giovedì 10 settembre 2009

Brioches collage


Si, ancora brioches, credo abbiate capito che è una fissa la mia!
In realtà, la ragione di questo post è solo per confidarvi un "trucchetto" che ho inventato e sperimentato per evitare lo scivolamento inesorabile della "pallina " superiore.

Non ci ho dormito la notte... Il fatto che inevitabilmente in cottura il tuppo delle brioches scendesse indecorosamente, mi ha tolto il sonno davvero!!!

Per la formatura, troverete descrizioni ineccepibili nei sacri testi, così come nel web le spiegazione puntuali di Paoletta, le dritte di Adriano, però mi pare, che non ci sia nessun accenno per risolvere il mio problema. Così, nonostante abbia seguito fedelmente le indicazioni dei Maestri, la maggior parte delle mie brioches hanno sempre avuto "il Tuppo" sbilenco.
Allora ho acuito l'ingegno e sapete che ho fatto?
Per completare il "montaggio", ho "incollato" la pallina superiore (non perfettamente tonda ma a forma di piccola pera) a quella più grande, intingendola prima in un pochino di bianco d'uovo e posizionandola nella fossetta centrale, fatta utilizzando il manico di un cucchiaio di legno.
Tutto qui, un piccolo stupidissimo "trucchetto" che ha funzionato benissimo.

Quando ho sfornato le mie brioches, non ci potevo credere, oh yessss... avevano tutte la testa a posto!!! :)))

N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.

Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved.

16 commenti:

  1. Fantastica Ornella!!
    Non ho dubbi che ci hai perso il sonno, non mi devi convincere..... ; )
    ma a quanto pare ne e' valsa la pena, quelle brioches sol bellissime. Ma toglimi una curiosita', le brioches col tuppo si trovano anche in Puglia o solo in Sicilia? E da voi se magnano con la granita?

    RispondiElimina
  2. Stupende!!!Piacciono moltissimo anche a me le brioches!!!
    Hai provato a fare un taglio a croce con le forbici per fare tenere la pallina?Con quella parigina funziona ma é piu' grande!!

    RispondiElimina
  3. le brioche con la testa a posto, ahahahaha!!!
    non sono da te, ovvio, ma la prossima volta provo il tuo trucchetto :)
    seriamente... io usavo il metodo "ciccioformaggio" che poi è quello che descrivo nel post che hai linkato, il problema era uno solo, se si centra perfettamente il "collo" allora la testa sta a posto. ma se poco, poco, sta testa gliela metti anche lievemente sbilenca, il metodo va a farsi friggere e in cottura crolla a volte leggermente altre di poco, dipende quanto hai centrato!
    il tuo metodo, cioè gliela incolliamo, è veramente una genialata!! ma da te c'è da aspettarsi questo e altro ancora, ahahaha!!
    mitica ornella :))

    RispondiElimina
  4. Bellissimo questo collage. Io le brioche col tuppo le ho fatte assieme alle Simili ad un loro corso A Mantova...e indovina un po'? Ovviamente spennellvano con l'uovo prima di mettere il tuppo...
    Un bacione!

    RispondiElimina
  5. Sei troppo forte .... grazie per il suggerimento per avere sempre la testa apposto. Sono cosi invitanti.

    RispondiElimina
  6. @Si Sara, le brioches col tuppo si fanno anche da noi e con lo stesso impasto si preparano trecce coperte di zucchero semolato( io ho usato la granella perché più fotogenica) e cornetti farciti con crema o marmellata. Generalmente non si mangiano col gelato o la granita come in Sicilia. Quando sono arrivata a Bari per l'università,nel lontanissimo'72,mi sono adeguata subito all'abitudine degli universitari di andare a scovare di notte i"cornettari" che mossi a compassione ti vendevano una brioches o un cornetto appena sfornati. Si andava "a naso", seguendo il profumo...
    Ora di bar notturni ce ne sono diversi, il sabato ( e non solo)fanno affari d'oro Insomma, i giovani rampolli baresi non tornano a casa se prima non hanno consumato la loro brioches nottura. A volta ne portano a casa qualcuna per i poveri genitori ansiosi... ;)
    @Paolé,hai ragione... la testa a posto SOLO alle brioches! :)))
    Mi dovevo invetare qualcosa, mica si può stare in cucina col righello e compasso a "centrare" il punto esatto!!! ahahahah...

    RispondiElimina
  7. senza bilancia, senza righello e compasso :((
    non ho più speranze, ahahahaha!!!

    RispondiElimina
  8. Fortissima questa genialata!!..io non ho mai fatto brioche col tuppo perchè qui da noi non ci sono e quindi non mi vengono mai in mente, però le devo proprio fare..sono troppo belle!!

    Fortissima!!

    RispondiElimina
  9. @Sandra, non ci avevo pensato...è una bella idea!
    @Virginia, "quele 2" ne sanno una più del Diavolo...;) In realtà, penso che abbiano teorizzato gesti e metodi "antichi" con grandissima bravura. A loro, TANTO DI CAPPELLO!!!
    @ Mary, grazie! Sei troppo gentile...
    @Paolè, ci dovemo ingegnà!!! ahahahah...

    RispondiElimina
  10. grazie della dritta!! bravissima!

    RispondiElimina
  11. Ma la perfettina di casa non era Simona?
    Grazie Ornella della dritta.
    Ciao

    RispondiElimina
  12. Sono dei piccoli capolavori queste brioches!! E' da tantissimo che non ne mangio una! complimenti

    RispondiElimina
  13. vedo che in queste ultime settimane ne hai sfonate di brioches!:D
    pure io uso il tuo metodo... quanto mi piacciono le persone che come me non dormono per queste cose ahahahahah!
    Ah oggi appena tornata ho saputo che tinuccia mi ha assunta come chef... ma ve devo cucinare???? mica ho capito...
    :D

    RispondiElimina
  14. Ma è magnifica!!!
    Bravissima Ornella a presto!!!!

    RispondiElimina
  15. Ma Signora ornella, mi meraviglio di Lei! Perdere il sonno per un "tuppo" un po' storto??? E che sarà mai!!!!!
    Ah, ah, ah,
    In ogni caso, complimentoni per l'intuizione!!!
    e..... sogni d'oro
    Con affetto
    Licia

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...