giovedì 26 agosto 2010

Pummidori skattarisciàti

A scanso di equivoci ve lo dico subito....
Questa non è un'altra ricetta teteska ti Cermania, non temete: è un piatto che parla pugliese, anzi più precisamente salentino!!!!!! :)))))
Quanti di voi sono già stati in vacanza in Puglia quest'anno? Pare tantissimi, graziaddio!
Spero abbiate scoperto una Regione che non è solo sinonimo di orecchiette e cime di rapa; pizzica e taranta; tarallucci e vino; trulli e sagre paesane; Lino Banfi, Niky, e Caparezza! 
Mi auguro che abbiate visitato centri storici, musei, pinacoteche,  castelli, masserie fortificate, ipogei e grotte; che siate stati rapiti dalla affascinante armonia  del Romanico e del Barocco che coesistono insieme da secoli; che abbiate apprezzato la nostra eno-gastronomia di eccelenza in tutte le sue moltepici forme.




Pummidori skattarisciàti




Dite la verità, quante friselle  e pomodori vi siete portati a casa? Avete raccolto i capperi che crescono spontanei lungo i sentieri che portano al mare? E almeno una bottiglia del nostro profumatissimo olio extravergine l'avete comprata? Beh, se non sapete come mettere insieme tutte queste meraviglie della natura, se volete sentirvi ancora in vacanza, se lu sule, lu mare, lu jento dellu Salento, vi hanno colpito al cuore e avete ancora in mente la luce, i colori, i profumi della Puglia, preparatevi un "ricchissimo" piatto di Pummidori skattarisciàti.

Pummidori skattarisciàti
  
LOGO 1


Ingredienti per un piatto:
  • 10-15 pomodori a grappolo (o quelli che vi pare)
  • 5 cucchiai di olio extravergie pugliese
  • 1 manciata di capperi sotto sale
  • 1 manciata di foglie di basilico
  • 1 spicchio di aglio (facoltativo)
  • sale q. b.

Lavate ed asciugate perfettamente i pomodori e non li tagliate, devono rimanere integri: scoppieranno da soli nell'olio caldo (da qui il nome) .
In un pentolino dai bordi alti, mettete a scaldare l'olio fino al punto di fumo, calateci dentro i pomodori e coprite subito con un coperchio. Fate cuocere per circa 10 minuti a fuoco vivo, poi mescolate, abbassate un pochino la fiamma ed aggiungeteci i capperi, opportunamente sciacquati, il basilico e lo spicchio di aglio.  Procedete alla cottura  sempre a pentola coperta, controllando che l'aglio non bruci e rimestando di tanto in tanto. Dopo circa un quarto d'ora aggiustate di sale, fate insaporire per  altri 5 minuti, togliete l'aglio e spegnete il fornello.
 Se volete mangiare i Pomodori skattirisciati con le friselline (o con fette di pane raffermo), mettete le frise in un piatto, senza bagnarle e ricopritele di pomodori ancora caldi. Lasciate intiepidire e gustate!
Oltre ad essere un buon piatto unico della tradizione contadina pugliese, questo può essere un ottimo condimento  per la pasta (spaghetti, orecchiette, friscidde, stracinati) oppure un semplice contorno per piatti di pesce o di carne.

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 

29 commenti:

  1. ho avuto modo di mangiarli anni fa in Puglia, erano divini!Rifatti a casa non avevano gli stessi sapori e profumi ma si sa che in vacanza è tutto diverso...Ritenterò comunque perche ne vale la pena, bellissima ricetta!

    RispondiElimina
  2. Ecco, lo sapevo. Io che mi tengo le cipolle di acquaviva come una specie di reliquia (sto testando ricette nuove) e che sono in piena depressione per la mancanza del Salento apro fb e cosa trovo? Un capolavoro di colori e di sapori. Ma allora ditelo, allora :)
    Un abbraccione fortisssssimo!

    RispondiElimina
  3. Passo spesso da questo bellissimo blog e ho sempre trovato tante ricette sfiziose......
    Ma i pummidori skattariscìati, sono la massima espressione della mia infanzia, sopratutto in inverno,di solito si usavano quelli invernali gialli....una bontà senza pari.
    Sono leccese, trapiantata a Bergamo e vi ringrazio per le emozioni che riuscite a trasmettere con le vostre ricette.
    Lorena

    RispondiElimina
  4. Lu rusciu de lu mare, Gallipoli, il meraviglioso barocco di Lecce, il primitivo di manduria, gli olivi sofferti, attimi di una vacanza fatta 9 anni fa...sigh...a ancora l'ho negli occhi la tua Puglia...e guarda la mia sorellina cosa ti ha combinato in salento...http://www.ponderosa.it/it/albums/17
    e questo...http://www.ponderosa.it/it/artists/113....se vuoi ti racconto meglio...
    Bando alle ciance e alla nostalgia: corro a comprare i pomodorini..Baci, Simo

    RispondiElimina
  5. io sono stata in salento anni fa e me ne sono innamorata. Non ho mai mangiato questi pomodori. Mi hai troppo incuriosita!

    RispondiElimina
  6. credevo fosse una brutta parola.....invece poi dalla foto vedo che è tutt'altro ^________^ ciauzzzzzz

    RispondiElimina
  7. Ellerinize sağlık. Çok leziz ve şifa dolu bir görüntüsü var.

    Saygılar.

    RispondiElimina
  8. Ciao Ornella, ho scoperto il tuo blog su facebook tramite Anice&Cannella e finalmente mi decido a scriverti!
    Questa ricetta mi fa venire l'acquolina in bocca... quando si parla di pomodori e sapori della tradizione mi ci fiondo nel piatto! :))

    RispondiElimina
  9. Non riuscirò mai a pronunciarne il nome, ma l'aspetto è semplicemente fenomenale :)

    RispondiElimina
  10. La foto parla da sola sulla bontà di questo piatto della tradizione... Noi in puglia purtroppo non siamo mai stati, ma a leggere il tuo post, se tutti sono simpatici come te, dovremmo prima o poi programmare un viaggio dalle tue parti...
    Complimenti un abbraccio...

    RispondiElimina
  11. Fatta quest'anno la Puglia in macchina...che esperienza,che luoghi,che colori,che profumi...che cucina!!!!

    RispondiElimina
  12. Ok ci sono i pomodori e c'è la puccia. Sei la mia ricetta cotta della settimana, devo riuscire a farla entro domenica a costo di farla come merenda =D Bravissima!

    RispondiElimina
  13. Che poesia!!! Una ricetta meravigliosa!
    Grazie Ornella, non li conoscevo.

    RispondiElimina
  14. questa ricetta è una scoperta , non sapevo ci fosse e qui c'è a chi piacciono le friselle per cui mi adopererò per provarla!

    RispondiElimina
  15. wow Ornella^;^ meglio,non potevi decantarla la nostra bellissima terra!!!sono felicissima anch'io ,che quest'anno ci sia stato il boom di turisti!!!evvai^-^deliziosi,questi pomodorini scattarisciati :))e questi sono davvero buoni,in ogni modo!!ah..conosci anche quelli che a Taranto,chiamiamo "anzerti"??felice giornata;0))

    RispondiElimina
  16. Mio marito ed io siamo andati in vacanza a Umbria l'anno scorso e devo dire che il cibo era spetacolare.

    Cmq la foto mi ha lasciata con l'acquolina in bocca! (adoro i pomodori)

    RispondiElimina
  17. Buoooooooooooooooniiiiiiiiiiiiiii!!!!!!!!!!! Ornè, verrei in Puglia solo per assaggiare la tua cucinaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  18. ciao ornella la puglia è meravigliosa ci sono stata varie volte e mi sono innamorata di questa terra di sole cultura e mare meraviglioso e questo piatto esprime in pieno tutto questo!!bacioni imma

    RispondiElimina
  19. @Chiara, hai ragione ;)
    @ Annamaria, hai fatto un bellissimo reportage dalla Puglia! :)
    @Odorica, ciaoooooooooo.... :)))

    RispondiElimina
  20. @Grazie mille, Lorena. Hai compreso benissimo lo spirito di Ammodomio! :)
    @Simonetta, voglio sapere tutto tutto :D
    @Alem, non ti resta che provarli! ;)

    RispondiElimina
  21. @ Astro, me fai morì! AHAHAHAH...
    @Fuat, grazie! Sono buonissimi! :P
    @Teri, grazie infinite! Ben arrivata su Ammodomio e grazie a Paoletta :))

    RispondiElimina
  22. @Azabel, non ci vrederai, ma è difficile anche per me! ;))
    @Marco, non ti resta che venire in Puglia a constatare di persona!!!! ;))
    @MMM Brave, bambine!!!!!!!

    RispondiElimina
  23. @Cey, fammi sapere! ;))
    @Tinuccia, sapevo che avresti apprezzato! ;)
    @Caty, non ti resta che dar fuoco ai fornelli :D

    RispondiElimina
  24. @Elisabetta, sono nata a Taranto... ho detto tutto!SMACK!!! ;))

    RispondiElimina
  25. @Blo, certo l'Umbria è stupenda, main Puglia c'è una luce particolatr e tantissimo da vedere anche se non molto valorizzato, purtroppo! :(
    @Kiarina, noi pugliesi siamo tutte brave cuoche, modestia a parte Ahahahah...
    @Imma, pure la Campania non scherza... Adoro Capri e la Costiera amalfitana! :)
    Un affettuosissimo saluto a tutti!!!!

    RispondiElimina
  26. Ciao carissima,appena rientro trovo una tua bellissima ricetta,come di solito non ci deludi mai.NOn sono mai stata nella tua Puglia,come la descrivi tu,fai venir voglia di rimettersi in viaggio;non si puo' mai sapere.Pero' i pummidori
    skattarisciati,li faro',per forza...ora che me li hai passati davanti agli occhi,eh!che ne dici?
    A parte tutto ,se permetti mia cara Maestra,mi fa piacere ritrovarti,ti abbraccio,Lisa.

    RispondiElimina
  27. Adooooovvvvooooo (con la R moscia che qui è semplicemente sinonimo del fatto che la mia acquolina sta salendo vertiginosamente!!!) amo i pomodori in tutte le salse, ma questi hanno non una, non due, ma un'intera serie di marce in più!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...