giovedì 30 luglio 2009

Peccati di gola


Volete la ricetta? Ciascuno ha la sua, sperimentate e... troverete quella giusta per voi!!!


La mia ha la croccantezza della pasta sfoglia, il gusto del cioccolato, la morbidezza della crema pasticcera mescolata alla panna, la leggerezza e la dolcezza dello zucchero a velo.

Ecco a voi, "le conseguenze dell'amore"...



Ci vuole passione
molta pazienza
sciroppo di lampone
e un filo di incoscienza


ci vuole farina
del proprio sacco
sensualità latina
e un minimo distacco


si fa così
rossetto e cioccolato
che non mangiarli sarebbe un peccato


si fa così
si cuoce a fuoco lento
mescolando con sentimento


le calze nere
il latte bianco
e già si può vedere
che piano sta montando
é quasi fatta


zucchero a velo
la gola soddisfatta
e nella stanza il cielo


si fa così
per cominciare il gioco
e ci si mastica poco a poco


si fa così
è tutto apparecchiato
per il cuore e per il palato


sarà bello bellissimo travolgente
lasciarsi vivere totalmente
dolce dolcissimo e sconveniente
coi bei peccati succede sempre


ci vuole fortuna perché funzioni
i brividi alla schiena
e gli ingredienti buoni


è quasi fatta
zucchero a velo
la gola soddisfatta
e nella stanza il cielo


si fa così
per cominciare il gioco
e ci si mastica poco a poco


si fa così
è tutto apparecchiato
per il cuore e per il palato



sarà bello bellissimo travolgente
lasciarsi vivere totalmente
dolce dolcissimo e sconveniente
coi bei peccati succede sempre


( Vanoni, Avogadro, Pacco)
N.B. NON AUTORIZZO la pubblicazione dei testi in tutto o in parte e delle foto, in alcuno spazio della rete, che siano forum o altro, senza preventiva richiesta perchè sono protetti dalla legge sul diritto d'autore n. 633/1941e successive modifiche.

Copyright © OrnellaAmmodomio All Rights Reserved.


17 commenti:

  1. Ma che bello! A volte, anche se conosci e canticchi una canzone, non sei del tutto consapevole delle parole e dei significati.. Leggerne il testo è bellissimo!
    Grazie

    RispondiElimina
  2. Carina vero? Io la trovo deliziosa! Mi ha subito fatto venire in mente la mia torta per l'anniversario e siccome leggendo le chiavi di ricerca, a quanto pare qualcuno la sta cercando...

    RispondiElimina
  3. un modo molto divertente di presentare una ricetta

    RispondiElimina
  4. Gunther, se non mi diverto...è la fine! Grazie della visita.

    RispondiElimina
  5. Ornella, bellissima idea quella di associare la ricetta alla canzone.
    E grazie per aver inserito il mio banner riguardo all'ailanto.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  6. Figurati tesoro, un bacione!

    RispondiElimina
  7. Ornella, e' splendida! E che bella idea postare il testo della canzone.
    La presentazione della torta e' deliziosa, brava!

    RispondiElimina
  8. bella, bella , bella,...tutto compreso!!Brava !!

    RispondiElimina
  9. Grazie, grazie, grazie! Mi sento tanto Petrolini nel famigerato "Nerone"...ahahahah...

    RispondiElimina
  10. Divertente e spiritosa tanto da rendere "leggera" l'avventura del quotidiano approccio ai fornelli. Riesci a far sorridere, con simpatia, Angelapia

    RispondiElimina
  11. Ciao Ornella, si vede che sei una signora ammodo. Ottima la scelta dell'allegoria cibo/sesso: garbata ma con quel pizzico di malizia che non guasta, anzi!!!!
    Un grande saggio ha detto pressappoco così: "Quello che c'è di meglio nella vita o è peccato o fa ingrassare"... chi può dargli torto???
    Ciao
    Licia

    RispondiElimina
  12. Angelapia e Mary, sono contenta che vi sia piaciuto.Ciao, a presto...

    RispondiElimina
  13. MOLTO BUONA SOLO A VEDERLA

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...