venerdì 22 gennaio 2010

Uova rotte all'acqua

Le avevo telefonato qualche settimana fa per chiederle questa ricetta che non ricordavo...
Ne avevamo riso insieme, perché tradizionalmente è un piatto che si prepara alle donne che allattano...
Me l'aveva spiegata con la sua solita tenerezza e precisione...
La trascrivo con le sue stesse parole perchè non voglio dimenticarle...


Uova rotte all'acqua

Devi prenedere uova freschissime, di quelle che hanno il tuorlo lucido ed elastico e l'albume compatto. Le devi cuocere uno alla volta, mi raccomando!
Metti a bollire l'acqua in un pentolino basso - l'acqua deve essere alta almeno 4 dita - appena bolle, abbassa la fiamma - deve solo sobbolire - poi rompi l'uovo in un piatto e lo lasci scivolare delicatamente nell'acqua. Con un cucchiaio, sempre con molta attenzione, raccogli dai bordi del tegame un po' acqua calda e la versi sull'uovo. Appena l'albume avrà coperto il tuorlo e si sarà rassodato - ci vorranno circa 4-5 minuti - prendi l'uovo col mestolo forato e lo metti in un piatto fondo con un poco di acqua di cottura. Ci metti sopra una bella spolverata di cacioricotta ed è fatto!
- Zia, non ce lo metti un goccio d'aceto bianco nell'acqua? -
- Nooooooooooooooooooooooooo... non serve! Se le fai come si deve, vengono benissimo!!! -
- Ciao zia, grazie di tutto! Un bacio!!! -




Con questa ricetta partecipo a questa Raccolta



Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved

21 commenti:

  1. Siiii, sono buonissime nella loro semplicita', pero' io non riesco a farle, l'uovo mi si spatascia sempre!
    Bellissima foto, complimenti!

    RispondiElimina
  2. Allora fanno a caso mio... dato che allatto Marco da due mesi! :o) bel blog... a poco a poco sto riprendendo anche io le sane abitudini!
    Anna-Cuochetta

    RispondiElimina
  3. Non conoscevo questo modo di fare le uova...forse perchè non ho ancora figli...;)
    Le assaggerò!

    RispondiElimina
  4. che belle le ricette delle zie, mamme, nonne. io le chiamo uova in camicia, ma pensa che le avevo sempre fatte con il pentolino per scaldare il latte, mai con un tegame (già mi vedo a spetasciare acqua su tutti i fornelli), le proverò

    RispondiElimina
  5. :-)
    sono buonissime fatte così,,, io di solito ci affetto sottilissimo sopra del tartufo..
    ed è subito estasi.. :-)
    Matteo

    RispondiElimina
  6. Nella sua semplicità c'è una cosa che non mi è chiara.
    Cito: ...rompi l'uovo in un piatto e lo lasci scivolare delicatamente nell'acqua?
    Cosa deve scivolare, l'uovo da solo o con tutto il piatto? E poi, per quanto l'uovo sia stato lavato e l'acqua abbia raggiunto l'ebolizione, non è un tantino antiigienico utilizzare la stessa acqua in cui è stato immerso il guscio, sull'uovo?

    RispondiElimina
  7. @Anonimo, temo che tu sia il solito spiritosa/o! ahahahah... Ti consiglio di rileggere attentamente prima di commentare, sentiammé, ci fai miglior figura! :)))))

    RispondiElimina
  8. @Sara, i fattori essenziali sono:uova freschissime e temperatura dell'acqua!
    Ritenta, sarai più fortunata! :))))
    La mia fotografa ti ringrazia di cuore, è una delle poche foto che la soddisfano veramente!
    @Cuochetta, non so dirti se effettivamente "facciano latte", ma nella mia famiglia era tradizione prepararle alle puerpere, come i"capellini in brodo di colombini"!
    @Angela, se chiedi alle più anziane ti diranno che le conoscono, forse pure con lo stesso nome. E' proprio un cibo del sud!
    @Lise, grazie! Anch'io amo le ricette di casa!! :)
    @ Beh Matteo, con tartufo, diventano un piatto da gourmet! mmmmmmmmmmmmhhhhhhh... che buono!!!!

    RispondiElimina
  9. Ciaooooo….ma sei bravissimaaaaaaaaa….anche io ho aperto un blog di ricettine!! Sono ancora piccina…diciamo…quindi mi farebbe molto piacere se tu fossi tra i miei sostenitori…e se mi dessi dei consigli nei commenti!!...passa quando vuoi da me e lasciami un salutino!! Un baciotto!! :O) il blog è www.spadelliamo.blogspot.com mi pare…ehehehe o clicca sulla foto qui!!ehehe bacio ti aspetto!!

    RispondiElimina
  10. Ornella,è bello questo ricordo di tua zia. Penso che ne sarà contenta, dovunque ora sarà. Un abbraccio,
    Paola Lazzari

    RispondiElimina
  11. Conoscevo un'altra tecnica, in un tegame con molta acqua ad ebollizione si rompono le uova direttamente dentro facendoli girare delicatamente, verranno avvolti cosi come un fazzoletto, io non ne sarei capace ne cosi ne nell'altro modo. Max.

    RispondiElimina
  12. Cara Ornella, le voglio fare per me ed Agostino, che, come sai, allatto ancora: quindi le gusterà due volte. Dev'essere stata una zia veramente speciale, la tua. Tanti baci.

    RispondiElimina
  13. @Fabiana, tempo permettendo, passerò a trovarti! Ben arrivata nel fantastico mondo dei foodbloggettari, ti ivertirai sicuramente!
    @ Grazie Paola, una bacione!
    @Max, sicuramente la tua è una tecnica a chef provetto! Non ne sarei capace neppure io!
    @Lauretta, è proprio un cibo adatto a te e ad Agostino, leggero e nutriente!
    Un grande bacio

    RispondiElimina
  14. Buone le uova cosi ma come one girl in the kitchen mi si rompono sempre!!!Ma ci voglio provare di nuovo...in tempo per prepararle ad una amica con il pancione!!!

    RispondiElimina
  15. non sapevo si mangiassero durante l'allattamento, ma la mia mamma me le faceva sempre da piccola e mi piacciono cos' tanto.

    RispondiElimina
  16. il "famigerato" uovo in camicia, a me perde sempre tutta la camicia e mi vengono i nervi! Devo riprovarci, l'indicazione dell'altezza e della temperatura dell'acqua sono utili! Non sapevo che fosse adatto per le mamme che allattano, ma sicuramente per chi (chi?? ehmmm :P) vuole perdere peso, di sicuro!
    Un bacio e buona domenica!

    RispondiElimina
  17. come dire che abbiamo disimparato a far le cose semplici.
    ed è verissimo.
    e poi le zie son sempre le zie.
    grazie per avermi pensato anzi grazie per aver pensato alle mie tette, inoltre adoro i post tecnici.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  18. ecco sono stato beccato io metto l'aceto, si vede che non sono bravo

    RispondiElimina
  19. Graziea voi per essere passati da me! :)

    RispondiElimina
  20. Che delizia! Ma sai che queste uova non le ho mai e dico mai mangiate? Sarebbero una manna per le mie cene della dieta! I piatti semplicissimi di una volta, ma non per questo meno gustosi di quelli spesso estrosi di oggi. (Ah ah che frase old fashioned! :P)

    RispondiElimina
  21. non sono mai stata capace di farle venire bene :P

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...