sabato 28 novembre 2009

Non è la solita Zuppa (inglese)

Scusatemi moltissimo se non sono stata puntuale, me lo perdonate un piccolo ritardo, vero?
Spero di sì, anche perché la ricetta che vi propongo è una vera chicca!
Non è la solita Zuppa Inglese ...
Infatti, Paola Lazzari utilizza un procedimento particolare per ottenere una crema pasticcera ed una chantilly morbida e setosa. Leggetela attentamente, eseguite tutti i passaggi, provatela e vi assicuro che non ve ne pentirete!!!!! Domani la preparo anch'io...
Grazie Paola, semplicemente grazie, per la tua grande generosità,
Ornella

La Zuppa inglese


Non è certo un dessert della sola Maremma, ma in questa terra sicuramente non manca mai quando c'è da far festa: è il classico dolce che conclude il pranzo della domenica. E se si va al mare, si porta in spiaggia!

INGREDIENTI NECESSARI

Per la crema

3 tuorli

3 cucchiai di amido di mais

6 cucchiai di zucchero

450 ml di latte

vaniglia

Per finire

350 ml di panna fresca

Pan di Spagna o Savoiardi, o Pasta Matta (vedi ricetta pag. 56-57)

Bagna al rum ed alkermes

PREPARAZIONE

Per prima cosa preparare la crema pasticciera. Scaldare il latte, meno 50ml, con 3 cucchiai di zucchero e la vaniglia ed intanto montare i tuorli con i restanti 3 cucchiai di zucchero. Unire la Maizena e stemperare tutto con i 50ml di latte FREDDO tenuti da parte. Non appena il latte bolle, versarvi questo composto, avendo l’accortezza di mescolare vigorosamente. Dopo pochi secondi la crema sarà pronta, soffice e densa. Farla bollire appena e toglierla dal fuoco, cercandola di freddare subito su ghiaccio, coperta con pellicola a contatto.

Freddare la crema in frigo e tenerla alla tenperatura di 3°-4°C. al massimo. Porre per 20 minuti la panna nel congelatore. Nella ciotola della planetaria versare la crema fredda ed iniziare a montare; mentre la macchina è in movimento unire la panna freddissima. Lasciare montare tutto fino ad ottenere una crema soffice, vellutata. Montando insieme panna e crema si ottiene una crema chantilly molto più fine e vellutata di quella ottenibile unendo la panna montata alla crema. Unica condizione e che entrambe, panna e crema, siano freddissime.

Per confezionare il dolce preparare dei dadini di Pan di Spagna o di savoiardo ed inzupparli con una bagna al rum e alchermes. In una ciotola di vetro fare degli strati alternati di dadini inzuppati e crema chantilly. Terminare con la crema su cui sopra si sbriciola poco pan di Spagna, colorato appena dalla bagna. Volendo si possono realizzare dei bicchierini mono porzione, molto più pratici ed eleganti da servire. Se si preferisce, si possono rifinire i bicchierini con un bel ciuffo di panna montata.

Una variante per chi non ama i liquori è quella di sostituire il Pan di Spagna con della pasta sfoglia o delle sfogliatine glassate già pronte. Si sbriciolano in pezzetti e si alternano alla crema. Si finisce con le scagliette di sfoglia spolverizzate di zucchero a velo. Sono buonissime entrambe le versioni!!
Paola Lazzari tratto da :"Dolci (e) storie di Maremma"

Archivio ricette torna in Home Page

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.

Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved

17 commenti:

  1. E DA preparare a Natale spero,così proporrei qualcosa di nuovo e Stupendooooooooo...Notte Lisa

    RispondiElimina
  2. Buonissima, la copio.
    Grazie Ornella di averla postata.
    Buona domenica

    RispondiElimina
  3. è vero è Strepitosa!..io ho avuto l'onore di mangiarla proprio in Inghilterra,preparatami da un caro amico inglese... (prematuramente scomparso....)e mi sono ripromessa di deliziare tutti i miei amici per le feste..Un affettuoso saluto a tutti gli amici del blog..^_^ FRANCY

    RispondiElimina
  4. trifle in inghilterra; quanto alla zuppa inglese, pare nasca a ferrara, nella corte estense. per intrallazzi di allora con l'inghilterra :)

    RispondiElimina
  5. @Lisa, io ho comprato gli ingrdienti e conto di provarla prestissimo! tra l'antro seguendo tutti i consigli di Paola, sembra molto semplice!!
    @Germana, il grazie va a Paola che me l'ha "prestata" con la sua consueta generosità!!!
    Un bacione!
    @Francy,è bellissimo che tu la voglia fare pensando al tuo amico! La cucina serve anche a darci queste belle emozioni! Grazie a te!!!
    @Artemisia, il tuo contributo è sempre azzeccatissimo!!!! Hai capito benissimo qual è il mio punto debole:mi piace scoprire l'origine delle cose!!!!
    Grazie infinite!!!!

    RispondiElimina
  6. io e la zuppa inglese già abbiamo dei problemi..prima devo imparare a fare quella base, poi forse mi lancio in questa :D

    RispondiElimina
  7. Genny, io provo questa!!!! Paola è una GARANZIA!!!!

    RispondiElimina
  8. Buona buona è proprio vero Paola Lazzari è un garanzia
    complimenti

    RispondiElimina
  9. cara Ornella,
    ho scoperto il tuo blog cercando in rete le ricette di Julia Child perchè anche io ho visto il film e come tu hai previsto sono stata presa dalla voglia irrefrenabile di provare qualche sua ricetta 'burrosa' appunto! sono d'accordissimo con te su tutto quello che hai scritto sul post dedicato al film ed anche e soprattutto ... sulla montagna di panni da stirare, di cassetti da riordinare, di scarpe estive che aspettano il cambio di stagione, di suppellettili che aspettano una più degna sistemazione ... è vero lo ammetto anche io! il blog mi ha preso in pieno ed oltre a trascurare la casa ho anche messo sù un bel pò di chiletti! e allora sarebbe meglio rinunciarci no? neanche per sogno! perchè da quando ho il blog sono più felice!
    un abbraccio nuova amica (per me ovvio!) food-blogger!
    dida

    RispondiElimina
  10. Ciao Ornella,
    ti scrivo qui perchè non saprei in quale altro modo contattarti.
    I complimenti mi paiono superflui vista tanta meraviglia nel tuo blog.
    Vorrei seguire il tuo consiglio ed acquistare il libro di Paola Lazzari.
    Ho visto sul sito che ne esistono di tre tipologie.
    Si differenziano solo nella copertina ma hanno gli stessi contenuti?
    Tu quale hai acquistato?
    Grazie per la risposta
    Ciao
    Nadia

    RispondiElimina
  11. Sì Nadia, si differenzierano solo per la copertina. Paola stessa consigliava l'edizione economica da tenere per sè, piuttosto che quelle più costose adatte ad essere regalate! In effetti, io ho quello con la copertina di cartoncino e ti assicuro che ugualmente bellimo!
    Vedra, se lo acquisti, quante belle ricette e foto...
    Grazie dell'attenzione, un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. Grazie mille per il consiglio vado subito sul link e lo acquisto immediatamente.
    Ora che il silenzio è rotto ci risentiremo senz'altro dato che seguo sempre il tuo blog.
    Un abbraccio anche a te
    Nadia

    RispondiElimina
  13. Scusami Nadia, se ho scritto da cani... la connessione era traballante stamattina. Ti aspetto con piacere quando vuoi!!!! :)

    RispondiElimina
  14. cara ornella per il giorno di pasqua ho preparaTO QUESTA ZUPPA INGLESE FORTEMENTE ATTRATA DAL METODO INSOLITO DI MONTARE LA PANNA NELLA CREMA, CHE AVEVO GIà VISTO FARE A LUCA MONTERSINO. A PARTE IL GUSTO CHE MIè MOLTO PIACIUTO, SONO RIMASTA UN Pò DELUSA DALLA CONSISTENZA, CHE A MIO AVVISO RIMANE TROPPO LIQUIDA.SIA LA PANNA CHE CREMA ERANO FREDDISSIME, COME CONSIGLIATO DA TE, PUò ESSERE FORSE DIPESO DAL FATTO CHE NON AVENDO UNA PLANETARIA, HO MONTATO TUTTO CON LO SBATTITORE ELETTRICO? ATTENDO UNA TUA RISPOSTA, GRAZIE VIRGINIA.

    RispondiElimina
  15. Anch'io ho montato la crema con lo sbattitore elettrico. Forse dovevi montare ancora un po' o forse la crema non era tanto densa. In ogni caso la crema chantilly per la zuppa inglese deve venire morbida, ma liquida, no!
    Fammi sapere se ci riprovi.
    Ciao,
    Ornella

    RispondiElimina
  16. I think this is one of the most important info for me.

    And i am glad reading your article. But want to remark on few
    general things, The web site style is wonderful, the articles is really great :
    D. Good job, cheers

    Visit my blog: Fresh Healthy Vending Reviews

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...