martedì 20 luglio 2010

Granita al limone come quella del bar (senza gelatiera)

Vabbè lo so, direte che sono impazzita...
Mi sono alzata all'alba per controllare, assaggiare - prima ancora di bere il caffè - ed infine fotografare la mia Granita al limone.


Ecché sarà mai?! Tutte 'ste storie per la solita granita al limone - direte voi....Ennò signori miei - mi dispiace - non sminuite troppo le mie fatiche: è una granita morbida morbida, come quelle del bar, fatta senza gelatiera! Non c'è bisogno di lasciarla sciogliere e di grattarla prima di riempirsene una bella coppa. Quando la calura incalza, basta aprire il freezer, prendere il contenitore e servirsene a volontà. Come l'ho fatta? Ehehehe...
Ho studiato e sperimentato, indossando i panni del piccolo chimico; tra anticongelanti e gelificanti, in mezzo a formule algebriche (mitico Bressanini) e sostanze chimiche, zuccheri invertiti e non, glucosio, destrosio, saccarosio, alcool, amidi e gelatine; mi si sono talmente confuse le idee che, come di consueto, ho fatto ammodomio! :DDDDDDD
Allo sciroppo di zucchero e limone ho aggiunto il miele e come per magia la granita è rimasta morbida anche dopo 2 giorni continui di freezer.
Sissì, il comunissimo miele, anzi proprio il più comune possibile, il meno aromatico e profumato che vi sia mai capitato di comprare, uno che non alteri il sapore della granita e che si possa aromatizzare facilmente con il limone stesso.
Ero in dubbio circa le proporzioni degli ingredienti ma alla fine mi sono lanciata: ho misurato tutto in cups (*) e mi è andata benone.



Ho scoperto dopo che erano più o meno le stesse proporzioni indicate da lei e quindi potete stare tranquilli: con la "pricipessina dei foodblogger" - lo sanno tutti - si va sul sicuro! ;))
Ciò non toglie, però, che se vi piace sperimentare, potrete modificare le quantità sia di zucchero che di miele; poi mi farete sapere che risultato avrete ottenuto. Aggiornerò così questo post con i vostri personalissimi esperimenti e le vostre impressioni in proposito. Che ne dite, volete giocare anche voi al piccolo chimico? Ci state? Chi comincia per primo?
Le uniche 2 condizioni essenziali sono:
1) usare un miele poco aromatico
2) attenersi scrupolosamente al procedimento




Granita al Limone (senza gelatiera)
Ingredienti:
  • 1 cup + 1/2 cup di acqua (375 ml)
  • 1 cup + 1/2 cup di zucchero (a occhio direi, gr 300-350, di meno e non di più! )(**)
  • 1 cup di succo di limone (250 ml)
  • 1 cucchiaio di miele poco aromatico (20 gr)
  • succo di mezzo limone
*1 Cup equivale ad una tazza da the che contenga 250 ml di liquido
**1 Cup di zucchero dovrebbe pesare circa 200 gr
Aiutooooooooooooooooo... ditemi se ho sbagliato!!!!!!! :DDDDDDD


Per prima cosa ho aromatizzato il miele. L'ho lasciato sciogliere a fuoco bassissimo ed ho aggiunto il succo di mezzo limone, uno spicchio di polpa e qualche zesta. Ho lasciato freddare ed ho conservato tutto in frigo.
Se è possibile, vi consiglio di fare questa operazione il giorno prima:il miele risulterà ben aromatizzato.
Per la granita, ho usato invece il procedimento consueto. Ho messo a scaldare l'acqua con lo zucchero e le zeste di limone (solo la parte gialla), ho portato a bollore e diminuendo il calore, ho lasciato addensare per pochi minuti, rimestando con un cucchiaio di legno. Ho filtrato il liquido con un colino ed ho aggiunto il miele aromatizzato, dopo aver filtrato anch'esso. Infine ho emulsionato bene tutti gli ingredienti, usando la frusta elettrica.
Ho messo il composto in un contenitore di plastica da 500 gr con il suo coperchio , ho lasciato in freezer per tutta la notte.
La mattina successiva ho avuto la sorpresa: la granita al limone era una vera e propria granita, morbida morbida, come quelle del bar!!!!!! Il sapore? Chevelodicoaffà: provate!!!!!!!!





P.S.: Ringrazio di cuore le amiche del forum de La Cucina Italiana che hanno supportato con le loro conoscenze tecniche e sopportato i miei esperimenti mooooooooooooooooooolto empirici . In particolare Maria, che ha subito sperimentato insieme a me e poi Ruli, Stefania O. Daniela, Paola L., Ofelia, Caterina, Rosemarie, Mariella...
Spero che vi siate divertite quanto me!!! :DDDDDD

Aggiornamenti
:

Come promesso aggiorno il post con alcuni dettagli che potrebbero compromettere la buona riuscita dell'esperimento.
1) Controllate la temperatura del vostro frezeer. Il mio non è mai al massimo, in genere regolo sempre il termostato ad una temperatura media.
2) Non rimestate la granita, specie quando è pronta. Quella rimasta nel contenitore, se pur morbida, diventerà a briciole più o meno grosse. Per riportarla allo stato ottimale dovrete lavorarla col cucchiaio oppure un attimo col mixer.


Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2011© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved

38 commenti:

  1. Ma te l’ha mai detto nessuno che sei una gran tentatrice e che con i giochi del piccolo chimico (sarà deformazione professionale che ne so!!!) mi inviti a nozze?
    Ora: ho in casa del miele di agrumi, che con una granita al limone secondo me è amore al primo sguardo; mi portano oggi il congelatore nuovo e non ho scuse di spazio: ci sta dentro tutta la granita che mi pare; quel bocciolo di zeste di limone è troppo birichino e non fa altro che sussurrare: dai dai dai e provala anche tu?
    Secondo te che faccio? PROVO....
    Un bacione ;)

    P.S. E’ stato il miele ad operare la magia della morbidezza. Funziona un po’ come lo zucchero invertito, ha abbassato il punto di congelamento della granita ed ha fatto sì che non giacciasse completamente ^_^ Forse sulla dose di miele non giocherei tanto!

    RispondiElimina
  2. ma che magia!!! Sono curiosissima, provo sicuramente. Secondo te funziona anche con la granita al caffè? Bacioni

    RispondiElimina
  3. Fede, avevo pensato di procurarmi il miele aromatizzato al limone... Poi, il caldo incalzante mi ha fatto desistere e me lo sono aromatizzato da me! ;)))
    Secondo me, il miele può essere diminuito un pochino:il risultato è abbastanza cremoso.Però, guarda, fatta così, non si indurisce assolutamente, non serve neppure mescolare di tanto in tanto!
    Aspetto con ansia....
    Un bacio!

    RispondiElimina
  4. Colombina, sarà il mio prossimo esperimento!!!!! :))))))

    RispondiElimina
  5. In effetti mi sono espressa male per il miele; diminuirlo un pochino magari sì, aumentarlo NO perchè se l'effetto è quello che ti ho detto si rischia che poi non geli proprio ;)
    Ora m'è entrata in testa come l'acqua calda...

    RispondiElimina
  6. Forte l'esperimento con il miele!!!...devo provare anche io!!!!! intanto ti faccio i complimenti per la tua...è bellissima nella presentazione!!! bacioni

    RispondiElimina
  7. Grazie per avermi citata, ma il merito è solo tuo. Ammiro, oltre la granita naturalmente,la tua grande passione per l'arte della cucina. Già, arte, non altro, come nel caso tuo.

    RispondiElimina
  8. Buonissima, fresca e dissetante!

    RispondiElimina
  9. ma che brava!! mia figlia è golosa di granite, pensi che si possa fare anche alla menta? la proverò senz'altro!! complimenti!

    RispondiElimina
  10. Adoro il limone, non ho la gelatiera, per cui devo assolutamente provare questa granita!

    RispondiElimina
  11. Ho un po' vergogna, ma quani dl è una cup?...

    RispondiElimina
  12. @Federica, è esattamente ciò che penso io!
    Sono certa che sperimenterai subitocon risultati eccellenti! :))
    @Luciama, grazie e bacioni! ;))
    @Maria, esagerata!!!!! grazie :))
    @Giulia, no no... dilettantesca!!!! ;))
    @Ciao zia Elle, Grazie!
    @

    RispondiElimina
  13. @nonnakia, non lo so...Prova,e facci sapere! ;))
    @IDHB, Prova e resterai stupefatta!
    @Stefania, una cup è pari a 250 ml di liquidi. Non ti vergognare:io lo so perché c'è scritto sopra! :DDDDDDDD

    RispondiElimina
  14. Io adoro la granita al limone, proverò sicuramente!! linda

    RispondiElimina
  15. Geniale...il miele ! Rifaro' di sicuro appena il clima e' meno fetente...da questo lato di mondo...

    RispondiElimina
  16. Come possiamo ringraziarti per questo consiglio, per questo trucco che riteniamo preziosissimo? Ci hai aperto un mondo, noi prepariamo spesso granite e il problema è che ghiacciano e quindi una volta tolte dal freezer dobbiamo aspettare per mangiarle...il miele..e chi lo immaginava che lasciasse il tutto cremoso?
    Un abbraccio e buona granita
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  17. La voglio fare...troppo bella! le dosi per quante persone sono? e, altra domandina, per la conversione delle cup in gr come faccio?

    RispondiElimina
  18. @Linda, fammi sapere, mi raccomando! :)
    @Simonetta, limone, zucchero, acqua e miele... è un dessert gluten free? ;)) un bacio!
    @Francesca, con queste quantità, riempi una vaschetta da gelato di circa 500 gr. Quindi regolati...
    Per la conversione in grammi delle cup, adesso aggiungo al post le dosi corrispondenti, che saranno comunque sempre "grosso modo". Non è indispensabile essere precisi al milligrammo, stai tranquilla! ;)))
    Se la provi, scrivimi le tue impressioni.

    RispondiElimina
  19. Secondo me una granita valida è tutt'altro che facile da preparare ma non solo a casa, pure al bar vedo sempre dei blocconi di ghiaccio -_- E poi tutti preparano sempre quella alla menta mentre quella al limone non se la fila nessuno ed è divina. Quindi bravissima =)

    RispondiElimina
  20. tutte le volte che tento di comprare una gelatiera penso a quasto blog e mi convinco che non ne ho bisogno...grazie!

    RispondiElimina
  21. @Cey, a noi piacciono moltissimo le granite al limone e quelle al caffè con panna! :PP
    @Greta, i produttori di "casciabbanchi" mi citeranno per danni!!! ;))) Qui trovi tutto senza... Anche dell'impastatrice si può fare a meno...
    :DDDDD

    RispondiElimina
  22. prima di tutto... ti suggerisco di partecipare a un certo contest... mi pare si chiami "un anno ammodomio". sarebbe una ricetta perfetta per il mese di agosto :-)

    bellissima la foto, la finezza della rosa al limone, e buonissima l'idea, che ti copierei anche adesso se non fossi già in pigiama!

    RispondiElimina
  23. Ornella, ti riscrivo una cosa che ti ho già detto tempo fa: sei un mito :-)

    Ma se invece del miele mettessi il glucosio come la vedi? avrebbe lo stesso effetto di mantenere la granita morbida, d'altronde si mette pure nei gelati per lo stesso motivo, e non corromperebbe il gusto, essendo in pratica solo zucchero...che ne dici?

    RispondiElimina
  24. @La Gaia :DDDDDDD
    @Stefania, certo il glucosio potrebbe andar bene, ma non so proprio dirti in quale proporzione,anzi Paola Lazzari dice che sarebbe meglio il destrosio. Io però non ci ho mai provato!

    RispondiElimina
  25. Buonaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa...la voglio anch'io...co' sto caldo!!!!Bravissima!!

    RispondiElimina
  26. E se ti dico che è diventata una droga ora che l'ho fatta...e rifatta...e rifatta...mi credi?
    Un baci8

    RispondiElimina
  27. Ciao Ornella, vi seguo da tantissimo (cucinait, forum di tina...) e oggi passando di qui ho visto questa bella ricetta. Una domanda, i 250 ml di succo di limone a che stadio vanno aggiunti? A bollire con l'acqua o dopo aver tolto lo sciroppo dal fuoco? Grazie!
    Beatrice

    RispondiElimina
  28. Bea, non me lo ricordavo più e mi sono riletta il post! Effettivamente non l'ho scritto ma, prima fai addensare lo sciroppo, poi lo filtri ed aggiungi il succo di limone. Almeno se non ricordo male ho proceduto così.
    Ciao e grazie

    RispondiElimina
  29. Immaginavo ma volevo essere certa. Proprio in questi giorni mio figlio mi chiedeva come fare la granita di limone e questa tua ricetta mi è capitata sotto gli occhi per caso. Complimenti per questo luogo delizioso che avete creato, sapevo che esisteva ma non so perchè non ci sono mai passata. Ma adesso rimedierò.. Grazie ancora

    RispondiElimina
  30. L'ho fatta, è in frezer,la prima della stagione.Sono venuta qui per una ripassatina

    RispondiElimina
  31. Maria, come è andata la con la "tiella" di patate , riso e cozze? Un abbraccio!

    RispondiElimina
  32. Ornella,posso dirlo? Eccezzionale!!!!Ho seguito le tue direttive,anche per il riso.Un profumo!non ti dico!Solo c'è un problema: mi hanno chiesto di rifarla (Ma la rifarò con piacere)

    RispondiElimina
  33. @Maria,come sono contenta!!!! Bravissima!!!!

    RispondiElimina
  34. Ornella come si fa a non restare ipnotizzati davanti a questa bontà? Anche io che sono a dieta posso mangiarla(pochina, però)...grazie !

    RispondiElimina
  35. Sono il peggiore dei cuochi su questo pianeta, però con la tua ricetta sono riuscito a fare ciò che mia madre e mia nonna (siciliane entrambe) non hanno mai saputo fare: la granita morbida come al bar. Ha funzionato alla grande e per chi si volesse cimentare, dico solo che potrebbe essere superfluo il procedimento di tenere insieme miele e limone per 24 ore.
    E' sufficiente usare il miele Ambrosoli (il miele più insulso che ci sia) e scioglierlo con un po' di limone, nel micro-onde o dentro a un tegame.
    Grazie!

    RispondiElimina
  36. Grazie a te, per il tuo commento!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...