci baci

    RispondiElimina
  4. Mmmmmmm!! Non male il tuo menù e i bocconcini di vitello. Alla genovese non lo sapevo mica!!.. Chiederò alla socerina! :D Baciiiiii :D

    RispondiElimina
  5. buon piatto...la semplcità dà sempre grandi risultati: la provo con qualche variante...

    RispondiElimina
  6. La genovese è fra le cose che preferisco, uno dei pochi modi in cui adora la cipolla...Il menù poi mi pare splendido...

    RispondiElimina
  7. Che buono....da noi si accompagnerebbe con una polentina morbida......

    RispondiElimina
  8. Ornella.!!!!!!!....................ma tu sai cosa puó di ventare questo piatto con la carne argentina?..
    Il menú é meraviglioso, giocato anche sui colori !!
    Grazie grazie grazie e ancora grazie..sono commossa e emozionata.
    Come il sempre la tavola porta con se non solo sapori ma anche emozioni. Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. @A tutti come sempre grazoe mille
    @Matteo, mi piacerebbe conoscere le tue varianti:)
    @Simonetta,non potevo non partecipare:è una bella sfida!
    Grazie a te per avermi stimolato a creare questi abbinamenti. Un baciooo.....

    RispondiElimina
  10. ottimo menu e bel piatto questo dei bocconcini di vitello, mi piace molto
    una piccola curiosità che tipo di vino rosso hai usato? grazie :)

    RispondiElimina
  11. Gio, non capisco molto di vini... La mia cavia (mio marito) mi ha fatto usare un ottimo Negramato del Salento. Grazie e buona serata!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...