giovedì 2 dicembre 2010

Ancora cuori, ma di zucchero

Il cuore è il simbolo dell’amore, della pace, dell’amicizia....Un simbolo che a Natale trova spazio, insieme alla stella, su decorazioni, tovaglie, cibo....Ed allora creiamo dei semplicissimi segnaposto o dei decori per l’albero a forma di cuore, utilizzando un materiale che tutti in casa abbiamo: lo zucchero!


Christmas sugar hearts

Il suo candore ben si addice all’atmosfera natalizia e con un po’ di pazienza, cercando di ritornare bambini, porteremo in tavola, o sull’albero o dove vogliamo, un tocco di gioia e di amore.
Procuriamoci una formina a forma di mezzo cuore. Io ne ho una della Wilton per realizzare dei bon-bon o dei cioccolatini, ma vanno bene anche quelle in plastica trasparente che si trovano nei negozi di obbistica. L’importante è che sia rigida, quelle in silicone non vanno bene. Se volete potrete scegliere altre forme, la stella o la sfera, ad esempio, cercando di non prenderle troppo grandi (max 5-6 cm).
Una volta a casa, prendiamo dello zucchero super fino e poniamolo in un grosso recipiente, spruzziamolo di acqua fredda e cominciamo subito a mescolarlo in modo che si bagni in maniera uniforme. Deve risultare umido come la sabbia, quando da bimbi facevamo i castelli e non bagnato in modo tale da disciogliersi. Per vedere se è ben bagnato, prenderne un po’ su una mano e stringere: se aprendo la mano lo zucchero rimane in foma, va bene. Se si sfalda, unire dell’acqua, se lascia la mano troppo sporca, unire dello zucchero.
A questo punto, memori dei nostri giochi d’infanzia, riempire la formina con lo zucchero, pressare bene, lisciare la superficie e sformare tutto su un tappetino in silicone posto su una lastra. Se il tappetino non ce lo avete, utilizzate un foglio di cartone (quello delle scatole da imballo) con della carta da forno stesa sopra.


Christmas placecard


Se lo zucchero è bagnato bene il cuore si staccherà subito dalla forma. Se invece rimane incollato alla forma, vuol dire che lo zucchero è troppo umido e va quindi aggiunto dello zucchero asciutto. Se viceversa il cuore sformato tende a sfaldarsi, vuol dire che lo zucchero è poco bagnato e quindi va unita poca acqua in più. In ogni caso lo spettro è ampio, per cui vedrete che al primo colpo verrà tutto benissimo.
Fatti i cuori che ci occorrono, li passiamo in forno per una decina di minuti a 90°-100°C, lasciando anche lo sportello appena sfessurato, in modo da far evaporare tutta l’umidità. Estraiamo i nostri cuori, li facciamo freddare, dopodiché sono pronti per essere accoppiati. Se li vogliamo appendere, inseriamo un piccolo nastrino ripiegato e poi con della ghiaccia reale incolliamo tutto, nastrino e mezzi cuori. Lasciamo asciugare bene ed il nostro cuore dolcissimo è pronto. Se vogliamo possiamo anche decorare una metà del cuore con della pasta di zucchero....basta qualche fiore nei toni del rosso o dell’oro e l’atmosfera natalizia è subito ricreata.

Amaryllis

La decorazione del cuore va fatta su una metà di esso, prima di montare l’altra metà. Anche per far aderire il decoro al cuore di zucchero, occorre un pochino di ghiaccia reale.
Inutile dire che questi cuori sono quasi eterni, si conservano per anni e possono essere riciclati anche negli anni a venire. Se li prepariamo per tempo, basta conservarli in un luogo asciutto e al riparo della luce.Vi garantisco che è divertentissimo e facile.....Dovete provare e non smetterete più!
Tips
  • Il cartone è necessario per la cottura in forno poichè isola lo zucchero dalla teglia rovente. A diretto contatto con essa lo zucchero tende a sciogliere o a caramellare. Il tappetino di silicone è certamente più pratico.
  • La formina deve essere ben asciutta e pulita; dopo ogni sformatura va di nuovo nettata dagli eventuali residui di zucchero
  • Le formine debbono essere piuttosto piccine per dar modo allo zucchero di asciugarsi perfettamente anche all’interno.
  • Se si vogliono realizzare pezzi più grandi è necessario fare una pre-cottura della forma per 7-8 minuti, quindi estrarla dal forno, scavarla internamente e ripassarla di nuovo in forno per qualche minuto.
  • Questa tecnica permette anche di inserire un piccolo dono all’interno del pezzo, una volta ricomposto.
White and gold
  • Una idea molto bella è anche quella di realizzare della semi sfere cave, piuttosto grandi, con dentro un piccolo dono e decorarle come vere palline di Natale, da donare ai nostri ospiti. Un po’ un uovo di...Natale!
  • Se il bianco non ci piace, o vogliamo differenziare i nostri cuori, possiamo sempre colorare lo zucchero con dei colori alimentari. Basta unire qualche goccia di colore all’acqua quando inumidiamo lo zucchero. Tenere presente però, che si possono ottenere solo dei colori pastello....




A presto,
Paola

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche.

22 commenti:

  1. sei bravissima, veramente meravigliosi!

    RispondiElimina
  2. bellissima idea..stupenda!! complimenti!! ilpomodorosso.blogspot.com

    RispondiElimina
  3. Sono letteralmente a bocca aperta..che finezza!
    MERAVIGLIOSI!

    RispondiElimina
  4. decorati sono veramente un incanto!!!bravissima!

    RispondiElimina
  5. Oh ma che dolci *_* In tutti i sensi :)

    RispondiElimina
  6. sono deliziosi..io non ne saro' mai capace!!!un abbraccio,de

    RispondiElimina
  7. ho sempre adorato le tue piccole decorazioni come quelle sui confetti e adesso anche queste sullo zucchero...

    RispondiElimina
  8. Ma quanto sono belli!!!!Mi piacciono tantissimo!!!Peccato che con la pasta di zucchero io sia una frana però anche con i confettini colorati direi che l'effetto è sorprendente!!!Smack!

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutte voi! Prima di tutto vi assicuro che a fare il cuoricino non ci vuole nulla. Tutte voi al mare avete giocato con il secchiello pieno di sabbia umida che una volta capovolto formava la "torta"....Beh, qui è la stessa cosa,invece della sabbia usiamo lo zucchero. Provateci e poi mi darete ragione.
    Se non ve la sentite di utilizzare la pasta di zucchero si possono decorare con dei confettini d'oro o d'argento, o semplicemente con un piccolo fiocco in raso da appoggiare all'estremità superiore.Saranno bellissimi ugualmente ovunque li metterete.
    Bacioni a tutti

    RispondiElimina
  10. Sono deliziosi, immagino che bella la tavola apparecchiata con questi piccoli gioiellini!!

    RispondiElimina
  11. Più che di zucchero sembrano di porcellana da quanto son belli! Precisi in ogni minimo dettaglio e perfetti! bellissimi questi segnaposto, dei veri bijoux! :-)

    RispondiElimina
  12. Eleganti,molto.Provero' a farli,faro' un figurone(se tutto andra' bene).Grazie,Lisa.

    RispondiElimina
  13. Ehilà, ero passata per fare un saluto estemporaneo ad Ornella, e vedo questa bella sorpresa!!!

    Bel consorzio, finalmente ti abbiamo fra i food bloggers, Paola.

    Non so come funziona, se anche Ornella ci legge all'invio dei messaggi, voglio dire.
    Un saluto a tutte e due, anzi tre con Simona.

    Baci

    Rosy

    RispondiElimina
  14. ma come fai? io non saprei da che parte incominciare! bellissimi!!!
    sei un'artista!

    RispondiElimina
  15. Brava,complimenti!www.nonsolospighedigrano.org

    RispondiElimina
  16. @A tutte un saluto veloce...
    @Rosy, sissì ti leggiamo.. un bacio!

    RispondiElimina
  17. Cara Paola,siccome sono alle prime armi,ti faccio una domanda forse sciocca.Ma a cosa serve questa tecnica per far indurire così tanto lo zucchero?Io sono abituata a vedere le torte ricoperte di pdz che poi si mangia,in questo modo si fa un pò più fatica.Il suo utilizzo è impegato forse per fare piccole bomboniere?E poi un'ultima cosa,come mai ci si mette l'olio nella pasta di zucchero?la glicerina non è già abbastanza?

    RispondiElimina
  18. Cara Paola,siccome sono alle prime armi,ti faccio una domanda forse sciocca.Ma a cosa serve questa tecnica per far indurire così tanto lo zucchero?Io sono abituata a vedere le torte ricoperte di pdz che poi si mangia,in questo modo si fa un pò più fatica.Il suo utilizzo è impegato forse per fare piccole bomboniere?E poi un'ultima cosa,come mai ci si mette l'olio nella pasta di zucchero?la glicerina non è già abbastanza?

    RispondiElimina
  19. La tecnica dello zucchero pressato viene utilizzata per realizzare dei piccoli oggetti, molto solidi e di lunga durata....Di solito si utilizzano per bomboniere, o per oggetti decorativi.
    La pasta di zucchero ha altri impieghi completamente differenti da quelli dello zucchero pressato.
    La glicerina nella pasta di zucchero ha la funzione di farla rimanera umida più a lungo, l'olio quella di renderla morbida e malleabile.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...