mercoledì 12 maggio 2010

Il Pane

Avete presente i francesi che a Parigi se ne vanno orgogliosamente in giro con la loro baguette sotto il braccio? Beh, anche noi italiani del Sud siamo fieri del nostro Pane, specie di quello fatto in alcuni luoghi particolari come Altamura, Laterza, Matera, solo per citare i più noti.
I materani per esempio, se vanno a far visita ad un amico in un'altra città, non possono fare a meno di portare in dono il loro Pane meraviglioso. E' sempre un regalo graditissimo: quel Pane così particolare si trova solo a Matera! E' profumato, saporito, si mantiene morbido per giorni e giorni, basta avere l'accortezza di tagliarlo di volta in volte quando serve e di conservarlo in un sacchetto di stoffa.
Se non avete mai avuto la fortuna di assaggiarlo non potete capire di cosa parlo.
Perciò quando ho letto su
Facefood che noi, fortunati mortali, potremo partecipare anche ad un laboratorio sul Pane di Matera, ho fatto salti di gioia: conoscere i segreti di un panificatore del Consorzio del Pane di Matera non è certo cosa da poco!!!

Quindi, se non l'avete ancora fatto, prenotatevi subito per le "giornate di Facefood", vi assicuro che l'impresa vale la spesa!!!


P.S.:Ieri, presa dalla frenesia della"panettiera", mi sono messa ad impastare un po' di pane con la semola rimacinata di grano duro Senatore Cappelli, proprio quella di cui è fatto il Pane di Matera. E' venuto buonissimo, anche se il Lievito Madre io non ce l'ho, non ho ancora ceduto al suo fascino...
Chissà se dopo Facefood, non tornerò a casa con un "bimbo"(*) da accudire.... Mah?!^ ^

Se la mia socia fotografa trovasse il tempo per immortalare la mia produzione casalinga, vi potrei far ammirare che Pane morbido ed invitante ho sfornato. Per il momento, quello scampato alle voraci fauci del capo famiglia, lo metto in freezer aspettando tempi migliorì. Speriamo...
P.P.S.:La foto del Pane di Matera e della Semola rimacinata Senatore Cappelli sono tratte da QUI.
(*) Dicesi "Bimbo" una modica - si fà per dire - quantità di Pasta Madre che deve essere accudita e curata proprio come un bambino! ;))
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.

Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved

16 commenti:

  1. e la ricetta??
    Io ho un bimbo da accudire in frigo e sono in piena follia da impasto!

    RispondiElimina
  2. Ornella è stupendo complimenti Paolina

    RispondiElimina
  3. Bravissima! Fiocco di pane in arrivo allora!

    RispondiElimina
  4. Accidenti che risultato, cominciando a leggere credevo che ci mostrassi del pane acquistato...bravissima.

    RispondiElimina
  5. Ornella, io mi prenoterei volentieri!!! Non ho mai assaggiato il pane di Matera, solo quello di Altamura. Che buono.
    Un po' difficile metterlo sotto braccio (alla baguette), pero' .....

    RispondiElimina
  6. siiiii vogliamo la ricetta dai!!!!
    ha un aspetto invitantissimo, e sono in astinenza da pane da mesi, ma di questo me ne mangerei una forma intera!

    RispondiElimina
  7. hai ragione il lievito madre è come un bimbo da accudire..io non ce la posso fare!

    RispondiElimina
  8. @Alem, io ho impatato con il lievito di birra!
    @Paolì, quello della foto è di un forno di Matera, non è il mio! :))
    @ Babara, non ho ancora deciso... mi viene l'ansia al solo pensiero! ;)
    @ Federica, spero di mostrarvi il nio fra qualche giorno.
    @ Araba, infatti... non è il mio! :D
    @ Sara, sotto il braccio non va proprio:DDDDDDD
    Però ti assicuro che ben infiocchettato è un dono delizioso, buono, buono, buono!!!!
    Peccato che tu non possa venire a Matera...
    @ Paolo, sono almeno 3 anni che resisto... Vabbè mò vediamo, forse mi metto alla prova! ;))
    @ Daniela, ben detto! Il Pane di Matera è proprio meraviglioso!

    RispondiElimina
  9. ciao se posso entro in questo blog solo adesso e siccome quel pane lo conosco bene (mio marito è nato ad Altamura) sono contenta che si faccia pubblicità. brava!

    RispondiElimina
  10. Che invidia per il corso!!! Io abito troppo lontana. anche io da poco ho un blog ma penso che sia bello fare un blog in compagnia! Complimenti...non vedo l'ora di vedere le foto del vostro pane,ciao

    RispondiElimina
  11. Caspita... il cambio di data e' stato fatale per me, se non fosse stato spostato tutto sarei venuta anche io! Il pane di Matera ha un aspetto invitantissimo, non l'ho mai assaggiato e purtroppo qui da me non si trova!
    Il bimbo invece.... mai nome fu piu' azzeccato per il lievito madre che come un vero bimbo, fa anche i capricci a volte! Ma che soddisfazione il pane sfornato!!! Le mie belve ormai mangiano solo pane fatto in casa! Aspetto le ricette della tua produzione!
    Un abbraccio!!!
    Paola

    RispondiElimina
  12. Eddai che voglio vedere il tuo, quando vai a panettare ???
    Mandi

    RispondiElimina
  13. una bella iniziativa, biusogna essere orgogliosi delle proprie radici e della propria cultura

    RispondiElimina
  14. Anche questo mese LA CUCINA ITALIANA lancia un contest e stavolta tocca a... LA FRITTATA!
    Semplicissima da preparare, ma ideale per sbizzarrirsi.
    Forza, partecipa anche tu!

    Per maggio info:
    http://www.lacucinaitaliana.it/default.aspx?idPage=862&ID=337208&csuserid=2112&ar=

    Scade il 10/06/10

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...