giovedì 17 settembre 2009

Zuccherini di Maremma

E' stata tale e tanta la fretta di provarli che non ho pensato assolutamente a controllare se disponevo di tutti gli ingredienti. E così ho usato l'olio extra-vergine d'oliva - vabbè che ho la fortuna di averne di quello buono buono, da ulivi piantati vicino a Mandorli, Fichi, Ciliegi...- meno burro e meno lievito ( me ne era avanzato circa 1/4 di un cubetto).
Beh, quando le ricette , seppur semplici sono straordinarie come questa si va sul sicuro, il risultato è comunque garantito!


La forma ricorda quella dei Taralli ma l'impasto ed il sapore sono molto diversi. Appena sfornati sono di una morbidezza, di una leggerezza incredibile, il sapore e la consistenza ricordano un po' i Krapfen. A qualche ciambella ho aggiunto gocce di cioccolato fondente, ad altre qualche chicco d'uvetta, in realtà semplici senza alcuna aggiunta, sono veramente strepitose.
Il giorno dopo gli Zuccherini erano un pochino più sodi, allora li ho serviti mettendoci sopra un cucchiaio di crema pasticcera ed un'amarena sciroppata.

Se ve ne avanzano, Paola consiglia di congelarli, ma non so se riuscirete a resistere, noi in terra di Puglia, queste dolcezze maremmane ce le siamo sbafate tutte allegramente!!!

Che bontà...
Gli zuccherini di Maremma di Paola Lazzari

Ingredienti:
  • 400 g di farina tipo"0"
  • 200 g di farina Manitoba
  • 125 g di zucchero
  • 2 uova
  • 50 g burro
  • 50 g di olio ( di semi di girasole)
  • 100ml di latte
  • 100ml di acqua tiepida
  • 13 g di lievito di birra ( fresco)
  • scorza di un limone e un po' del suo succo, sale, vaniglia
Procedimento:

Sciogliere in un bicchiere, meglio se in plastica, il lievito nell'acqua tiepida con un cucchiaino di zucchero; coprire e lasciare fermentare il tutto fino a che non si produce un'abbondante schiuma. Versare quindi il lievito in una ciotola dove sono state messe le due farine ed incorporare poca farina al liquido formare un panetto morbido. Lasciare lievitare per una mezz'ora ed intanto preparare gli altri per ingredienti.
Sbattere le uova con il sale, unire lo zucchero, il latte, il succo di limone e gli aromi. Se si ha a disposizione, unire anche qualche goccia di aroma per brioche. Quando il panetto apparirà ben lievitato iniziare l'impasto unendo a poco a poco il composto preparato ed amalgamando il tutto con la farina.
Appena la farina sarà quasi del tutto assorbita unire il burro
morbido ed infine l'olio. Impastare a lungo in modo da ottenere un impasto molto soffice. Far lievitare fino al raddoppio.
Preparare quindi delle piccole palline di pasta ben modellate e las
ciarle riposare una decina di minuti. Forarle al centro con un dito ed allargare la cavità fino a formare delle ciambelline. Farle lievitare 30-40 min. quindi spolverizzarle di zucchero a velo e cuocerle a 200°C per 10-15 min. In forno lieviteranno molto quindi alcune si presenteranno, dopo la cottura, con il foro centrale quasi chiuso. Ma come si sa, non tutte le ciambelle riescono con il buco!! Sono buonissime semplici o con un po' di panna....
Grazie Paola, le tue ricette sono sempre strepitose (potrete ammirare le sue meravigliose creazioni Qui) e per fortuna-eheheheheh- le mie ciambelle sono venute tutte col buco al posto giusto!!!


Archivio ricette torna in Home Page

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.

Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved

20 commenti:

  1. Che buoni che devono essere. Anche se non vedo le tue foto, leggendo la tua descrizione mi e' venuta l'acquolina in bocca. Gli impasti tipo brioches mi piacciono tanto, mi sa che tu c'hai un po' la fissa o sbaglio?? eh eh eh
    Spero solo di non sognarmi gli zuccherini stanotte!!!

    RispondiElimina
  2. Eh, vabbé! Poi non diciamoci che non vogliamo gli orgasmi culinari!!! Questi sono una meraviglia! Una goduria... una delizia...una bontà divina...(continuo?)

    RispondiElimina
  3. li ho letti di là....e mo' me li ritrovo qui..un invito assolutamente a farli al più prestissimo!!:DD

    RispondiElimina
  4. Vado avanti io???
    un'estasi culinaria...una scioglievolezza... l'esaltazione dei sensi...
    E UN ALTRO ATTENTATO!!!!! Orne', ma quand'è che mi lascerai iniziare 'sta benedetta dieta?????
    A questi non resisto, per niente...e ci mancavano anche queste foto, oltretutto!!!
    ;-)
    ale

    RispondiElimina
  5. @Oh, nooooooooooooooooooo... Sara non me lo dire!!! Vado subito a ricaricare le foto. Ecchecaspita, mi devon proprio fare ammattire! Grazie ed un bacio.
    @ Patrizia, il merito è di Paola Lazzari! Quanto ci fa godere quella donna....
    @Ale, se voi pubblicate la Sacher - goduria pura in forma di torta- perché te la prendi con me se non cominci la dieta???? ;)))
    Dillo alla Dani! Vabbè, lei gran bella figheira, se ne frega!!! ahahahah...

    RispondiElimina
  6. spettacolari!!!!Il lato "buono" dell'inverno...torna il fresco, si accende il forno e si mangiano queste delizie

    RispondiElimina
  7. mmm... ci affonderei subito un morso!!! morbidissimi!!!

    RispondiElimina
  8. Ciao Ornella!
    queste delizie le avevo già viste sul sito della CI.Li voglio provare assolutamente. Complimenti per il tuo blog, è attivo da poco ma ha già un grande successo!

    RispondiElimina
  9. Li vedo li vedo li vedo!!!! Bellissimi!

    RispondiElimina
  10. Ma che fame, oggi poi non ho mangiato..
    Ornella lo sai dove finiscono le tentatrici?

    RispondiElimina
  11. Hanno un aspetto così invitante che quasi quasi addento il monitor!
    Complimenti :)

    RispondiElimina
  12. @ Edi e Danea, addentate pure! :)))
    @ Germana, favorisci! Tu parli a me di ??;))
    @Marta, io non l'ho mai spento!:)
    @ Grazie Valentina, si la "creatura" mi sta dando tante soddisfazioni...ahahahah
    Sara, pfiu... meno male!!

    RispondiElimina
  13. Sarà brava Paola ma anche tu, Ornella, sei talmente incredibile da lasciarmi confusa....Queste ciambelline mi ricordano dei biscottini che feci tantissimi anni fa...proprio biscotti con lievito per dolci, quindi altra cosa.Mi sa che li rifaccio....
    Grazie Ornella! passare dal tuo blog è sempre una esperienza deliziosa!

    RispondiElimina
  14. Pinella, Paola Lazzari è proprio brava!!! Le sue ricette sono ben spiegate e poi è sempre prodiga di consigli.La cosa straordinaria è che fa sembrare semplicissime anche quelle torte decorate che lasciano a bocca aperta, che non mi azzardo neppure a tentare, lì la precisione è necessaria... Queste rictte di dolci tradiziona possono essere invece reintepretate anche da una come me che va ad occhio;)) Grazie Pinella,anch'io passo sempre da te ad ammirare i tuoi capolavori...Guardo in silenzio, rubo consigli e traggo ispirazione per i miei pasticci!
    Un grande abbraccio!!!

    RispondiElimina
  15. Sono proprio carinissime!!!!!
    Gustose e profumate mmmmmmmmmmm che buoneeeeeeee!!!!!!!

    RispondiElimina
  16. devo ricordarmi di non passare mai di qua all'ora di pranzooooo e poi sono golosaaaaa :D sono stupende, sul serio!

    RispondiElimina
  17. Mamma mia che bontà...le devo assolutamente provare!!! :-99999
    Ornella questo blog è pieno di ricette interessantisssime!!!
    tanti bacioni
    Ago :-D

    RispondiElimina
  18. O mamma a quest'ora sono davanti al pc con la mia bella tazzona di latte quasi quasi provo ad allungare la mano e rubartene uno ;)

    RispondiElimina
  19. Ornella cara così mi tenti. Li avevo visti di là e ora mi inseguono anche qui ;-) da provare a breve. E' destino! baci

    RispondiElimina
  20. Sono bellissimi e sicuramente buonissimi questi zuccherini, segno! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...