giovedì 1 aprile 2010

Aprile 2010

Non ha bisogno di presentazione la vincitrice per il Paginone del mese di Aprile...


E' lei, Paoletta di Anice&Cannella , che ha giocato il jolly!!!
Mi ha inviato la mirabile esecuzione di una ricetta sulla quale sbavo da ben 2 anni e che non ho ancora mai osato preparare, la cui autrice è un'altra campionessa della buona cucina: Paola Lazzari.
Insomma, sinceramente, ditemi voi se un'accoppiata così non poteva non essere sul Calendario Ammodomio!!!
Paoletta e Paola hanno molto in comune...
Sono straordinariamente brave - credo che sia universalmente riconosciuto - ma a sentir loro sembra che non facciano nulla che non possa essere replicato, solo mettendoci passione ed amore. Estremamente disponibili entrambe - generosamente prodighe di consigli - stimolano in me il desiderio di mettermi ai fornelli. Appena vedo una loro preparazione che sia alla mia portata, mi cimento senza pensarci 2 volte: male che vada avremo mangiato qualcosa di veramente buono, anche se quasi mai presentabile al loro livello!
Su queste due vere"artiste" e sui loro capolavori potrei scrivere un'enciclopedia, tante e tali sono le meraviglie che ho visto prendere forma tra le loro mani nel corso di questi ultimi anni.
Tralascio delibaratamente gli aspetti del loro carattere, potrebbe sembrare sterile piaggeria e lascio invece il giusto spazio a questa magnifica ricetta, così come è stata scritta da Paola, circa 2 anni fa sul forum di Cucina Italiana, eseguita e fotografata magistralmente da Paoletta.
Grazie ragazze, siete MA-GI-CHE!!!!! :))))

Pizza di Pasqua al Formaggio di Paola Lazzari

La ricetta ha più di un secolo ma viene sempre bene (è della bisnonna di Perugia)

  • Ingredienti:
  • 5 uova
  • 300 gr di farina 0
  • 200 g di manitoba
  • 100ml di acqua
  • 25-30 gr di lievito di birra )io ne metto 20 gr. e faccio lievitare circa 10' in più)
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaino di sale (assaggiare)
  • 1 cucchiaino di pepe
  • 5 cucchiai di olio evo (umbro)
  • 50 gr di strutto (No sostituti)
  • 250 gr di formaggio grattugiato misto (SOLAMENTE Parmigiano Reggiano e Pecorino Romano in proporzione variabile secondo i propri gusti. Metà e metà forse è il giusto mezzo. Se piace più saporita aumentare la quantità di pecorino. Per questo il sale va dosato in base al tipo di formaggi)


Preparazione:
Sciogliere il lievito con lo zucchero nell'acqua tiepida e lasciare fermentare nel bicchiere, meglio se di plastica, per 5-6 min.

Mettere la farina in una ciotola capiente e fare un buco, un pozzetto.
Colare dentro il pozzetto il lievito fermentato del bicchiere e con un cucchiaino prendere un pochino di farina e amalgamare per ottenere una past
a molliccia (tipo ciambellone).
Coprire con altra farina senza impastare, in modo da isolare dall'aria il panetto, e lasciare fermentare 40-50 min. (io ho messo meno lievito e fatto fermentare poco più di un'ora).
Nel frattempo sbattere le uova, unire il sale, il pepe, i formaggi grattugiati ed infine l'olio: lasciar amalgamare i sapori...
Quando il pastello sarà tutto screpolato unire mano a mano l'impasto di uova e formaggio ed impastare con la farina...
Impastare bene e alla fine unire lo strutto morbido. Impastare bene e a lungo. L'impasto è morbido non superare i 600g di farina.
Lasciar riposare l'impasto a temperatura ambiente per 45 min. coperto, (io impasto nella mdp e lo lascio lievitare un'ora) quindi mettelo nella teglia alta, stretta e svasata, ben unta, e far lievitare in luogo caldo fino al bordo della teglia.



Lo stampo da usare (Altezza cm. 12, Base inferiore cm. 16, Base superiore cm. 21)

Cuocere a 200°C con vapore nei primi 20 min. Introdurre la teglia nel forno appena acceso in questo modo la torta non fa subito la crosta e sviluppa di più. Cottura un'ora circa.
Dopo 45 min. controllare con lo stecco. Deve essere comunque ben asciutta.


NUOVE NOTE di PAOLA sulla COTTURA e sullo STAMPO:
Adesso due cosine per la cottura dove forse sono stata poco chiara.
Accendere il forno posizionare la manopola sulla temperatura consigliata (190°-200°C) e lasciarlo con lo sportello semi aperto in modo che non diventi troppo caldo, ma che le pareti arrivino a temperatura...
Dopo qualche minuto inserire la torta e versare sul FONDO del forno stesso circa un bicchiere di acqua. Questa a contatto con il fondo del forno rovente, si trasformerà subito in vapore. Chiudere immediatamente il forno e cuocere per 45' senza mai aprire lo sportello.
Passato il tempo controllare con uno stecco. Di solito occorrono 5 min. in più al massimo.
Se l'impasto ha lievitato bene 45-50 min. sono più che sufficienti.
Se la torta si è invece sviluppata poco occorrerà un pochino di più.
Per il tegame quelli di alluminio pesante lasciano la torta un po' crudina...
Anche io li utilizzavo, ma alla fine ho optato per quelle teglie leggere di banda o stagno (?) che a Roma si chiamano "caldaiette" che venivano utilizzate per cuocere la pasta, costano 1 euro e cucinano alla perfezione. Si trovano nei mercatini rionali sui banchi che vendono casalinghi oppure nei negozietti di detersivi e casalinghi. Per chi è di Roma li trova facilmente.

Va mangiata dopo 3 o 4 giorni dalla cottura altrimenti non acquista il suo sapore. In pratica fra domani o dopodomani devi farla, se la vuoi gustare la mattina di Pasqua nel pieno del suo sapore. Sono quasi trenta anni che la preparo e ti garantisco che è facile e buonissima. Falla perchè ti darà molta soddisfazione ed è MOLTO più buona di quelle in commercio o dei vari forni.

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.


Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved

27 commenti:

  1. Splendidissima ricetta, e sulla foto non commento nemmeno...d'altronde Paoletta e' Paoletta non a caso ;-)

    Grazie Ornella, ed al prossimo mese!

    RispondiElimina
  2. Direi che Paola e Paoletta sono una coppia vincente! Sarà il nome... un posto meritatissimo sul tuo calendario!

    RispondiElimina
  3. @ Grazie a te Araba, soprattutto per la tua disponibilità a continuare a giocare con noi!
    Un bacio!!!!
    @Angela, direi proprio di sì! ;)))

    RispondiElimina
  4. Proverò la ricetta della tua pizza ai formaggi...mi sa di garanzia. Ti auguro una Buona e serena Pasqua ricca solo di cose belle. Clementina

    RispondiElimina
  5. GrazieClementina, le ricette di Paola Lazzari sono una garanzia!
    Tantissimi auguri anche a te!

    RispondiElimina
  6. Che bello!!!
    E poi una foto di Paoletta non poteva mancare!!!

    Ma lo sai che questa pizza la farò proprio oggi pomeriggio? :)))

    RispondiElimina
  7. io sono alla seconda lievitazione proprio ora, quest'anno l'ho voluta provare pure io...so già che sarà buonissima, con le ricette di paola e paoletta farei come muzio scevola, anche bendata...

    RispondiElimina
  8. Brava paola ricetta squisita e anche la foto molto bella e invitante!!!!!! naturalmente i complimenti sono estesi anche a Ornella: stai creando un calendario meraviglioso....

    RispondiElimina
  9. io la faccio oggi!!!!! speriamo bene!

    RispondiElimina
  10. Cara Ornella,
    sono contenta per la scelta del mese di Aprile e ti faccio i complimenti per le tante ricette passate che, per cause di forza maggiore, non ho potuto commentare.
    Ti faccio i migliori auguri di buona Pasqua e spero di poter tornare a trovarti un po' piú spesso :-)

    RispondiElimina
  11. Ottima scelta! Adoro la pizza di Pasqua e bellissima anche la foto!

    RispondiElimina
  12. Ottima scelta...mi sta venendo il desiderio di prepararla per la Pasquetta!!!Deve essere buonissima!!

    RispondiElimina
  13. Una gran bella ricetta non oso immaginare il piacere nell'assaporarla..mhhh. complimenti a Paoletta. Approfitto per farti i miei più sinceri auguri di buona Pasqua. Un bacione.

    RispondiElimina
  14. Complimenti alle Paole!!!!
    Buona Pasqua Ornella.

    RispondiElimina
  15. @Zio Piè, chissà come t'è venuta buona!:P
    @Cri, anch'io!;))
    @Grazie Master,tua!:)
    @Alem, fai bravissima peggio di me!:D
    @Mimmi grazie, sei gentilissima! Auguri anche a te!:)
    @Augurissimi, Michela! Un bacione!!!!
    @Zia Elle, grazie!
    @Valentina, me la sogno la notte!;))
    @Alessandra, tanti cari auguri anche a te!!!
    @Germana cara, tantissimi auguri anche a te ed alla tua famiglia! Baci grandi!!!

    RispondiElimina
  16. Anche questo mese ho fatto buca;sherzi a parte perche' è propio da parte che mi metto innanzi a tanta bontà,faccio i complimenti alle vincitrici.A te Auguro una Buona Pasqua ,con il cuore,Lisa.

    RispondiElimina
  17. Verissimo, una super coppia, che dà voglia di correre in cucina. La foto è bellissima e calorosa non c'è dubbio.
    Ma quel che mi è piaciuto di più è come ne hai parlato, con un filo di emozione e tanta passione :-)
    Baci e buona Pasqua!

    RispondiElimina
  18. Ornella, che dire... sono onorata di essere sul tuo calendario!! Un grazie a te, ed uno speciale a Simona :))
    Mi fa poiacere, soprattutto, perchè adoro questa ricetta, quest'anno sono già tre volte che la faccio, e non ringrazierò mai Paola abbastanza !
    Un abbraccio :))

    RispondiElimina
  19. @ Lisa, dovrai riconoscere che con i fuoriclasse non c'è gara! ;)))) Dai, non demordere... Un bacio ed auguri grandi!
    @Dada, l'emozione e la passione sono nel mio DNA, al contrario della competizione, come ho già detto! :)
    Paoletta e Paola Lazzari, che ho avuto modo di apprezzare nel forum di Cucina Italiana, sono per me 2 grossi punti di riferimento, sia per la competenza che per la generosità!
    Un bacione!!!!!
    @ Paoletta, che dire?Ho già detto tuttoo, hai giocato il jolly! :))))
    Un bacio a te e un ringraziamento doveroso anche da parte di Simona!!!!

    RispondiElimina
  20. Complimenti alla vincitrice.
    Buona Pasqua, anche se in ritardo.

    RispondiElimina
  21. Grazie, Daniela! Ti aspetto per Maggio!!!!

    RispondiElimina
  22. Eh, si
    Ho roconsciuto la foto, prima ancora che svelassi di chi era!
    ;-)
    inimitabile!

    RispondiElimina
  23. L'ho scoperta dopo un anno a Pasqua passata ma la proverò sicuramente per il 1° maggio, va bene ugualmente no?.
    Deve essere sublime, Paola.

    RispondiElimina
  24. E' il secondo anno che la provo. E' ottima. Grazie ancora.

    RispondiElimina
  25. Wow! Ho fatto due ricette diverse a due anni di distanza ed entrambe erano buone. Ma sono sempre in cerca di quel "in più" per migliorarla, quindi provo anche questa. Ma secondo te si può fare anche se Pasqua è solo un ricordo?? Credi che la mangeranno lo stesso ...?
    Ecco leggendo sopra mi son accorta che Poline 22 la pensa come me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Guarino, ho provato solo la ricetta di Paola Lazzari e a parere di chi se ne intende è la migliore in circolazione! Beh, è buonissima sempre, non solo a Pasqua... Leggi anche questo post che ti linko.. troverai altre indicazioni importanti.
      http://ammodomio.blogspot.it/2011/04/torta-di-pasqua-al-formaggio-la-ricetta.html

      Facci sapere! ;)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...