domenica 20 settembre 2009

Uva sotto spirito


L'estate è finita



Sono più miti le mattine
e più scure diventano le noci
e le bacche hanno un viso più rotondo.
La rosa non è più nella città.
L'acero indossa una sciarpa più gaia.
La campagna una gonna scarlatta,
Ed anch'io, per non essere antiquata,
mi metterò un gioiello.

E. Dickinson



Mi sono accorta che l'estate è finita perché mi hanno regalato un gioiello: un cesto d'uva di quella con gli acini piccoli e scuri, matura al punto giusto, dolce, succosa ed asprigna quel tanto che non guasta, assolutamente non trattata con i pesticidi...

Beh, diciamola tutta... l'Estate è QUASI finita!
Da noi si approfitta delle belle giornate per andare ancora al mare, il clima è mite, il mare non è particolarmente freddo e poi per favore... BASTA con lo stereotipo dell'Autunno carico di malinconia, sinonimo della triste età matura!

E chi l'ha detto???

Gli antichi Greci celebravano durante il periodo della vendemmia i riti dionisiaci, con canti, balli, grandi mangiate e bevute, così come forse si fa ancora nelle nostre campagne del sud.

Ve la ricordate vero, la storia di Dioniso, quell'allegro dio dell'Olimpo, nato dalla coscia di Zeus, che vagava allegramente con Satiri e Baccanti, che era considerato il protettore dei raccolti autunnali?

Allora, alla faccia della malinconia stagionale, per onorare le mie origini magnogreche... una parte dell' uva è finita sotto spirito!!! Ahahahah...


Uva sotto spirito


Ingredienti:

  • 1- 1,200 kg di uva ( circa)
  • 1 litro di alcool puro a 90° per liquori
  • 150 gr di zucchero
  • 1 stecca di cannella per ogni barattolo
Procedimento:

Se l'uva è biologica, sciacquatela velocemente sotto l'acqua corrente e lasciatela asciugare bene su un canovaccio, altrimenti dovete lavarla molto, molto bene.

Armatevi di pazienza e delicatamente con le forbici, staccate gli acini dal raspo, lasciando circa la metà del picciolo, sistemateli nei vasi di vetro cercando di assestarli bene. A questo punto mettele lo zucchero, una stecca di cannella e coprite tutti gli acini con l'alcool, senza arrivare proprio all'imboccatura del vaso.
Chiudete ermeticamente, conservate al buio, senza dimenticarvi ogni tanto di smuovere i barattoli per far sciogliere lo zucchero.
Dopo un paio di mesi l'uva è pronta per essere gustata.


Beh ve lo confesso, qualche acino l'ho assaggiato subito... sennò come facevo a regolarmi se di zucchero erano giusti? ;))))

Testi ed immagini sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941 e successive modifiche. 
Copyright 2009-2012© Ornella Ammodomio - All Rights Reserved







17 commenti:

  1. Perché tutto questo tempo per gustare una così delizia?.

    RispondiElimina
  2. Che belle foto!!! Erano queste quelle che tenevi nel cassetto da qualche giorno? My compliments.

    Chissa' che buona quest'uva. Io purtroppo devo rinunciare a tutto cio' che e' fatto con l'alcool a 90 gradi, incluso vov, limoncello, nocino, uva sotto spirito e quant altro. In California e' vietata la vendita di quell'alcool e anche le aziende che lo vendono online non spediscono qui.
    Infatti, sai che ti dico? Alla maggior parte della gente andare in Nevada fa pensare a un weekend a Las Vegas e al casino', io da tempo medito di fare un weekend oltre confine solo per comprare l'alcool!

    RispondiElimina
  3. lascia stare che mia sorella a Bari si sta godendo delle belle domeniche di mare settembrino :))


    Non amo tantissimo la frutta sotto spirito, eppure ieri delle fragoline che mi hanno regalato almeno 2 anni fa, pensa, mi sono tornate utili, ed erano in ottime condizioni! Quindi come metodo di conservazione è davvero ottimo, e poi coe sono belli quegli acini :)
    Ciao!

    RispondiElimina
  4. Cara Ornella, sei riuscita a farmi passare quella punta di malinconia che mi aveva colpito stamattina quando mi sono definitivamente resa conto che l'autunno è arrivato:) me lo merito qualche acino? :) Buona settimana:)

    RispondiElimina
  5. Cara Ornella, sei riuscita a farmi passare quella punta di malinconia che mi aveva colpito stamattina quando mi sono definitivamente resa conto che l'autunno è arrivato:) me lo merito qualche acino? :) Buona settimana:)

    RispondiElimina
  6. Mi vengono in mente le domeniche da mia nonna quando ero molto piccola. A pomeriggio tirava sempre fuori un barattolo di frutta sotto spirito e in casa si spargeva un aroma inebriante. Noi bambini potevamo solo odorare...

    RispondiElimina
  7. Carissima Ornella,sembra buonissima, io la faccio sotto grappa ma l'idea della cannella mi piace moltissimo!!!!!
    Baci!

    RispondiElimina
  8. Non ho mai messo l'uva sotto spirito, ma deve essre buonissima! Mi immagino già durante l'inverno a piluccare i chicchi ad uno ad uno...BUONI!
    Castagna.
    PS ottima l'aggiunta della cannella....secondo me è favolosa!
    Castagna

    RispondiElimina
  9. @ lisa, infatti li ho assaggiati... e' un metodo di conservazione della frutta.
    @ ahahahah Sara, a Las Vegas per comprare l'alcool... Si, le foto erano queste ! ;))
    @ Ciboulette, infatti.. l'ho detto anch'io... l'estate per noi non è finita :) Però che acquazzone ieri...
    Sai che che anche a me non mi faceva impazzire? Poi ho quest'uva e ho deciso di provare!
    @sweet, con quel nick come ti si può rifiutare qualcosa?
    @ Valentina, hai ragione... sà proprio di trasgressione di una volta... Ho un vago ricordo di mio nonno che me la faceva assaggiare di nascosto...
    @Stefy, Castagna ed Albicocca, l'idea della cannella mi è venuta in mente ripensando al sapore di quando l'avevo assaggiata...
    Anch'io non l'avevo mai fatta, ma sempre vista fare.
    Vi ringrazio tutte, siete state gentilissime ed affettuose,
    Ornella

    RispondiElimina
  10. Cara Ornella, che meraviglia quest'uva sotto spirito... E poi che bello gustarsi l'autunno...La mia stagione preferita, con i colori del bosco che vanno dal giallo al rosso acceso, le castagne, le nocciole, l'uva. E' sempre un piacere entrare e leggerti. Bellissima la poesia della Emily! Un bacione.

    RispondiElimina
  11. che ideona Ornella, bellissima! altro che la frutta sotto grappa che si compra al supermercato (mia mamma... :\). Imbarattolare quest'uva così bella e succosa allontana ogni convenzionale malinconia e avvicina la nuova stagione con più allegria :) (e non voleva essere una "rima fatta" la mia eh!:)

    RispondiElimina
  12. hai ragione ..l'autunno prendiamolo con
    spirito e dolcezza...ich.. ich, forse ho esagerato con lo spirito ;-))

    RispondiElimina
  13. che bel blog ho scoperto stamattina! se il buon giorno si vede dal mattino, nonostante la pioggerella autunnalmilanese, chissà che seratona mi aspetta! ;-)

    RispondiElimina
  14. Il mio papà usava sempre l'alcol a 95° ... ma la prossima volta prova a farne anche con la Grappa che però deve avere una gradazione non inferiore a 45° ....... :-))))
    Noi siamo alpin noi siamo alpin, ci piace il vin ma anche il grapin.
    Bacione
    Mandi

    RispondiElimina
  15. Ho dell'uva da far fuori! Mi hai dato una gran bella idea!!! Baci Laura

    RispondiElimina
  16. Sister, la faccio sempre anch'io, viene bene quando nelle sere fredde cerchi qualcosa di buono e...che scaldi! Quest'anno ho messo sotto grappa anche l'uva secca cilena, quella grandissima e chiara, è venuta molto bene. Facile facile e buona buona...

    RispondiElimina
  17. Buonissima, devo provare a farla!! Mi piace tantissimo sul gelato...grazie della bellissima ricetta. Ciao Simona e Claudia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...